in

Quinté+: Mika d’O può fare bene a Quinté+ questo giovedì 24 marzo a Saint-Cloud

Gli antipasti di Quinté+ giovedì prossimo 24 marzo

Le forze presenti

Sul podio di due Quinté+ al PSF di Cagnes il mese scorso, MIKA D’O (2) ha anche titoli sull’erba. Nel complesso, molto coerente, questo approccio attendista dovrebbe comunque vendere a caro prezzo le sue opportunità in quest’area.

Già vincitore a questo livello lo scorso anno e autore di un vittorioso ritorno a Chantilly, il massimo dei pesi massimi BERKANE (1) formerà l’opposizione con KAMSSIO (7)che ha appena raggiunto l’obiettivo per il suo primo tentativo di handicap.

Approvato al terzo posto il 24 gennaio in un Quinté+ a Cagnes, HAVI ASSOR (3) merita anche lode in questo lotto con PICCO GHIACCIAIO (4)attualmente pienamente in possesso delle proprie risorse.

In vista del suo ritorno a Mont-de-Marsan, TROFEO DI CARTA (5) non può salire di una categoria. Completa la nostra scelta con TIBET (8)sconfitto di poco nel suo ultimo tentativo al PSF di Chantilly, e LEGGENDA (14)da seguire da vicino per il suo ritorno.

Il pronostico di Guillaume Luyckx

Gli antipasti nel dettaglio e il parere dei professionisti

1 – BERKANE

Vincitore la scorsa estate di un Quinté+ a Deauville, questo figlio di Adlerflug, dopo quattro mesi di assenza, è appena tornato trionfante in una Classe 1 a Chantilly. Nonostante il suo peso, avrà logicamente molti seguaci.

Mauricio Delcher-Sanchez, allenatore:

“In ritardo e apprezzato, Berkane (1) ha appena vinto bene per il suo ritorno in Classe 1. Pensiamo che sia capace di un buon bambino di 4 anni. Prima di passare a voli di livello superiore, qui trova la categoria di Quinté+ contro solo i suoi contemporanei. Nonostante il suo peso, ci aspettiamo che funzioni bene”.

2 – MIKA D’O

Sul podio di due Quinté+ al PSF di Cagnes il mese scorso, questa aspirante ha anche titoli sull’erba. Nel complesso molto coerente, dovrebbe comunque vendere a caro prezzo le sue opportunità in quest’area.

Heike Frohburg, co-allenatore:

“L’ultima volta Mika d’O (2) è stato lento a trovare il passaggio che gli è costato una classifica migliore. Andrà meglio su questa distanza di 2.400 metri e andrà su tutti i terreni. Ci aspettiamo un’altra ottima prestazione”.

3 – HAVIASSOR

All’inizio di quest’anno terzo in un Quinté+ a Cagnes, questo residente di Christophe Ferland non ha confermato durante il suo ultimo tentativo. Se la distanza non è troppo grande per le sue capacità, può appellarsi a questo passo falso.

Christophe Ferland, allenatore:

“Haviassor (3) mi ha deluso un po’ l’ultima volta, ma il compito sembra più facile questo giovedì visto che affronta solo i bambini di 4 anni. Inoltre, dovrebbe essere meno sopraffatto dall’estensione della distanza e dal lungo rettilineo di Saint-Cloud. Ha i mezzi per riscattarsi”.

4 – PICCO DEL GHIACCIAIO

Nonostante sia stato penalizzato di 3 chili per il suo successo il 16 febbraio al PSF di Cagnes, questo figlio di Myboycharlie ha confermato la sua forma dieci giorni dopo finendo quarto in un Quinté+. Al suo slancio, merita ancora credito.

Heike Frohburg, co-allenatore:

“Glacier Peak (4) ha corso molto bene l’ultima volta prima del suo ritorno in questa categoria, anche se quel giorno il ritmo era troppo veloce per lui. Sarà più a suo agio sui 2.400 metri e punterà ancora una volta a un posto in questo Quinté+”.

5 – TROFEO DI CARTA

Anche se assente dal suo fallimento lo scorso 18 ottobre in un Quinté+ a Clairefontaine, questo castrone ha appena fatto una convincente rimonta a Mont-de-Marsan (secondo). Qui punta più in alto, ma avrà la sua buona forma davanti a sé.

