in

Trent’anni di magia, ma un equilibrio finanziario mediocre

Nel 1985, quando disney, il gigante dell’intrattenimento, sta valutando l’apertura di uno dei suoi parchi di divertimento in Europa, esita tra due punti di partenza: Barcellona in Spagna o Marne-la-Vallée, una nuova città nella Seine-et-Marne, vicino a Parigi. La scelta americana viene seconda, con grande gioia del governo francese, che la vede come un mezzo per aumentare l’occupazione nella regione e sviluppare l’area.

Il 24 marzo 1987 Jacques Chirac, allora Primo Ministro, firmò l’accordo con Michael Eisner, Presidente del Consiglio di Amministrazione di La Walt Disney Company† Disneyland Paris, inaugurata il 12 aprile 1992, festeggia quest’anno il suo 30° anniversario.

Prima destinazione turistica in Europa ma pochi vantaggi

Disneyland Paris è diventata la principale destinazione turistica in Europa con 375 milioni di visitatori dalla sua apertura, ma sta attraversando diverse difficoltà. Se il parco divertimenti dell’azienda americana è sinonimo di magia e sogni, i risultati finanziari dopo tre decenni di attività sul suolo francese rasentano la delusione.

Spesso con un disavanzo, i conti di Topolino sono stati beneficiari solo sette volte. E come se non bastasse, Bercy ha riportato all’azienda un recupero di 88 milioni di euro a fine 2021. In questione un accordo finanziario che gli impedisce di pagare le tasse in Francia.

Annunciato un grande compleanno

Ma tutte queste difficoltà non sembrano rallentare il gruppo nello sviluppo della sua filiale nell’Ile-de-France. Dal 6 marzo sono iniziati i festeggiamenti e per l’occasione Disneyland Paris ha offerto i servizi della stylist Stella McCartney per un restyling Minni

“Volevo che Minnie indossasse il suo primo completo pantalone a Disneyland Paris, quindi ho disegnato uno dei miei abiti caratteristici, uno smoking blu, utilizzando materiali di provenienza responsabile”, ha detto la designer inglese, nota per il suo impegno ambientale, in un video trasmesso durante la conferenza stampa.

Un’altra novità per questi trent’anni: uno spettacolo quotidiano di 200 droni, progettato con il supporto dello specialista europeo Dronisos, con sede a Bordeaux. Gli organizzatori affermano che questa è la prima volta che un parco Disney utilizza i droni per uno spettacolo quotidiano sul suo castello. Un altro grande momento atteso per questo anniversario, l’apertura prevista per questa estate della nuova attrazione Avengers Campus, dedicata all’universo Marvel.

Elden Ring, Mappa: La mappa degli inferi ricreata in HD, con tutti i siti della grazia!

5 auto elettriche usate per sfruttare l’efficienza coreana