in

Didier Ollé-Nicolle, allenatore femminile del PSG, prima di affrontare l’OL in Champions League: ‘Fai qualcosa di grande’

“Come sta il suo gruppo alla vigilia della semifinale di andata della semifinale di Champions League in casa dell’OL?
Il gruppo è quasi completo, probabilmente verranno chiamati tutti. Nessun ferito. Inoltre, abbiamo il ritorno di Constance Picaud, che ha ripreso ad allenarsi, e Luana che ha sofferto al ginocchio.

“Nei nostri incontri loro hanno vinto in campionato, noi in coppa, i punteggi sono stati abbastanza ampi in entrambe le partite, quindi può andare molto velocemente. †

Con quale stato d’animo ti avvicini a questo scontro contro OL?
Con grande serietà e piacere. Quando abbiamo impostato il nostro progetto era quello di fare un campionato davvero buono e arrivare il più lontano possibile nelle due coppe. Oggi abbiamo fatto un ottimo campionato, in lotta con il Lione, e siamo alla finale della Coupe de France. Quindi per ora siamo nei nostri obiettivi. Sappiamo che saranno partite vicine e importanti. La chiave passerà attraverso molte discipline e molto divertimento. Il rischio è giocare con le assenze, ma dal mondo lì abbiamo recuperato. Voglio davvero competere con questa grande squadra del Lione.

I cinque punti dietro OL in campionato rafforzano l’importanza di questa partita secondo te?
Sì e no. C’è un vero vantaggio per il Lione a livello di campionato, è stato giocato un po’ la scorsa settimana. Li ho visti a Fleury, potevano benissimo perdere questa partita, l’hanno vinta per fatti incredibili, errori opposti. Fa parte di una stagione. Qualunque cosa accada, avremo fatto un ottimo campionato perché a volte non è molto. Hanno un bel vantaggio in D1, noi ce l’abbiamo nella Coupe de France dopo che li abbiamo eliminati. Questa semifinale sarà bellissima. Sui nostri confronti hanno vinto in campionato (6-1)noi in Coppa (3-0),,I punteggi sono stati abbastanza alti in entrambe le parti, quindi può andare molto rapidamente. Ecco perché parlavo di serietà.

Abbiamo molto rispetto per questa squadra, la loro storia, il loro record, ma abbiamo l’idea di fare qualcosa di grande”.

Che tipo di partita puoi aspettarti contro questa squadra del Lione? Come quella vinta alla Coupe de France a gennaio?
Considero il Lione un’ottima squadra, composta da nazionali. il loro attaccante (Ada Hegerberg) è una delle migliori al mondo, Wendie Renard… non le presentiamo più. È una squadra con molta esperienza, molta affidabilità. Ma penso anche che abbiamo un’ottima squadra e voglio che siamo molto ambiziosi per giocare. Non abbiamo molto lo stile per difenderci, dovremo usare molto bene la palla, serve precisione tecnica. sezionale (alla vittoria per 3-0), non è stata una partita facile. Ma abbiamo fatto una partita seria, con tanto impegno. Quel giorno, le ragazze hanno ribaltato il gioco al momento giusto essendo molto efficienti. Dobbiamo seguire questa logica domenica, senza temerle, perché vogliamo fare grandi cose. Abbiamo molto rispetto per questa squadra, la loro storia, il loro record, ma abbiamo l’idea di fare qualcosa di grande.

Ada Hegerberg e Wendie Renard sono due delle stelle di OL.  (A. Martin/La squadra)

Ada Hegerberg e Wendie Renard sono due delle stelle di OL. (A. Martin/La squadra)

Alcuni osservatori elogiano le qualità individuali della forza lavoro del Lione, sottolineando piuttosto la forza collettiva della tua squadra. Condividi questa analisi?
A casa cerchiamo di andare avanti attraverso un collettivo. Abbiamo una forza lavoro giovane e l’idea è di far crescere il collettivo. Dico spesso, quando nel nostro gioco mancano uno o due anelli in termini di sostituzioni, mosse, è molto complicato. Ma non mi permetterei di valutare i Lyonnaises, hanno anche un collettivo. Hanno argomenti individuali molto forti. Ma lo siamo anche noi. †

Frédérick (sposato a prima vista) condivide la sua “impotenza” di fronte al calvario che sta attraversando sua figlia Ambre

Dave il cantante trovato disteso a terra, inerte, morto: testimonia il suo compagno