in

“Oggi devi portare qualcosa di nuovo per sfondare nella musica”, afferma Mary Milton

In audizioni alla cieca e combattimenti, Servizi di Mary Milton si sono scompigliati i capelli. l’energico Cannes si è distinta per titoli pop risoluti, firmando Ariana Grande, Jessie J e Nicki Minaj per il primo e Christina Aguilera per il secondo.

Nella corsa ai combattimenti incrociati questo sabato sera, la pupilla di Amel Bent “mostrerà un nuovo aspetto della sua personalità”. Con una ballata. Poco prima della messa in onda di questa fase cruciale dell’avventura La voce ha confidato il cantante 25enne, nato a Evreux 20 minuti† Sul suo viaggio per arrivare qui e sulle sue ambizioni per il futuro.

È da molto tempo che provi i casting per “The Voice”. E quest’anno, grazie al duro lavoro, ha dato i suoi frutti…

Sì, sono stato preso dopo cinque anni di fallimento. Cinque anni fa sono finito alla Diamond School [une école des arts de la scène à Cannes] dove ora sono allenato tre volte a settimana. Allo stesso tempo, ho ottenuto un Bac + 2 nel commercio. I miei genitori mi hanno incoraggiato ad avere un background, mi hanno sempre sostenuto ma mi hanno anche avvertito che la musica era molto insicura e avevano ragione. Dall’estate mi esibisco saltuariamente e principalmente in hotel con la mia cara, che canta e suona la chitarra.

Julien Thisse, il tuo compagno, è un ex candidato per lo spettacolo. Che consiglio ti ha dato?

Essere me stesso al 100% e divertirmi. Io sono qui per amore della musica, non per la competizione. Più mi affezionavo ad altri talenti. Abbiamo girato tra dicembre e febbraio, quando l’epidemia ha raggiunto il picco. [de Covid-19]† Siamo stati messi in una bolla sanitaria nell’hotel e abbiamo creato legami molto forti. Gli allenatori ci hanno detto che quest’anno eravamo in un’edizione molto speciale. Ed è per questo che mi vedi piangere molto. Sono ipersensibile, ma perdo anche amici. Durante i combattimenti ho affrontato Ambriel che frequenta la mia stessa scuola. Non è stato davvero il momento migliore. Li porto con me.

Cosa dobbiamo aspettarci questo sabato sera, prima delle battaglie incrociate?

Sto cambiando completamente registro. Vedremo un altro lato di me, della mia personalità, con una ballata. Cadrò contro la squadra di Vianney. Sarà molto emozionante, con ancora molte lacrime. Di solito mi piace molto quello che si muove, quello che c’è nell’energia. Ma sono contento che il pubblico possa vedere cos’altro ho da offrire.

Il tuo credo è principalmente musica pop? Con quale ispirazione?

Sì. Ma sono davvero cresciuto con il soul, il jazz, Aretha Franklin, Nina Simone, Frank Sinatra e grandi voci americane. Oggi prendo molta ispirazione per le composizioni di Ariana Grande, Jessie J e Doja Cat in particolare.

Esatto, stai lavorando ai tuoi primi titoli…

Sto lavorando al mio primo singolo, in uscita poco dopo lo spettacolo, con la Universal. Sarà chiamato confidare e il clip è già registrato. Sto anche lavorando a un EP.

Pensi che partecipare a un programma come “The Voice” sia un must per fare carriera nella musica?

Dà un’enorme visibilità, una vera spinta. È un trampolino di lancio. Ma non è tutto. In ogni caso, so benissimo che devi lavorare senza sosta per poter realizzare i tuoi progetti. È vero che è meno facile di prima, devi portare avanti un nuovo concetto, qualcosa che non si vede necessariamente, per sfondare. Devi essere presente sui social network, creare una community. Ci sto provando, a poco a poco. Ma sono davvero consapevole dell’idea di lavorare dopo 5 anni di lotte. Oggi riesco a guadagnarmi da vivere di musica grazie alle esibizioni che faccio, ma ovviamente mi piacerebbe raggiungere più persone.

“Non dimenticare i testi”, “Top Chef”, “Camping Paradis”… Uno sguardo alla TV retrò della settimana

Fantastici Quattro: il regista Jon Watts (Spider-Man No Way Home) lascerà il prossimo film del Marvel Cinematic Universe