in

chi è Loïk Le Priol, il principale sospettato arrestato in Ungheria?

Loïk Le Priol è stato arrestato a Parigi quattro giorni dopo l’omicidio del giocatore di rugby argentino Federico Martin Aramburu. È un ex soldato, membro del movimento di estrema destra GUD.

La corsa di Loïk Le Priol si è conclusa in Ungheria da martedì a mercoledì. Il principale sospettato dell’omicidio del giocatore di rugby argentino Federico Martin Aramburu, avvenuto lo scorso fine settimana in Boulevard Saint-Germain a Parigi, è stato arrestato quando ha cercato di attraversare il confine con l’Ucraina per “combattere”, ha detto alla polizia ungherese. lo arrestò dopo aver scoperto che era sotto mandato d’arresto europeo.

Loïk Le Priol, 27 anni, è un ex soldato. Formatosi presso l’Ecole des Mousses de la Marine Nationale di Brest tra il 2010 e il 2011, è stato poi assegnato al Command Marine de Montfort, unità d’élite delle forze speciali dell’esercito francese, in cui ha partecipato ad operazioni esterne in Mali e Gibuti tra 2013 e 2015. Rimpatriato in Francia a causa di uno stato di grave stress post-traumatico. Successivamente è stato dimesso dall’esercito per motivi disciplinari.

Un test il prossimo giugno

In qualità di attivista all’interno dell’organizzazione studentesca di estrema destra Groupe Union Défense, meglio conosciuta con l’abbreviazione GUD e sciolta nel 2017, Loïk Le Priol ha già avuto contatti con la polizia e la magistratura. Secondo MarianneAll’età di 19 anni, è stato condannato a quattro mesi di libertà vigilata per aggressione. Alcuni anni dopo, è stato nuovamente confrontato dalle forze dell’ordine, che lo hanno condannato per aggressione deliberata in una riunione e guida in stato di ebbrezza.

Nel 2016 Loïk Le Priol è stato accusato di “gravi violenze”. Viene quindi coinvolto in un attacco particolarmente violento a un ex funzionario del GUD. In un video diffuso dal sito all’epoca parte multimediale, vediamo Logan Djian, il capo del GUD a Parigi, che picchia la sua vittima costringendolo a spogliarsi. Loïk Le Priol è sospettato di aver filmato l’attacco.

Dopo due licenziamenti, Logan Djian, Loïk Le Priol e altri tre membri del GUD hanno dovuto essere processati il ​​1 giugno per questi reati dal tribunale penale di Parigi. Dopo la sua incriminazione, i primi due sono stati posti in custodia cautelare. Dopo aver versato una caparra di 25.000 euro, la cui origine è sconosciuta, sono stati rilasciati. Da allora Loïk Le Priol è stato bandito dall’apparire a Parigi.

Arrestato in Ungheria

Nel 2016, Loïk Le Priol ha fondato un marchio di abbigliamento che prende di mira volontariamente gli attivisti dell’identità. “Per essere solido devi sapere da dove vieni, dove stai andando, conosci le tue radici, conosci la tua storia, devi solo essere sicuro di ciò che hai imparato”, ha spiegato in un’intervista a Canal+ sul suo marchio “Babtou certificato solido”, Babtou deriva da toubab, il nome dato agli europei in Africa. L’ex direttore del National Youth Front Julien Rochedy o anche il generale Piquemal, noto per le sue conoscenze con l’estrema destra, posa con le magliette del marchio.

Loik Le Priol 2016.
Loïk Le Priol nel 2016. © Facebook Loïk Le Priol

Dalla morte dell’ex giocatore di rugby Federico Martin Aramburu e dal coinvolgimento in questo omicidio di Loïk Le Priol, Julien Rochedy ha spiegato di aver preso le distanze da quest’ultimo per anni. Un attivista che descrive come “incrinato. Era seguito da uno psichiatra dell’esercito, ma l’ultima volta che l’ho incontrato a Parigi, aveva una ragazza, dei progetti, sembrava in pace. Eravamo felici” che “stasse meglio”. il suo account Twitter, affermando di essersi “trascinato” con lui “intorno al 2012-2014”.

Loïk Le Priol è stato arrestato martedì sera a Zohony, al confine tra Ungheria e Ucraina, ed è stato interrogato dalle autorità ungheresi. Ha detto che voleva unirsi all’Ucraina per combattere. Tre coltelli sono stati sequestrati dalla sua auto. Dovrebbe essere consegnato alle autorità francesi nei prossimi giorni o settimane e presentato direttamente a un giudice.

La sua ragazza è stata accusata martedì. È sospettata di aver guidato la jeep militare da cui è sceso un secondo sospetto, Romain Bouvier, per sparare all’ex giocatore di rugby. Quest’ultimo è stato arrestato mercoledì alla Sarthe.

Justine Chevalier con AFP

Tesla apre con grande clamore la sua Gigafactory europea, vicino a Berlino

Kate Middleton è felicemente ignorata dall’ex Miss Mondo al suo arrivo in Giamaica