Ramon Avial-Lopez, allenatore:

“Paper Trophy (5) ha avuto un’ottima rimonta a Mont-de-Marsan. È in una forma meravigliosa. Ora deve dimostrare la sua competitività a questo livello nel valore 37. Predilige il terreno morbido. Spero che trovi un posto in questo Quinté+”.

6-GALAWAY

Dominato rapidamente contro i suoi più anziani nel Quinté+ del 1° febbraio a Cagnes, questo nativo di Yoann Bonnefoy è stato poco più pericoloso ultimamente in una Classe 2 qui. In questo lotto interesserà particolarmente gli amanti degli estranei.

Yoann Bonnefoy, allenatore:

“Per il suo primo tentativo a questo livello, Galaway (6) ha trovato un compito complicato contro i suoi anziani nella sua penultima uscita. Da allora, ha corso con onore a Saint-Cloud mentre si preparava a questo evento. Ora funziona molto bene, ma ora dobbiamo vedere se vale un Quinté+. Su questo terreno sarà aiutato dalla distanza. Spero di ricevere benefici”.

7-KAMSSIO

Per il suo primo tentativo di handicap, questo figlio di Kendargent ha colpito nel segno al PSF di Chantilly il 12 febbraio. Nonostante sia stato penalizzato di 3 chili per questa vittoria, sembra incapace di continuare.

Stephane Gouyette, allenatore:

“Comprato lo scorso autunno, Kamssio (7) ora è cresciuto. Era molto ben messo insieme l’ultima volta e mi ha sorpreso. In presenza, è stato comunque multato di 3 chili e non può approfittare del congedo femminile qui. Avrei preferito vederlo a oltre 2.700 iarde, ma è muscoloso e ha tirato un buon numero di corde. Darà il massimo e mi aspetto una buona prestazione contro i soli 4 anni.

8 – TIBET

Già vincitore di un handicap a Deauville all’inizio di quest’anno, questo figlio di Style Vendôme ha quasi raddoppiato la sua scommessa durante il suo ultimo tentativo sulla fibra Chantilly. Anche se la costanza non è il suo forte, non possiamo ignorare le sue probabilità.

Carlos Lerner, allenatore:

“L’ultima volta, Tibbett (8) ha impiegato del tempo per trovare la sua azione poiché la distanza era un po’ corta per le sue capacità. È certamente capriccioso, ma quando è di buon umore, finisce molto bene le sue gare. Spero che vada d’accordo con Tony Piccone, che lo scoprirà. Più solido è il terreno, meglio è per lui”.

9 – BARC

Vincitore veloce di due handicap l’anno scorso, questo rappresentante di Gérard Augustin-Normand è assente dal 17 novembre. È difficile stimare il suo attuale livello di forma prima di questo inizio dell’anno scolastico.

David Smaga, allenatore:

“Nella sua ultima apparizione nel 2021, Barc (9) era stanco. Quest’inverno è rimasto a casa. Penso che questo perfetto puledro avrà una buona stagione e una buona carriera. Qui non ha tirato un numero di stringa molto favorevole. Vedremo.”

10 – GRACE BAY

Vincitore di handicap meno grave il 19 gennaio a Cagnes, per la sua prima apparizione al fianco di Christophe Escuder, questo castrone non ha confermato durante i suoi ultimi due tentativi in ​​Quinté+. Per gli amanti delle quote speculative.

Christophe Escuder, allenatore:

“Finalmente, Grace Bay (10) non ha trovato un compito facile contro i suoi anziani. Lo preferisco a questa distanza di 2.400 metri. Ha esaurito il margine e sta tentando la fortuna qui per quest’ultimo Quinté+, riservato solo ai bambini di 4 anni”.

11 – MAC LA TAMBOUILLE

Dotato di grande resistenza, questo nativo di Rodolphe Collet ha vinto due volte in handicap a lungo termine l’anno scorso. Assente dal 9 novembre, minaccia di trovare qui una traiettoria non sufficientemente flessibile per le sue capacità.

