in

arrabbiati, i Bad Gones annunciano il loro boicottaggio della partita contro il Bordeaux

Dopo la triste eliminazione al termine dei quarti di finale di Europa League contro il West Ham, i Bad Gones sono arrabbiati. Gli ultras di OL lo hanno affermato venerdì in un comunicato stampa, annunciando il loro boicottaggio per la partita di Ligue 1 di domenica prossima contro il Bordeaux.

Un weekend di boicottaggio in Ligue 1. Se i membri del Collectif Ultras Paris (CUP) sono “presenti ma tranquilli” per la “Classic” questa domenica, i Bad Gones salteranno l’incontro della 32a giornata contro il Bordeaux domenica prossima (17 :05:00). I sostenitori di OL hanno espresso il loro “disgusto, rabbia, amarezza, disgusto” per “le conseguenze di una serata da incubo” in un comunicato stampa questo venerdì.

Dopo il pareggio ottenuto all’andata (1-1), l’OL è crollato giovedì al Groupama Stadium (3-0), durante i quarti di finale dell’andata di Europa League. “Ancora una volta i giocatori non ci sono stati, rimpiango i Bad Gones. Non è la sconfitta che incolpiamo, sappiamo accettarla (…) un sapore più che amaro in bocca…”

Gli ultras del Lione puntano il dito contro una squadra che è “solo la somma di individui senz’anima e senza spirito”. Si chiedono anche quale sia la responsabilità di Peter Bosz: “Come i suoi predecessori, incontra gli stessi problemi con uno staff decisamente diverso… Allenatori e giocatori in forma, ma la mentalità resta”.

“Il cuore per ora non c’è più”

Se i tifosi pensano di aver mostrato “grande pazienza”, li invitano a “guardare più in alto”. “Se per anni le comunicazioni del club non sono state altro che alberi che nascondono la foresta, dichiarazioni fragorose per rassicurare gli azionisti, non sorprende più che l’anima e l’identità del club si stia sgretolando mentre l’EBITDA e il bilancio migliorano, i Bad Addressing Gones. Come possiamo chiedere ai nostri giocatori di avere la cultura della vittoria, quando la dirigenza perdona, si scusa e spiega ogni delusione e negligenza?”

I Bad Gones incoraggiano tutti i loro membri a non andare allo stadio Groupama questa domenica, invitano la squadra a fare il lavoro” e dimostrano “di avere un pizzico di orgoglio”. “Per ora il cuore non c’è” Attualmente 10° in campionato con 46 punti, sei punti dietro Strasburgo (5°), OL non ha più il diritto di sbagliare a fine stagione se vuole prendere un posto in Europa.

Nazionale: la corsa Stella Rossa-Sète interrotta dai fumogeni e poi definitivamente interrotta

Tre anni dopo, il festival di Coachella torna in California