in

ATP Monte-Carlo – Carlos Alcaraz eliminato non appena entrato in corsa da Sebastian Korda

Dopo l’eliminazione di Novak Djokovic martedì, un’altra sorpresa è arrivata nel Monte Carlo Masters 1000 2022. Il recente vincitore a Miami e presentato come lo spaventapasseri che apparirà sulla terra battuta in questa stagione, Carlos Alcaraz ha portato avanti non appena lui nel monegasco torneo di Sebastian Korda (7-6 (2), 6-7 (5), 6-3). Per la sua prima partecipazione a questo Master, il piazzato numero 8 non ha avuto la consistenza per affrontare la sua etichetta preferita all’età di 18 anni. Nel prossimo turno, Korda affronterà il vincitore della partita tra Marin Cilic e Taylor Fritz.

Segui sport ed eventi su Eurosport per un anno intero a 69,99 euro!

ATP Montecarlo

Alcaraz: ‘Spero di incontrare Djokovic nei quarti di finale’

IERI ALLE 13:44

Il 17 aprile 2005 Rafael Nadal ha vinto il primo Masters 1000 in assoluto della sua carriera a Montecarlo nella finale contro Guillermo Coria. Solo con l’età il maiorchino iniziò un incredibile periodo di dominio dell’argilla. Diciassette anni dopo, lo scenario per Carlos Alcaraz è diverso. Certo, il nativo di El Palmar vinse anche il suo primo Masters 1000 quando aveva 18 anni, ma quello fu a Miami. Due settimane dopo la sua incoronazione in Florida, Alcaraz ha capito: non eguaglierà la prestazione di Nadal nel Principato.

Alcaraz vincitore di un Grande Slam quest’anno? “Non dipenderà solo da lui”

La ragione ? In primis il suo avversario: Sebastian Korda, anche lui giovane e pieno di talento. Alle 3:01 infuria la lotta tra i due tennisti, ma alla fine è l’americano ad avere l’ultima parola. Più solido nel servizio e generalmente più vittorioso con il doppio dei tiri vincenti (14 a 7), Korda ha rotto il primo 3-2 alla sua prima occasione, mentre Alcaraz ha moltiplicato i break point mentre faticava a finire. Alcaraz è tornato in gioco e ha servito per vincere il set 5-4 e 6-5, ma Alcaraz ha ritirato il suo servizio. Incoerentemente, il primo set alla fine si è trasformato in favore di Korda con una partita decisiva vinta 7-2 (7-6).

Alcaraz ancora ostacolata dal vento

Collegato all’alimentazione AC, Alcaraz ha trovato un po’ di energia all’inizio del secondo set per portare rapidamente 3-0. Ma con condizioni molto ventose, i due giocatori sono entrati in un crossover in cui vincere il suo gioco di servizio si è trasformato in un percorso ad ostacoli. In quella partita, Korda riuscì ancora una volta a recuperare meglio sul 3-2, che sul 4-4. Tornato nelle mani dell’Alcaraz, il Floridian ha spinto l’undicesimo giocatore del mondo ad un’altra partita decisiva dopo 2:08. In questa nuova impasse, Alcaraz ha condotto l’intero tie-break, rimontando 4-4, ma la sua forza mentale gli ha permesso di prendere il secondo set e riaccendere la tensione (7-6).

“Se gioca settimanalmente, Djokovic è pronto per il suo obiettivo: Roland-Garros”

Dopo la pausa di Alcaraz dall’inizio del terzo giro, il corto Rainier III probabilmente pensava che la marea fosse finalmente cambiata e la macchina spagnola si fosse lanciata a tutta velocità verso la vittoria. Ma ancora una volta, Alcaraz mancava di consistenza contro un avversario molto solido a rete. Ininterrotto sul 2-2 e poi tirato indietro con un break concesso sul 4-3 al servizio di Korda, lo spagnolo è stato catturato da un avversario più killer di lui (6-3).

Ha a che fare con la sua poca esperienza in pista e più precisamente sulla ghiaia? Forse. Tuttavia, il vincitore del torneo di Rio aveva suggerito che il suo livello sulla terra era così formidabile da diventare il favorito numero uno a Monte Carlo. Per vedere Alcaraz trionfare sul Rock, dovremo aspettare almeno un anno.

Hénin non si è preoccupato per Djokovic dopo la sconfitta d’ingresso a Monte-Carlo

ATP Miami

Così giovane, così in alto, così forte: Alcaraz re di Miami

04/03/2022 Alle 19:04

ATP Miami

Favorito il 18, Alcaraz sfida Ruud e le aspettative di un pubblico (già) conquistato

04/02/2022 Alle 22:30

“Gli Stati Uniti sono diretti verso una recessione!! » Editoriale di Carlo SANNAT

Dare PlayStation Plus: Oddworld Soulstorm a PS5 sarebbe stato “devastante”, affermazioni