Rodolphe Collet, allenatore:

“Alla fine della scorsa stagione ad Angers, Mac La Tambouille (11) ha avuto un piccolo incidente uscendo dai box ed è arrivato coraggiosamente quarto. Questo cavallo leggero nel suo fisico ha trascorso l’inverno a casa e ne ha approfittato per fiorire bene. Ha una vera attitudine per terreni pesanti, anche appiccicosi. In un contesto del genere avrebbe avuto buone possibilità, ma questo ottimo cavallo di 3.000 metri non troverà la sua superficie preferita questo giovedì.

12 – ORRIBILE

Con chiari progressi alla fine della scorsa stagione, questo seguace di circuiti altamente flessibili ha concluso la sua stagione 2021 con tre successi di fila a Nancy. Assente dal 13 novembre, è qui all’inizio del suo primo Quinté+. Ho.

Yvonne Vollmer, formatrice:

“Fearless (12) ha iniziato a galoppare alla fine dell’anno scorso, quando le piste sono diventate più morbide. Il contesto non gli è per niente favorevole questo giovedì, ma deve fare la sua rimonta, soprattutto perché è pronto. Penso che possa brillare su questo valore in futuro, ma non nel campo attuale.

13 – SIA IL ROCK

Piacevole vincitore a fine gennaio in handicap a Cagnes, questo figlio di Fastnet Rock, invece, ci ha lasciato insoddisfatti durante le sue ultime due trasferte. Poiché è stato presentato solo quattro giorni di seguito, non l’abbiamo incluso nel nostro roster.

Cedric Boutin, formatore:

“Let There Be Rock (13) mi ha deluso domenica scorsa a Lione. Anche se stava andando avanti, non si è mai preoccupato della gara. Poiché non ha trovato difficoltà, si rifugia qui. Ha problemi di vista e giovedì riceverà paraocchi con uno scudo accecante. Questo sarà montato in posizione di attesa giovedì, ma rimane irregolare.

14 – LEGENDA

Seconda in handicap su questo percorso alla fine della scorsa stagione, questa nativa di Satoshi Kobayashi ha concluso la sua stagione 2021 con un successo in una vergine a Craon il 5 dicembre. Assente da quella data, deve ancora essere sorvegliata per il suo ritorno.

Satoshi Kobayashi, allenatore:

“Dopo una pausa invernale, Legend (14) si è preparato a questo handicap riservato solo ai bambini di 4 anni, ma sperando di trovarlo nella seconda prova. Inoltre, è molto meglio su terreni morbidi. Saremmo soddisfatti se occupasse un piccolo posto”.

15 – AVELLANEDA

Sul podio dei suoi tre tentativi pubblici nel 2021, questa puledra in ritardo sarà qui all’inizio del suo primo handicap questo autunno. Nonostante la sua mancanza di appello, non dovrebbe essere trascurata.

Carlos Lerner, allenatore:

“Avellaneda (15) proveniva da una buona famiglia abbastanza tardi e mostrava già qualità all’età di 3 anni. Vista la sua poca esperienza l’avrei preferita al secondo turno, ma in allenamento sta dimostrando un’ottima forma. Chiamato a brillare a questi livelli è molto maneggevole, più a suo agio sull’erba rispetto alla fibra ma avrebbe preferito un terreno più morbido.

16 – SE IO AILEA

Lontano dalle piste dal suo fallimento il 31 ottobre dello scorso anno in Val d’Or, anche questo nativo di Mikel Delzangles aveva fallito qui a giugno, in occasione del suo unico tentativo di Quinté+. Per il suo ritorno, la vedremo correre.

Mikel Delzangles, allenatore:

“Si J’Ailela (16) era un po’ stanca alla fine della sua stagione 2021. Ha iniziato a riprodursi questo inverno ed è tornata in ottima forma. Si è preparata bene, ma sta ancora tornando. Troverà la sua strada in questa categoria ma non sarà al 100% questo giovedì. Dovrà quindi affidarsi a un corso su misura per sperare di arrivare al traguardo.

Premi preferiti

Le statistiche di oggi

Il pronostico di 3 minuti

MacKenzie Scott, ex moglie di Jeff Bezos, dona 275 milioni di dollari a Planned Parenthood

Secondo una ONG, l’e-commerce non alimentare ha distrutto 85.000 posti di lavoro in Francia in dieci anni