in

Bambini nascosti, rifugio in Svizzera… Chi è Alina Kabaeva, la donna all’ombra di Vladimir Putin?

È in uno dei paesi in cui è meglio mantenere il segreto bancario che la famiglia “segreta” di Vladimir si sarebbe rifugiata. Secondo il sito statunitense Page Six, e secondo quanto riportato dai media tedeschi Immagineil presunto compagno del presidente russo in Svizzera avrebbe trovato rifugio in uno chalet altamente protetto.

La presenza di Alina Kabaeva è stata anche oggetto di una petizione sulla piattaforma Change.org, accompagnata da un testo che mette a confronto la giovane donna con l’ex amante di Adolf Hitler, Eva Braun. È anche accusato come parlamentare russo di aver approvato i disegni di legge incostituzionali del presidente Putin, hanno affermato i firmatari. La petizione che aveva raccolto più di 45.000 firme per chiederne l’espulsione dalla Svizzera è stata da allora rimossa.

La vita segreta di un ex KGB

Il signore della guerra russo Vladimir Putin rimane enigmatico sulla sua vita privata dal suo divorzio da Lyudmila Putina. Quando è apparso ufficialmente con colei che ha condiviso la sua vita dal 1983 al 2013, madre delle due figlie Maria ed Ekaterina, rispettivamente di 36 e 35 anni, l’ex agente dei servizi segreti sovietici mantiene il massimo silenzio sulla sua presunta relazione con l’ex ginnasta russa , Alina Kabaev. Dopo un’unione trentennale, Lioudmila, 64 anni, ha ricostruito la sua vita con un uomo d’affari, Artur Ocheretny, all’età di 43 anni.

Dal 2008, i media hanno prestato alla testa del Cremlino, 64 anni, una relazione romantica con l’ex top atleta Alina Kabaeva, 38. Durante questa relazione durata più di 15 anni, si dice che la coppia abbia avuto tre figli (due maschi e un figlia), senza formalizzare la relazione e sfatare le voci dei principali stakeholder.

Gravidanze molto discrete

Il 30enne campione di ginnastica ritmica ha indossato in grande stima i colori della Russia e ha vinto cinque titoli europei (1998, 1999, 2000, 2002 e 2004), tre titoli mondiali (1999, 2003 e 2007) e due titoli olimpici medaglie (bronzo a Sydney, Australia nel 2000 e oro ad Atene, Grecia nel 2004). Soprannominata la “donna più flessibile del mondo”, è stata accolta più volte al Cremlino da Vladimir Putin prima di concludere la sua carriera sportiva ed entrare in politica sulla scia del presidente russo. Nel 2007 è stata eletta deputata alla Duma di Stato, l’Assemblea nazionale russa.

Nel 2014, Alina Kabaeva si è trasformata in una donna d’affari e ha lasciato la politica per diventare presidente del consiglio di amministrazione del National Media Group, la più grande organizzazione di media in Russia, che tre anni prima ha acquistato il 25% di Channel One dall’oligarca Roman Abramovich’s Millhouse – affari. Dal 2018, il 30enne non appare quasi più in pubblico. Si dice che questa scomparsa sia correlata alle sue gravidanze.

Rifugiato in Svizzera?

Più recentemente, nel bel mezzo della guerra contro l’Ucraina, i media hanno affermato di trovarsi in uno chalet”molto privato e molto sicuro” situato a “una location discreta nella opulenta città di Luganonon lontano dall’Italia, come riportato da Media Entertainment Arts WorldWide il 15 marzo.

Il 20 marzo il Immagine ha menzionato l’esistenza di un’altra petizione lanciata su Change.org per chiedere il ritiro dei titoli olimpici dell’ex campione di ginnastica. Il testo della petizione (ormai irreperibile) afferma che “Aina Kabaeva, un’atleta olimpica decorata, dovrebbe essere privata di TUTTI i suoi titoli e medaglie olimpiche per la sua complicità nel sostenere un criminale di guerra, assassino e tiranno che ha deliberatamente ucciso uomini, donne, donne e bambini ucraini innocenti, mentre presumibilmente viveva al sicuro su suolo democratico”.

Mask Singer: Dopo Jarry, un altro ricercatore annuncia la sua partenza

Returnal Ascension: un DLC che ti renderà dipendente da PS5