in

cartellino per il Lione contro il bordolese sempre più preoccupante

Abbiamo seppellito i Lyonnais troppo presto? I giocatori di Peter Bosz hanno firmato un clamoroso successo contro il Bordeaux (6-1) domenica 17 aprile, per rilanciarsi nella corsa all’Europa. Il buio guarda alla fine dell’eliminazione contro il West Ham (0-3), giovedì, ha lasciato il posto a una squadra allegra e determinata† Ecco OL ottavo, quattro punti dietro il quinto, Strasburgo. Di fronte, un altro naufragio per i Girondins, fragilissimi e ancora 19°, a sette giorni dalla fine. #squadraOL batte il Bordeaux (6-1)!

Il contrasto è sorprendente. Inefficace questa settimana, l’attacco del Rodano non ha mai trovato il bersaglio in diciassette tentativi contro gli Hammers. Contro il Bordeaux sono bastati quattro tiri per segnare… tre gol. Ispirati, i fuochi d’artificio del Lione erano. A parte Tetê, tutti gli attaccanti dell’OL hanno segnato: Moussa Dembélé con una doppietta (20°, 90° +2), Karl Toko Ekambi ha segnato una doppietta (27°, 68°), Lucas Paqueta (34°) e Romain Faivre (46°). ) banchettò con i doni. offerto dalla difesa della Gironda.

Già imbattuto da quattro partite, il Lione ha finalmente trovato una parvenza di coerenza. Le posizioni europee rimangono ipotetiche poiché Nizza, Monaco e Lens hanno vinto tutte questo fine settimana. Ma OL beneficia di un calendario favorevole e, a parte una trasferta a Marsiglia, dovrà fare i conti con le squadre che gli stanno dietro.

Nel bel mezzo del malessere del Bordeaux, il portiere Gaëtan Poussin ha vissuto un calvario allo stadio Groupama. La sua autorizzazione completamente mancata ha dato una battuta a Karl Toko Ekambi. La sua prestazione mal controllata ha portato al terzo gol, segnato da Paqueta. Intrappolato dal pubblico del Lione ad ogni palla toccata, il giovane portiere chiude male il suo corner su tiro di Henrique che colpisce il palo. “Ci siamo persi per colpa mia, e suppongo”ha risposto laconicamente al microfono di Canal+.

Stai tranquillo, Poussin non è stato il solo a stroncare le speranze del Bordeaux sul nascere. Con un’apatia inquietante, i difensori girondini raddoppiarono la loro goffaggine. Caricatura in questo senso il gol di Romain Faivre, a dieci secondi dall’inizio del secondo tempo. Peggiore retroguardia europea, il Bordeaux ha subito almeno tre gol per la quattordicesima volta in questa stagione. La parvenza di stabilità vista dall’arrivo di David Guion è andata in frantumi.

Il rigore nel finale trasformato da Sékou Mara (85°) non cambia nulla, i Girondin si tuffano ancora. I diretti concorrenti Troyes, Saint-Etienne, Clermont e Metz hanno tutti preso punti e il Bordelais è ora a tre punti dallo sbarramento. Il ricevimento dei Verdi, 17, martedì, sarà la capitale.

Louis de Funès: 5 cose da sapere su questa icona assoluta della commedia – Actus Ciné

Hugo Clément sfida Rayane Bensetti dopo aver dato da mangiare a un orso in gabbia