in

F1 – I Gran Premi di Francia e Belgio in pericolo?

Il futuro della Formula 1 potrebbe non passare per Le Castellet e Spa-Francorchamps.

Verso grandi sconvolgimenti del calendario? Tra il Gran Premio del Bahrain e quello dell’Arabia Saudita, Il boss della Formula 1 Stefano Domenicali ha accennato alle future destinazioni della disciplina† Il citato boss della F1 Las Vegas, Sud Africa o Cina come i prossimi paesi conquistatori per il campionato del mondo. Fornisce un ampio calendario… in cui alcuni indirizzi noti potrebbero scomparire.

“Penso che ci sia un potenziale per andare a 24 gare† Direi anche che c’è un potenziale per salire fino a 30, racconta al ns. Stefano Domenicali colleghi di Sky Sport† Sta a noi cercare di trovare il giusto equilibrio, tenendo conto di quali location vogliamo essere in F1 e di quali valori storici dobbiamo avere in calendario. Alcuni promotori hanno accordi che stanno per scadere, e probabilmente alcune delle gare in corso non faranno più parte del calendario† †

Francia e Belgio sulle esenzioni

Il giornalista olandese Erik Van Haaren fornisce maggiori dettagli. In un articolo di Il quotidiano di Amsterdam De Telegraafindica che la Formula 1 sta pianificando continua il suo viaggio per diverse stagioni sul circuito di Zandvoort† Logico, visto l’interesse suscitato da Max Verstappen e l’atmosfera fantastica della prima edizione moderna che l’anno scorso ha suscitato polemiche tra le dune.

In contrasto con, il mantenimento dei Gran Premi di Francia e Belgio sembra molto più compromesso† “La Spa ha più speranze per un nuovo contratto dopo aver lasciato la Russia”, ha riferito il giornalista su Twitter. Anche la rotta belga ha svolto quest’inverno importanti lavori, in particolare la costruzione di una tribuna direttamente sopra il Raidillon

il Il Grand Prix de France, che si tiene sul circuito di Castellet dal 2018, è quindi il più minacciato secondo De Telegraaf. Il percorso provenzale soffre ancora di un servizio stradale scadente e di gare viste come noiose in televisione.

A breve, una cosa è certa. il Circuito russo di Sochi e la sua sostituzione teorica – Igora Drivevicino a San Pietroburgo – non sarà in calendario per i prossimi anni a causa della guerra in Ucraina.

Foto: Icona Sport

Per leggere su auto-moto.com:

Chi sono i piloti tesserati in F1 nel 2022?

Formula 1 2022: le novità più importanti di una stagione da record

Formula 1 2022: quali sono gli obiettivi di ogni squadra?

Calendario F1 2022: date e orari dei GP

In TV mercoledì 23 marzo: l’Oscar al miglior film 2021 – Actus Ciné

Suicide Squad Kill the Justice League ufficialmente ritardato, non uscirà quest’anno