in

Marilyn, suo padre finalmente identificato

Marilyn Monroe non ha mai conosciuto il suo padre biologico. Per rivelare il suo segreto, i ricercatori hanno scavato in ciocche di capelli rubate. A 60 anni dalla sua morte, questo enigma è stato appena risolto grazie all’abilità della genetica. Il documentario “Marilyn, l’ultima verità” segue un’entusiasmante indagine scientifica su Charles Stanley Gifford, suo padre biologico e la sua nuova famiglia che vive ancora negli Stati Uniti. Scopri la nostra storia esclusiva nell’ultimo numero di Paris Match, disponibile in edicola.

Marilyn Monroe cercherà invano il suo padre biologico per tutta la vita. Una fonte di guai, di sofferenza che alimenterà gli errori dell’attrice. Perché in fondo il sex symbol più famoso della storia moderna è convinto che uno degli amanti di sua madre, l’unico di cui vedrà una foto, sia il suo genitore. Questo è Charles Stanley Gifford, nato nel 1898. All’epoca caposquadra della Consolidated Films, ebbe una relazione con Gladys Monroe nel 1925. La loro figlia nacque il 1ehm giugno dell’anno successivo. L’uomo arrogante rifiuterà di incontrare Marylin quando la futura star ha imbarcato nel 1951 il suo insegnante di teatro per un viaggio nel deserto della California. Rimandandola alle sue dolorose domande come una bambina abbandonata.

In Francia, nel 2018, François Pomès cerca un’idea alla vigilia del 60° anniversario della scomparsa dell’icona Monroe. Quindi si lancia nella risoluzione dell’enigma di suo padre. Come in ogni caccia al tesoro, l’indagine è intrisa di false piste e aspettative deluse. Senza contare la testardaggine del produttore-regista. Dopo tentativi falliti, decide di concentrarsi sull’unica opportunità praticabile: i capelli. Ne acquista diversi da collezionisti e invia le sue scoperte a un laboratorio in Texas. La sequenza inizia e arrivano i risultati. I capelli sono quelli di una giovane donna dell’Asia centrale. “Ci hanno mostrato in giro falsi collezionisti”, ricorda François Pomès, senza disperare. Continua la sua ricerca. Il collezionista John Reznikoff gli ha venduto otto capelli per diverse migliaia di dollari. Degli otto, cinque erano il parrucchiere di Marilyn, Robert Champion. Il “Champion Five” atterra nel laboratorio di Huntsville, nome in codice “Hair Girl”. Un’altra delusione. Nessun DNA leggibile.

Cosa viene dopo questo annuncio

Il segreto della più grande star del cinema mondiale finalmente svelato

La soluzione dell’enigma, quindi, poggia sui tre capelli rimasti, catturati da un becchino durante la prima cura dell’obitorio di Marilyn Monroe, il 5 agosto 1962. “Una mina, perché questi tre capelli erano poco o non toccati, che provenivano dal mani dall’imbalsamatore a quelle di Reznikoff”, si legge nel numero 3807 di Paris Match. Visitate il Centro di Antropobiologia e Genomica di Tolosa, un laboratorio del CNRS che si colloca tra i migliori al mondo per la decifrazione del DNA antico. Ludovic Orlando, un ragazzone, avverte Pomès: “Abbiamo il 5% di DNA, non è molto, ma è utilizzabile. Dopo una lunga ricerca di un membro del clan Gifford, Francine, la nipote dello stupido patriarca, si fa campione di DNA Disincanto Francine e “Hair Girl ” non corrispondere Orlando sospetta un falso negativo Cambia la sua metodologia, e lì… Bingo! La corrispondenza del DNA François Pomès ha appena avuto il segreto svelata la più grande star del cinema mondiale.

Cosa viene dopo questo annuncio

Trasmissione di “Marilyn, The Last Truth” mercoledì 11 maggio alle 20:40, su tutto il canale della storia e su myCanal.

Trovate anche l’intervista esclusiva a Francine Gifford Deir, la nipote di Marilyn, nel numero 3807 di Paris Match.

Tales from the Borderlands: un gioco nuovo di zecca confermato, i primi dettagli in attesa di rivelazione!

Sea of ​​​​​​​​Thieves: la stagione 6 fa rotta con l’evento finale, The Shrouded Deep!