in

220 dirigenti sportivi francesi chiedono la RN. bloccare

Presidenti di federazioni, eletti, dirigenti e volontari di associazioni si posizionano a favore di Emmanuel Macron in vista del 2e turno delle elezioni presidenziali.

Dopo la convocazione, a inizio settimana, di una cinquantina di atleti di oggi e di ieri a Marine Le Pen. bloccare, continua a mobilitare il mondo dello sport per le elezioni presidenziali. 220 leader di federazioni, funzionari eletti, dirigenti e volontari di associazioni hanno firmato un forum pubblicato da Il gruppo in cui si posizionano contro il Raduno Nazionale per il 2° round di domenica 24 aprile. Il presidente dell’OL Jean-Michel Aulas, l’ex judoka e ministro David Douillet e persino il direttore generale della Coppa del mondo di rugby 2023 Claude Atcher chiedono a Emmanuel Macron di votare. Ecco il loro forum:

“Noi presidenti di federazioni, dirigenti e volontari di associazioni, eletti responsabili dello sport, dirigenti e dipendenti di strutture sportive o semplici giocatori impegnati nel mondo dello sport, ci mobilitiamo contro l’elezione di Marine Le Pen e l’arrivo di diritto -estremisti di ala alla testa del Paese.

VEDI ANCHE – La sessione di sciopero del “MNM” per il Classico

Le sue rare opinioni sullo sport rivelano una visione nazionalistica e stigmatizzante che va in contrasto con i valori su cui si basa il nostro impegno sportivo. Nel progetto Rassemblement National le misure per lo sport puntano solo sui club”diventano vere e proprie agenzie di reclutamento sia per l’estremismo religioso che per la delinquenza“Federazioni e società sportive sono state avvertite, il governo”.urgente bisogno di riprendere il controllo“. Per Marine Le Pen, “Il mito”Nero, bianco, arabo“a causa della vittoria della squadra francese nel 1998 si è estinto”.

Giocatori impegnati nel mondo dello sport, siamo orgogliosi quando lo sport è al servizio della lotta al razzismo; quando gli atleti lottano per la fratellanza, l’uguaglianza tra donne e uomini o quando combattono contro l’omofobia e ogni forma di violenza. Siamo orgogliosi quando lo sport dimostra di essere un potente veicolo di inclusione nei nostri quartieri e nelle nostre campagne; quando funge da ascensore sociale per giovani di diversa estrazione. Siamo orgogliosi quando lo sport è il portabandiera dei valori repubblicani.

Il nostro Paese si prepara ai Giochi Olimpici e Paralimpici del 2024. Questo evento è un’occasione storica per dare finalmente allo sport il posto che merita: fare dello sport un pilastro per i giovani, dalla prima infanzia all’università. renderlo veramente accessibile a tutti, ovunque sul territorio, di tutte le età e qualunque siano le possibilità di esistenza; utilizzarlo ancora di più nella politica sanitaria; sostenere un progetto europeo per preservare il nostro modello sportivo, i nostri club e i nostri campionati; fare dello sport un potente motore di inclusione sociale e sviluppo economico.

Pertanto, a titolo personale e al di là della diversità di convinzioni che abbiamo potuto esprimere al primo turno, chiediamo il blocco dell’estrema destra votando per Emmanuel Macron il 24 aprile.

I 220 firmatari:

