in

Europa League (quarti di finale di ritorno): superato dal West Ham (0-3), il Lione vede volare via il suo sogno europeo

L’Olympique Lyonnais è affondata. Questo giovedì sera, l’OL è stato nettamente battuto dal West Ham (0-3), nei quarti di finale dell’andata di Europa League. Al Groupama Stadium, Craig Dawson (38°), Declan Rice (44°) e Jarrod Bowen (48°) hanno messo rapidamente fine alle speranze degli uomini di Peter Bosz, che hanno avuto tutte le possibilità dopo l’andata (1-1). Gli Hammers trovano nelle semifinali l’Eintracht Frankfurt, marcatore dell’FC Barcelona.

Sette minuti prima dell’intervallo e tre minuti dopo il ritorno dagli spogliatoi. Dieci minuti in cui il Lione ha avuto un piccolo incubo e ha subito tre gol. Craig Dawson ha segnato con un colpo di testa da angolo (38°, 0-1). Da quando ha debuttato con il West Ham nel dicembre 2020, ora ha sei gol di vantaggio in tutte le competizioni.

Europa League

Paqueta è finalmente qui, ma inizierà sul divano

4 ORE FA

Pablo Fornals (West Ham) e Malo Gusto (Lione)

Credito: Getty Images

Il West Ham ha mostrato realismo

Prima che Declan Rice porti a casa il punto, poco prima dell’intervallo, dall’interno destro (44°, 0-2). Il capitano degli Hammers ha segnato cinque gol in tutte le competizioni per il West Ham in questa stagione, lo stesso numero delle sue precedenti cinque stagioni messe insieme per il club. Infine, subito dopo la ripartenza, Jarrod Bowen ha sconfitto anche Julian Pollersbeck, con un cross dalla destra (48°, 0-3).

Realismo, efficienza, tutto ha funzionato al West Ham. Gli Hammers hanno anche avuto la possibilità di dare un po’ più di spazio a questo già ottimo punteggio, ma né Pablo Fornals (18°), doppio passaggio decisivo in questo incontro, né Michail Antonio (57°), né nemmeno Said Benrahma (90° + 3 ) non sono stati in grado di ingannare la fodera di Anthony Lopes.

Tuttavia, Toko Ekambi aveva trovato il palo ad inizio partita

OL, tuttavia, aveva iniziato perfettamente il loro incontro. Karl Toko Ekambi, inarrestabile, è riuscito a dare al vento la difesa avversaria, quasi ogni volta che aveva palla. Infatti è stato il primo ad essere pericoloso ea trovare il palo (5°). Prima di chiedere ad Alphonse Areola, da vicino (27). Il nazionale francese ha poi avuto una serata molto più tranquilla, nonostante un ultimo pericoloso attacco di Malo Gusto che lo ha costretto all’intervento (69°), mentre quello di Moussa Dembele non gli ha chiesto di lavorare (87°).

Il Lione ha il 67% delle vittorie in questa stagione senza Lucas Paqueta in tutte le competizioni (6/9), rispetto al 39% quando aveva 31/12. Denunciato, poi definitivamente nel girone, dopo un test negativo al Covid-19, il brasiliano è andato all’intervallo insieme al connazionale Tetê. I due uomini sicuramente non hanno pesato in un incontro in cui la rivolta del Lione non è mai avvenuta.

Il West Ham si unisce così agli ultimi quattro e gioca la sua prima semifinale europea in assoluto dal 1976. Quell’anno il club inglese si qualificò poi per la finale della Coppa delle Coppe. Il Lione, dal canto suo, ha subito la sua più grande sconfitta nelle competizioni europee in casa dopo aver battuto il Mönchengladbach nel 1974 (2-5), i Rangers nel 2007 (0-3) e il Bayern Monaco nel 2010 (0-3). OL, attualmente decimo nella classifica della Ligue 1, ora ha solo il campionato per provare ad agguantare l’Europa. La fine della stagione sarà probabilmente molto lunga.

Europa League

Lione, un nuovo enigma nel momento peggiore

UN GIORNO FA

Europa League

Catastrofe per OL: Paqueta e Lopes non ci saranno

IERI ALLE 17:58

Box office Francia: In testa il 3° “Bon Dieu” delude, “Sonic 2” milionario, grande flop per Delépine e Kervern

Lucas e Nicolas vincitori 2022, sintesi della finale