in

questo nuovo terribile colpo all’animatore…

Michel Drucker fa molta strada Ha anche affermato di aver visto la morte in faccia. Ma anche la paura della morte non riuscì a tenerlo lontano dal pubblico troppo a lungo. Sebbene questi medici gli consigliassero di aspettare un anno e mezzo prima di riprendere le sue attività professionali, riuscì a convincersi ad aspettare solo sei mesi. Tuttavia, i lettori diobjeko sappi che Michel Drucker non è venuto da una brutta influenza. Fu vittima di diversi interventi chirurgici a cuore aperto. Ha dovuto combattere contro un batterio virulento e ha quasi dovuto amputargli una gamba. Ma quadruplo intervento di bypass coronarico o meno, non riesce ad abituarsi all’idea di continuare la sua vita senza la sua passione.

Qui però le cose si complicano di nuovo per Michel Drucker. poiché secondo Domenica in Franciail pubblico si mobilita sempre meno per assistere al suo nuovo spettacolo, Da te a me. Un secondo spettacolo che segue lo spettacolo chiamato solo con te† Come farà l’animatore più famoso a far fronte a questo nuovo colpo? Ti spieghiamo tutto noi!

Michel Drucker torna al suo pubblico

Quando l’animatore più famoso afferma di non poter vivere senza passione, è per spiegare che non può fare a meno del suo lavoro in televisione o sul palco. In effetti, è letteralmente dipendente dal pubblico. Un maniaco del lavoro, Michel Drucker sente senza dubbio che la tranquillità è come morto† Quindi, pur sapendo che rischiava di rimanere sul tavolo da biliardo, pensava solo al suo ritorno alla televisione e al teatro. Tuttavia, non era niente che infastidiva il taulier della TV.

“I batteri, apparentemente non troppo cattivi, hanno infettato il cuore e causato la sepsi con un germe che aveva colpito la valvola mitrale, ma anche la milza e il rene. (…) Questo batterio purtroppo ha colpito anche l’arteria della gamba destra, che potrebbe essere stata amputata. Siamo riusciti a sbloccarlo, ma la valvola era ancora infetta. Il chirurgo poi mi ha detto: ‘Non possiamo più aspettare. †ha detto Michel Drucker di farne parte Golgota nelle colonne del parigino.

Più tardi, più in forma, ha accettato un’intervista per… dalle sette alle otto su TF1. Audrey Crespo-Mara ha poi discusso di questa ossessione per il lavoro con Michel Drucker. Perché dovrebbe volerlo? finire i suoi giorni sul palco, al lavoro, invece di godersi il tempo libero e il meritato riposo? Perché non riesce a convincersi a ritirarsi? Michel Drucker risponde sinceramente a tutte le domande del giornalista. E lui ammette, objeko ammettere che la sua posizione può sembrare irrealistica. “Obiettivamente ero convinto di essere indistruttibile. †, ha detto su TF1 in quel momento. Quindi aggiungi: “Non voglio paragonarmi a Molière, ma quando Dalida ha cantato ‘Dying on stage’ l’ho capita molto bene.

“Diciamo che è inossidabile, lo chiamiamo “le taulier”! A quasi 80 anni, Michel Drucker non ha intenzione di appendere i guanti al chiodo. Solo un anno fa era prossimo alla morte: batteri nel sangue, sepsi, chirurgia a cuore aperto e chirurgia del triplo bypass… È “Il ritratto della settimana”, alle 19:30 su @tf1. †Audrey Crespo-Mara ha scritto sul suo account Instagram il 23 gennaio.

Disinteresse pubblico?

Detto questo, nonostante questa determinazione, anche questa caparbietà, Michel Drucker avrebbe potuto… problemi per raggiungere i suoi obiettivi. Infatti, se vuole “morire sul palco”, le sale devono riempirsi. In quale altro modo può suonare il suo spettacolo? Oro, objeko te l’ho detto sopra, secondo i nostri colleghi della rivista Domenica in Franciail pubblico è scomparso. “Lasciato cadere, abbandonato, tradito dal suo pubblico, il nostro attore in erba ora recita solo in stanze semivuote. †, possiamo leggere in particolare nelle colonne della rivista. Tuttavia, come sottolineano i nostri colleghi della rivista Pubblicoalcune delle città citate da Domenica in Francia in realtà ha solo posticipato lo spettacolo di Michel Ducker.

Forse Michel Drucker, con un po’ più di tempo per lui, può fare più promozione? Infatti, se vuole riempire i teatri, il… pubblico sappi che suona in tutta la Francia. Dall’apice dei suoi 79 anni e nonostante le recenti difficoltà che ha dovuto affrontare, l’ospite non molla la questione.


Elden Ring: una mod trasforma il gioco in un classico gioco di ruolo degli anni ’90

Amazon, 1/3 dei lavoratori negli Stati Uniti e il 50% degli infortuni nei magazzini.