in

Nicolas Fu**iiiiiiiiiiiiing Cage!

Un tempo protagonista indiscusso di Hollywood, Nicolas Cage si è trasformato in un attore di second’ordine abituato al Direct-to-Video. Tuttavia, l’attore ha ancora molto da offrirci, lui che ha un Talento in oro massiccio nelle stanze oscure.

Come amico ha capito così bene, Nicolas Cage interpreta sempre i suoi film come se stesse puntando all’Oscar. Speriamo non ci biasimi per aver rubato la sua formula in quanto definisce perfettamente un attore iconoclasta che, nonostante molti progetti senta il bisogno di ripagare i debiti (suppone), è sempre coinvolto al 200% nei suoi ruoli. Che abbia vinto la famosa statuetta d’oro nel 1996 per Leaving Las Vegas o abbia interpretato un esperto di arti marziali di lunga data che brandisce una katana contro gli alieni (in Jiu Jitsu nel 2020, a dire il vero), Nick Cage rimane Nick Cage con tutta la follia e la professionalità che lo caratterizzano. . Ecco perché non nascondiamo qui il nostro affetto speciale per l’uomo, la fabbrica di meme di Internet itinerante.

@metrofilms

Pertanto, quando l’attore tornerà finalmente nelle nostre camere oscure, non possiamo che essere entusiasti. Quando interpreta anche il suo ruolo (semi-immaginario), firmiamo l’assegno in bianco. Semplicemente perché quest’uomo ha un talento nell’oro massiccio.

Nel film, Nicolas Cage è un attore in stasi, costantemente alla ricerca di un ruolo per dare impulso alla sua carriera mentre i debiti aumentano e la sua vita familiare subisce un duro colpo. Nel tentativo di rafforzarsi (soprattutto sul suo conto in banca), accetta l’invito di un miliardario a presentarsi alla sua festa di compleanno. Solo, una volta lì, la CIA lo contatta in modo che faccia la spia contro il suo ospite, in realtà un pericoloso mafioso. Nicolas Cage sarà all’altezza della sua reputazione?

Nicolas Cage contro Nicolas Cage

Come avrete capito, il film gormicano (co-sceneggiato insieme a Kevin Etten) giocherà la meta carta al meglio mostrando un Nick Cage non così lontano dalla realtà. L’occasione per l’attore per un piccolo viaggio introspettivo dove, con l’aiuto del suo fan assoluto amico dell’attore, si divertirà con la galassia e la sua carriera.

@metrofilms

Rock, The Wings of Hell, Volte/Face, A Guardian Angel for Tess, 60 secondi netti… I riferimenti si moltiplicano con applausi di fronte a un malinconico Cage pronto a porre fine alla sua carriera. Un viaggio nel passato tanto quanto un viaggio in ciò che ha reso la leggenda dell’attore. Gli sceneggiatori poi giocano ferocemente con questa immagine confrontandolo con il suo doppelganger d’infanzia, insistendo sul fatto che merita di meglio perché è Nicolas Cage. E affinché si possa esprimere la “follia” dell’uomo, la storia non esita mai a fargli consumare diverse sostanze, proprio per farne un vero e proprio spettacolo di Nicolas Cage. Un Talento d’oro massiccio gioca la carta sia dell’omaggio che del morbido ridicolo durante una gustosa prima ora per tutti coloro che non sono allergici all’uomo.

@metrofilms

Ma il lungometraggio è anche un bel film di amici vecchio stile grazie al duo formato con un comodissimo Pedro Pascal nel ruolo del fan ingenuo che si gode a pieno un sogno d’infanzia. I due attori ci portano un commovente bromance in cui ogni sequenza, anche la più tesa, mostra una vera complicità. In un momento in cui a Hollywood piace giocare la carta meta e fan service con tutte le salse con il massimo cinismo, A Talent in Solid Gold deve respirare la sua sincerità.

Nicholas Cage contro Hollywood

A Solid Gold Talent tocca una delle sue più grandi figure e coglie l’occasione per offrire la propria riflessione sull’industria hollywoodiana. Rompendo più di una volta la quarta parete, il lungometraggio gioca con doppi livelli di lettura annunciando costantemente gli eventi che seguiranno attraverso i suoi dialoghi intorno alla creazione cinematografica.

@metrofilms

Quando i nostri personaggi disapprovano la necessità di fare colpi di scena per attirare l’attenzione dello spettatore, è quello di subire quegli stessi colpi di scena pochi minuti dopo. Critica agli sforzi ormai di marketing intorno alla produzione minore, il film cade completamente nella seconda metà, come se fosse inevitabile. Il film introspettivo sugli amici si trasforma quindi in una commedia d’azione schietta e trascinante. L’interesse del film inizia quindi a sgretolarsi, come se volesse intenzionalmente affondare se stesso per sostenere le sue affermazioni con l’esempio. Un processo interessante, ma fin troppo rischioso, tanto più che finiamo per chiederci se questa strategia non nasconderebbe la realtà di una mancanza di contenuti, una volta che l’idea originale è ben avviata. La verità sta sicuramente tra i due.

@metrofilms

Imperfetto, ma generoso. Pazzo, ma codificato. A Talent in Solid Gold è un film con due facce che si guardano. Fortunatamente, queste facce sono quelle di “Nick fu**iiiiiiiiing Cage”, come dice lui stesso in modo così bello. E ha ragione.

il suo ex marito Jérémy Chatelain risponde in contanti per proteggere la figlia Annily

Alicia (Sposato a prima vista 2022) e Bruno: svelato questo grande segreto, lontano dalle telecamere