Jean-Philippe Acensi, Michael Aloisio, Jean-Michel Aulas, Claude Atcher, Philippe Bana, Béatrice Barbusse, Marie Barsacq, James Blateau, Thierry Braillard, Virgile Caillet, Michel Callot, Dominique Carlac’h, Betty Charlier, David Douillet, Martine Duclos Jacques-Henri Eyraud, Loïc Fery, Valérie Fourneyron, Brigitte Henriques, Céline Jobert, Frédérique Jossinet, Nicolas Julia, Marie-Amélie Le Fur, Olivier Letang, Véronique Moreira, Stéphane Nomis, Marie-Sophie Obama, Philippe Oddou, Ludovic Roye, Didier Seminet, Jean-Pierre Siutat, Eric Tanguy, Robins Ttchale-Watchou, Magali Tezenas du Montcel, Anne Tournier-Lasserve, Patrick Vajda, Jean Zoungrana, Claire Allard, Frédéric Alliot, Nadir Allouache, Bernard Amsallem, Colette Andrusyszyn, Thibault Aoustin Antoine Aubour , Christian Babonneau, Yanis Bacha, Véronique Barre, Pierre Barthelem, Aïmane Bassiouni, Marc Batard, Vincent Batigne, Patrick Bayeux, Jean-Marie Bellicini, Sébastien Bequart, Julien Berenger, Charles-Henri Bernardi, Kévin Bernardi, Sylvain Berthenod, Alain Bertholom, Didier Besseyre, Maël Besson, Gladys Bezier, Leslie Bigini, Philippe Biro, Antony Bloch, David Blough, Yves Boissière, Richard Bouigue, Frédéric Bouix, Emeline Bourre, Jérémy Botton, Patrick Braougonec, Alexandre Braougonec Jean -Christophe Breillat, Jacques Bungert, Axel Carree, Alain Carrière, Brice Chambard, Laurent Chambertin, Mathieu Charpentier, Vincent Chaudel, Margot Chave, Yacine Chikhi, Laurent Choukroun, Vincent Chupin, Laurent Ciubini, Isabelle Collette, Bernard Comment, Arnaud Courtier, Clément Darras, Armand de Reendinger, Audrey Delacroix, Frédéric Delannoy, Jean-Luc Denechaud, Séverine Desbouys, Brigitte Deydier, Rémi Dhalluin, Frédéric De Meglio, Louis Dieu, Edouard Donnelly, Jacques Donzel, Philippe Doucheot, Lilia Du Buisonhech Dufeigneux, Françoise Dussere, Julie Eissen, Daniel Emelin, Claude Fauquet, Charlotte Feraille, Charles Ferreira, Michel Filliau, Arnaud Flanquart, Laurence Frère, I an-Françoi s Froustey, Arnaud Gandais, Bruno Gares, Pascal Gentil, Charlotte Gigard Fabre, Jean-Marc Gillet, André Giraud, Carole Gomez, Cédric Gosse, Jean Gracia, Alexis Gramblat, Pascal Grizot, Philippe Grunenbaum, Jean-Baptiste Guegan, Patrick Guillou, David Guillouf, Fabrice Halipre, Stéphane Hatot, Nathalie Henaff, Benoît Henry, Karim Herida, William Heude, Cyril Jacobsen, Emmanuelle Jaeger, Régis Juanico, Skander Karaa, Jean-Pierre Karaquillo, Hakim Khelaf, Roland Krzentowski, Lionel Lacaze, Romain Lachens, Bruno Lalande, Philippe Lamblin, Clotilde Larrose, David Lazarus, Sylvie Le Maux, André Leclecq, Jean Leclercq, Kévin Legrand, Yoann Lemaire, Anne-Marie Lemoine, Rémi Leonetti, Christophe Lepetit, Arnaud Leroux, Gatien Letartre, Aurélie Lienhart, Philippe Lot Jean-Jacques Lozach, Aymeric Magne, Laure Martin, Jérôme Martin, Tony Martin, Laurent Martini, Alain Martres, Florence Masnada, Denis Masseglia, Cédric Messina, Thierry Messina, Gaëlle Millon, Olivier Monnat, Gilles Meertton, Jean -Jacques Mulot, Grégory Murac, Michèle My, Michel Naniche, Guillaume Naslin, Dominique Nato, Jean-Michel Oprendek, Xavier Parenteau, Valérie Pasquier, Johann Pellicot, Frédéric Pereira, Bertrand Perrin, Jean-Claude Perrin, Clément Picard, Julien Pierre, Marie-Françoise Potereau, Pierre Rabadan, Claire Rabes, Patrick Ranvier, Thomas Remoleur, Philippe Renaud, Stéphane Renaud, Antoine Richard, Souad Rochdi, Florence Rodes, Vincent Roger, Mickael Romezy, Sébastien Rouault, Jean-Emile Rouaux, Yann Roubert, Bénédicte Rouby, Paul-Emile Saab, Hassane Sadok, Lahcen Salhi, Charles Salmon, Maxime Sauvage, Gilles Segionale, Arnaud Simon, Serge Simon, Romain Sombret, Bruno Storai, Bouabdellah Tahri, Alain Talarmin, Thierry Teboul, Cédric Terret, Alain Toledano, Alain Valentin, Jean-François Vilotte, Jean Vintzel, Patrick Wolff, Claude-Hélène Yvard-Guermonprez, Soria Zidelkhile, Nathalie Zimmerman.


VEDI ANCHE – Presidenziali 2022: “Chiedo ai francesi, vista la posta in gioco, di votare per Emmanuel Macron”, annuncia François Hollande

Rubis nega di essere responsabile della carenza di carburante in Kenya, notizie su Società

un embargo europeo sul petrolio russo “ci vorranno mesi”