in

Con un enorme DeMar DeRozan i Bulls pareggiano

Il primo incontro è stato particolarmente difensivo e instabile. Il secondo era dello stesso genere, anche se più piacevole da seguire. Entrambe le squadre hanno giocato un primo quarto molto equilibrato.

I Bulls hanno mostrato un volto più offensivo ed efficiente, con un trio DeMar DeRozan – Zach LaVine – Nikola Vucevic in ottima forma. Dall’altra parte, Giannis Antetokounmpo sta facendo quello che può, ma i campioni in carica soffrono per lo spreco del loro gioco e sono 14 punti di vantaggio all’intervallo (49-63).

La ripresa è ancora peggiore e il divario si allarga a 18 punti. Certo, Khris Middleton sta meglio in gioco dopo un primo periodo sbagliato, ma i Bucks non riescono ad accelerare. Il “Greek Freak” esaurisce la difesa dei Bulls con i suoi errori, ma anche dopo il 15-2 alla fine del terzo quarto, Milwaukee è ancora in svantaggio (80-87).

In quest’ultimo atto, DeMar DeRozan si occupa di tutto. Incatena i canestri a metà distanza, poi Zach LaVine e gli altri lo accompagnano nei momenti importanti. Chicago resiste, ingoia due rimbalzi offensivi di fila negli ultimi secondi e alla fine vince 110-114.

COSA RICORDARE

– L’equilibrio di potere a Chicago† Parleremo solo di DeMar DeRozan, certo, e giustamente, ma anche le retrovie sono state assistite da un collettivo molto più efficace. Zach LaVine e Nikola Vucevic hanno avuto il loro momento di brillare quando Alex Caruso e Patrick Williams sono stati inestimabili. La parte posteriore portava troppo la palla a volte, ma i Bulls non dimenticavano mai completamente di far girare la palla. E’ stato fondamentale e sono stati segnati alcuni canestri importanti dopo passaggi ben visti per fornire tiri molto aperti.

– Troppa spazzatura nel gioco Bucks. I numerosi errori causati da Giannis Antetokounmpo hanno permesso ai Bucks di restare in gioco, ma hanno anche simboleggiato la difficoltà di stabilire il ritmo, legando insieme i canestri. Troppe palle vaganti (10 nel primo periodo), troppa azione lenta, troppi dribbling o tiri frettolosi. Come in Gara 1, i Bulls sono riusciti a rompere la macchina, questa volta mantenendo il loro vantaggio.

– L’infortunio di Khris Middleton. Grande preoccupazione per i Bucks da quando l’esterno dell’All-Star si è storto il ginocchio sinistro all’inizio del 4° quarto. Mike Budenholzer ha confermato di aver subito almeno una distorsione e la risonanza magnetica effettuata giovedì rivelerà di più sulla gravità del suo infortunio.

TOP/FLOPS

De Mar De Rozan. Ovviamente, il fondoschiena di Chicago è stato brillante, con 41 punti sul 16/31 al tiro. Tutti i difensori, anche Antetokounmpo, hanno cercato di ostacolarlo dalla media distanza, ma impossibile rallentarlo. Negli ultimi secondi è lui che, dopo due rimbalzi offensivi di fila, va a segno confermando la vittoria di Chicago. Si tratta per lui di un record in carriera ai play-off, ottenuto in una partita di altissimo livello.

Giannis Antetokounmpo. Il greco ha giocato con 33 punti, 18 rimbalzi e 9 assist. Ha molestato la difesa, sgomitando il fisico e facendo molti passaggi sulla linea di tiro libero. Presente in difesa e in rimbalzo, non ha molto da rimproverarsi in questa parte.

Chris Middleton. L’esterno ha mancato l’inizio della partita, con un primo tempo piatto (tre punti). Nel terzo quarto è stato molto più bravo e il bel passaggio di Milwaukee coincide con il suo. Tranne quando ha lasciato i suoi partner, schiaffo al ginocchio

La banca del dollaro† Con un totale di 8 punti, i sostituti dei campioni in carica non contavano. Bobby Portis è stato rapidamente preso a pugni in faccia e si è diretto verso lo spogliatoio, quando Grayson Allen e Pat Connaughton non ci hanno messo nulla (2/10 nelle riprese, tra di loro). D’altra parte, Mike Budenholzer ha bisogno di ottenere di più dalla sua panchina per supportare l’MVP 2019 e 2020 e piegare i Bulls, non molto aiutato nemmeno dalla loro panchina.

IL SEGUENTE

Gioco 3: a Chicago, venerdì 22 aprile (14:30, da venerdì sera a sabato in Francia).

dollari 110 colpi rimbalza
Giocatori Minimo colpi 3 punti LF o d t pd lato int bp CT Punti Valutazione
G. Antetokounmpo 40 20/11 0/2 18/11 3 15 18 9 3 1 3 2 +1 33 44
K.Middleton 33 6/11 5/7 1/1 1 4 5 8 4 2 4 0 -1 18 24
B.Lopez 35 9/16 3/6 4/4 3 3 6 1 1 0 0 1 -1 25 26
J.Vacanza 38 6/16 2/5 1/2 0 6 6 6 3 0 6 1 -8 15 11
W. Matthews 34 4/7 3/6 0/2 0 2 2 1 3 0 0 2 -13 11 11
S.Ibaka 1 0/0 0/0 0/0 0 0 0 0 0 0 0 0 -2 0 0
B. Portis 6 0/2 0/1 2/2 1 1 2 0 0 0 1 0 -1 2 1
J Carter 9 0/1 0/1 0/0 0 2 2 0 1 0 0 0 +6 0 1
P. Connaughton 23 1/6 1/6 0/0 1 2 3 1 0 1 1 0 +2 3 2
G.Allen 21 1/4 0/2 1/2 1 0 1 1 2 0 0 0 -3 3 1
Totale 38/83 14/36 20/31 10 35 45 27 17 4 15 6 110
tori 114 colpi rimbalza
Giocatori Minimo colpi 3 punti LF o d t pd lato int bp CT Punti Valutazione
P.Williams 32 5/9 0/2 0/0 1 8 9 3 4 1 1 1 -4 10 19
D.DeRozan 44 16/31 0/2 9/9 0 7 7 4 3 1 2 2 +2 41 38
N. Vucevic 36 18/10 4/8 0/0 3 10 13 2 5 1 2 0 +13 24 30
A. Caruso 38 3/8 3/7 0/0 1 1 2 10 1 2 1 2 +16 9 19
Z. La Vine 43 7/13 3/4 3/4 0 1 1 3 1 1 4 0 +4 20 14
J. Verde 14 1/2 0/0 0/0 2 4 6 0 1 0 0 0 +1 2 7
D. Jones Jr. 8 1/1 1/1 0/0 0 1 1 0 3 0 0 0 -3 3 4
T. Thompson 7 0/1 0/0 0/0 0 3 3 0 1 1 0 0 -4 0 3
C. Wit 10 1/5 1/1 2/2 0 0 0 2 0 0 2 0 -6 5 1
A.Dosunmu 7 0/1 0/0 0/0 0 2 2 1 1 0 0 0 +1 0 2
Totale 44/88 25/12 14/15 6 37 43 25 20 7 12 5 114

Azioni da guardare domani alla Borsa di Parigi giovedì 21 aprile 2022 – 20/04/2022 alle 18:21

Elisabetta II compie 96 anni: questo dettaglio che vi farà sorridere nell’ultimo scatto ufficiale della Regina