in

ATP Belgrado: Novak Djokovic in semifinale dopo la vittoria su Miomir Kecmanovic (4-6, 6-3, 6-3)

Novak Djokovic l’ha fatto di nuovo! Ancora turbato al primo turno contro un connazionale in questo torneo di Belgrado 2022, il numero uno del mondo ha trovato i mezzi necessari per battere Miomir Kecmanovic in 2h16 (4-6, 6-3, 6-3). Qualificata ai quarti di finale della competizione, la detentrice del titolo affronterà in semifinale la vincitrice del duello tra Karen Kachanov e Thiago Monteiro. Nonostante un certo ritardo nell’accensione, il serbo sembrava prendere slancio per tutta la partita e così continua a ritrovare la sua forma per il Roland-Garros. La concorrenza è stata avvisata…

3:21 contro Laslo Djere, 2:16 contro Miomir Kecmanovic. In totale, Djokovic ha già giocato 5:37 sulla terra battuta a Belgrado in sole due partite. Ma nei suoi due combattimenti ad alta intensità, Djoko è uscito vittorioso ogni volta. Sulla sua terra, il tre volte vincitore del torneo nel 2009, 2011 e 2021 ha iniziato il meeting in stile diesel. Rotto nella terza partita della partita alla prima occasione che ha avuto il suo avversario, Djokovic sembrava preso in prestito sia fisicamente che tecnicamente. È molto semplice: al 49′ del primo set, Djokovic non ha ottenuto il break point al servizio dell’avversario. Quarto di finale a Indian Wells e Miami in questa stagione, Kecmanovic non ha mostrato segni di debolezza e logicamente ha vinto il primo set (6-4).

ATP Belgrado

Vicino alla scogliera, Djokovic manda via Djere dopo una maratona di 3h21

UN GIORNO FA

Ha scoperto che la frattura non stava più venendo fuori

Ma all’inizio del secondo round, Djokovic si è imposto di recuperare il suo vero potenziale. Minacciato durante il suo faccia a faccia, Kecmanovic ha liberato due breakpoint portandolo sull’1-1. Proprio come nel primo set, è riuscito a sfondare in vantaggio per 2-1. Tuttavia, il numero sette del torneo non ha potuto fare nulla per il dominio progressivo di Djoker, più a suo agio sulla seconda palla (73% dei punti conquistati contro il 54%). Da quel momento in poi, Djokovic si precipitò sulla breccia per non uscire mai più. Sovrano in cambio, il fuoriclasse al Roland Garros ha impedito all’avversario di confermare il break, poi ha rotto e portato in vantaggio per 5-3, il servizio sarebbe seguito. In retrospettiva, la fine del set era solo una formalità (6-3).

Bloccato nel turno decisivo con un pubblico vinto per la sua causa, Djokovic non ha più permesso al suo avversario di credere nella vittoria assoluta. Dopo uno shutout pieno di autorevolezza per pressare e raccogliere Kecmanovic sul 3-3, Djoko affina il gioco con un primo ritrovato (83%) e ritorni diabolici. Con un dritto vincente, il fuoriclasse in carica ha rotto sul 4-3 per scatenare la sua gioia in campo. Dominato dal padrone del posto, Kecmanovic non poteva che inchinarsi per far esultare il suo fuoriclasse (6-3). Djokovic sta costruendo una mente infallibile e in effetti questo non sorprenderà più molte persone. Battuto nella finale del Roland-Garros 2021 dopo aver condotto due set a zero, Stéfanos Tsitsipas può testimoniarlo.

ATP Belgrado

Gasquet eliminato bruscamente al 1° round

18-04-2022 Alle 13:54

ATP Montecarlo

“Sono crollato fisicamente”

04/12/2022 Alle 18:10

Elon Musk sta per acquistare Twitter? Il capo di Tesla fornisce finanziamenti astronomici

Anteprima di Outriders Worldslayer: il DLC che fa rivivere il gioco d’azione di Square Enix?