in

Alex Caruso, il mostro discreto ha colpito ancora

Non è la prima volta che ci stupiamo dell’abilità di Alex Caruso qui. Come molti uomini che perdono i capelli prematuramente Il giocatore dei Chicago Bulls è stato uno storditore frequente da quando ha giocato per i Los Angeles Lakers e ciò che i suoi ex compagni di squadra hanno visto di lui la scorsa notte in Gara 2 contro Milwaukee deve aver ricordato loro quanto sarebbe stato prezioso per loro quei giorni. Caruso, alias “The Divine Bald”, è stato monumentale sul pavimento dei Bucks per aver aiutato i Bulls a tornare sull’1-1. Ricorderemo ovviamente la prestazione di DeMar DeRozan, autore di 41 punti dopo aver svitato in gara 1. Ma senza Alex Caruso, è probabile che Chicago abbia organizzato gara 3 conducendo 2 a 0.

Aderendo al rigoroso piano statistico, difficilmente sottolineeremo le realizzazioni di Caruso. Titolare di questo evento, ha raccolto 9 punti (a 3/8, solo 3 punti canestri), 10 assist, 2 rimbalzi, 2 palle rubate e 2 stoppate. Per sottolineare ancora di più il suo contributo, possiamo ricordare che non ha perso un solo pallone in 38 minuti di gioco e che ha la migliore +/- differenza della partita con un bel +16. Tuttavia, essere soddisfatto del contenuto crittografato sarebbe un insulto a ciò che ha effettivamente causato sul campo.

Mentre Giannis Antetokounmpo stava preparando una partita con 33 punti, 18 rimbalzi e 9 assist, Alex Caruso ha rivolto il suo QI difensivo e l’attenzione al Greek Freak. Nel complesso è una perdita di tempo, perché Giannis è inarrestabile a fine partita, quando ha deciso che era ora di passare la seconda partita. I Nets e i Sixers lo sanno. Caruso è riuscito a privare l’MVP delle finali 2021 della possibilità di essere il re del tempo denaro. Tagliandolo fuori palla il più possibile e trattenendolo così intensamente negli ultimi minuti da spingerlo in un fallo offensivo a 5 secondi dalla fine per confermare la vittoria dei Bulls.

L’ex giocatore dei Lakers ha guidato le mosse dei compagni e, al culmine del buon periodo di inizio stagione della sua squadra fino all’infortunio, ha fatto le scelte giuste che a prima vista erano impercettibili. In attacco, come in difesa, anche se è per quest’ultimo settore che lo lodiamo ancora oggi. Ci sono anche alcune scale visibili, come questo passaggio, uno dei 10 che ha realizzato sul pavimento del Fiserv Forum.

Se hai dei dubbi sul posto di Alex Caruso nella gerarchia degli spogliatoi dei Bulls, ti consigliamo di dare un’occhiata alla clip pubblicata sull’account Twitter del franchise poco dopo la partita. Vediamo Billy Donovan congratularsi con i suoi giocatori in un breve discorso e fermarsi quando vede il suo playmaker rivendicare la parola. Non sono DeMar DeRozan, Zach LaVine o Nikola Vucevic, più All-Stars, o Tristan Thompson, l’unico altro campione NBA del girone, a sfidare per primi i loro compagni, ma Caruso.

“Ora abbiamo automaticamente il vantaggio. Ma è la natura umana: abbiamo appena vinto, loro hanno appena perso e loro saranno la squadra più affamata in Gara 3. Goditi questa vittoria. Impara da essa. E torna con la stessa mentalità per la prossima partita .”

Tornerà con le stesse armi e la voglia di dare una scossa al campione NBA, questo è certo.

CQFR: Embiid uccide Toronto ai supplementari, DeRozan si sveglia forte

Wall Street cade mentre la Fed segnala una politica aggressiva – 21/04/22 alle 23:06

la professione dei dipendenti Scopelec minacciati di licenziamento