in

Stéphanie fredda con Nicolas dalla trasmissione di “Koh-Lanta”

Quattro mesi dopo le riprese nelle Filippine, la candidata parigina 35enne è rimasta piacevolmente sorpresa nello scoprire tutte le cose negative che la sua compagna di squadra della squadra gialla pensava di lei in televisione.

salvato di poco alla fine del concilio dell’11° giorno di “Koh-Lanta, il totem maledetto”grazie a pareggio favorevole contro BenjaminStéphanie, invece, non ha potuto fare nulla quattro giorni dopo. intervistato dopo la messa in onda della quinta puntata martedì sera su TF1il croupier si fidava in particolare dei nostri colleghi star della tv di essere stato sorpreso dalle critiche che Nicolas le aveva rivolto nelle Filippine. “L’ho imparato in TV e fa male”lei disse. È molto spiacevole perché siamo tornati da “Koh-Lanta” a metà novembre e lui avrebbe avuto il tempo di fare quello che molti avventurieri fanno prima della trasmissione. Vale a dire per avvertirla delle parole molto dure che poteva tenere, che sono state trasmesse il 15 marzo.

LEGGI ANCHE – “La libido è in fondo alle mutandine”: sessualità, igiene, comfort… Gli aneddoti di Louana su “Koh-Lanta”

Durante l’undicesimo giorno da “Koh-Lanta, il totem maledetto”, quando la sua squadra gialla aveva appena perso un test di immunità, Nicolas aveva espresso il suo fastidio a Stéphanie, di cui non apprezzava il comportamento. Al campo, il 39enne Gardois pensava che il croupier parigino fosse troppo educato per essere visto correttamente dai suoi compagni di squadra. La sua scelta è stata fatta davanti a un consiglio in cui quest’ultimo era al centro dell’attenzione. “Sui test, non ci darà proprio niente. Non sa nuotare. Non ha ancora fatto il test dell’acqua, ma se andiamo lì, sarà un bagno di sangue, un massacro. […] Sarà un sacco di cemento. Per me Stéphanie non ha posto, è chiara e pulita”disse il gestore di un negozio di articoli sportivi.

LEGGI ANCHE – “Koh-Lanta”: cosa c’è negli zaini dei candidati?

“Il giorno della trasmissione, ci siamo scambiati messaggi sulla band e ho chiesto se qualcuno avesse detto qualcosa. Lui rispose: “No, per niente, ti adoro”»Stéphanie ha continuato con i nostri colleghi. “Non l’ha preso affatto, quindi gli ho dato un pugno in faccia durante l’episodio. Gli ho lasciato un messaggio per dirgli che anche se era solo un gioco e non era serio, non gli piacevo a quel punto, sapendo che non ho mai fatto nulla”. Pochi giorni dopo, i Nîmes gli hanno chiesto scusa. “C’è un raffreddore che non si muove, non importa. Non lo biasimo, ma so che non saremo amici. Mi piacciono le persone oneste”.

Questo nuovo gioco Ghostbusters promette serate sfrenate!

iPhone 14 Pro e 15 Pro: grandi cambiamenti nella prospettiva