in

Utenti di Internet scioccati dalle voci pubbliche durante i combattimenti incrociati

Questo sabato 23 aprile, nella puntata di The Voice, i candidati si sono scontrati durante i combattimenti incrociati, irritando le scelte del pubblico;  Utenti di Internet.  Schermata TF1

Questo sabato, 23 aprile, nella puntata di The Voice, i candidati si sono scontrati durante i combattimenti incrociati e le scelte del pubblico hanno infastidito gli internauti. Cattura schermo TF1

Questo sabato, 23 aprile, un episodio inedito di “The Voice” è andato in onda su TF1. I candidati sono stati messi l’uno contro l’altro nella temuta e orribile prova del combattimento incrociato. Questa volta gli allenatori non avevano nulla da dire, ma le scelte del pubblico hanno fatto arrabbiare gli internauti.

Come ogni sabato sera, gli spettatori hanno avuto il piacere di una nuova puntata di “La voce”† La scorsa settimana a il numero massimo di battaglie di questa undicesima stagione 11 di Spettacolo musicale TF1Vianney ha attirato le ire degli utenti di Internet eliminando Henry contro Pauline. Ma il 23 aprile i quattro allenatori del programma hanno perso il controllo del voto. In questa nuova puntata di “La voce: la voce più bella”, la concorrenza era agguerrita. I candidati ancora in corsa hanno dovuto competere l’uno contro l’altro durante le battaglie incrociate. Questo è il passo “più temuto” di tutti i talenti, ma soprattutto dei giudici. E non per niente tutto può cambiare in un batter d’occhio.

Scopri il ritratto di Nikos Aliagas:

La fase delle battaglie incrociate è probabilmente la più strategica e precaria di The Voice. Ad ogni nuovo round, Nikos Aliagas stringe la mano a un allenatore, che per primo sceglie di sfidare uno dei suoi colleghi. Le due celebrità inviano poi uno dei loro talenti per un faccia a faccia particolarmente intenso. Ed è in definitiva il pubblico presente durante le riprese dello spettacolo che sceglie quale candidato può continuare l’avventura. Né Vianney, né Amel Bent, né Florent Pagny né Marc Lavoine possono influenzare in alcun modo la loro scelta.

“Si tratta di un pubblico con problemi di udito?”

Questo sabato Marc Lavoine ha aperto il pallone contro l’amico Florent Pagny. E questa prima battaglia incrociata della sera iniziò in apoteosi. Due “guerrieri” si sono scontrati sul palco di “The Voice”. Sia Maestrina che Jade hanno dato esibizioni mozzafiato, ma il pubblico ha finalmente dato un’altra possibilità al candidato di Florent Pagny… Con grande sgomento degli internauti. Con il progredire dei primi concerti, si sviluppò una vera spaccatura tra i Twitos e coloro che furono requisiti per votare. Quando hanno scoperto i talenti selezionati, gli abbonati di Twitter hanno pianto ferocemente. Se alcuni hanno addirittura accusato i voti di “truffe, altri hanno iniziato a parlare del secondo turno delle elezioni presidenziali, che si svolgeranno domenica 24 aprile”. “Il pubblico di Voice non può votare domani”, ha twittato anche un surfista, con aria preoccupata.

Nel corso della serata, però, la tendenza si è progressivamente invertita. Se la prima parte di “The Voice” scatenava passioni perché le voci del pubblico erano l’opposto delle preferenze dei Twitos, le opinioni convergevano durante il passaggio di Caroline Costa. Il candidato di cui tanto si è parlato è stato scelto all’unanimità dai presenti in aula.

Un pubblico pro canzoni francesi?

Tuttavia, alcuni utenti di Twitter hanno evidenziato un dettaglio che li ha un po’ infastiditi. Per gli utenti di Internet, il pubblico ha preferito solo candidati che cantassero canzoni in francese…

Quindi ci sono stati molti colpi di scena in questo episodio di “The Voice” poiché la produzione ha messo una piccola novità alla prova del combattimento incrociato. I quattro allenatori avevano ciascuno diritto a un jolly, che permetteva loro di arruolare un candidato della propria squadra.

Potrebbe interessarti anche questo contenuto:

Ligue 1 – Day 34 – Monaco vince a Saint-Etienne (1-4) e sale sul podio

Marc Madiot su Thibaut Pinot: “Ha questo potenziale per esprimere i suoi stati d’animo”