in

Foot PSG – Nkunku al PSG da 80 milioni, Neymar piangerà

Per rafforzare la sua linea di attacco, il PSG sogna di riportare Christopher Nkunku all’ovile. Un giocatore inseguito da Neymar nel 2019!

Il trequartista, che può giocare anche come seconda punta, è ingestibile al Lipsia ed è il sogno di molti club. La squadra tedesca ha capito che sarebbe stato impossibile tenerlo quest’estate, soprattutto perché il PSGLo seguono, a vario titolo, Manchester United, Real Madrid e Juventus. Di conseguenza, costerà circa 80 milioni di euro per portarlo quest’estate, soprattutto perché Christopher Nkunku è ora un nazionale francese, che ha solo aumentato il suo valore. Una cifra ingente per un giocatore nato a Lagny e formatosi al PSG, arrivato nel 2010 all’età di 12 anni. Ma chi in quel momento giocava sulla destra del centrocampo aveva deciso di sbattere la porta del Paris SG per raggiungere la Germania contro il 13 ME, il giorno dopo il suo tiro sbagliato in porta nella finale della Coupe de Coupe de France 2019 contro il Rennes.

Il PSG è qui… per vendere i giovani

Una partenza spiegata da una mancanza di tempo da giocare, soprattutto in vista di un titolare, ma anche da una linea laterale legata a Neymar, come ha spiegato il suo allora agente Jose-Karl Pierre Fanfan. Non rientrava in un progetto. Non c’è nessun progetto per tanti giovani al Paris Saint-Germain. Il problema è lì. Se ci fosse un progetto per loro, potrebbero essere prestati per rafforzarsi e tornare con altri argomenti. Ma non sono interessati. Se il PSG può fare qualcosa finanziariamente, andrà. Quando Nkunku ha lasciato il PSG, la squadra di Parigi non ha avuto rimpianti. Avevano raccolto soldi finanziariamente. Ma è un puro parigino”ha detto l’ex giocatore del PSG, prima di condividere un aneddoto che la dice lunga sull’accoglienza ricevuta da Nkunku da una star della squadra: Neymar.

Neymar licenzia Nkunku, è quasi andato storto

“Ci sono giocatori con status, spetta anche a loro essere esemplari. Ti faccio un esempio, una partita a Guingamp all’inizio della stagione (agosto 2018). Christopher Nkunku è il titolare. Alla fine del primo periodo ha una palla vicina alla superficie. È un giocatore che è sempre stato collettivo, ma il senso del gioco lo porta a questo: ha la capacità di spostare Neymar, ma preferisce colpire. Neymar, irascibile, lo rimprovererà e gli sgriderà. Tre minuti dopo, è l’intervallo, continuerà a vedere il giovane, ad afferrarlo, a spingerlo negli spogliatoi. È quasi andato storto, è stato “Marqui” (Marquinhos) a divorziare da loro. E dietro, è lui che è stato sanzionato, non è il giocatore esperto. È il giovane sanzionato che non fa parte del gruppo da mesi “, ha sottolineato Pierre-Fanfan, per il quale Neymar chiaramente non ha aiutato Nkunku a trovare il suo posto al PSG, anzi. Un comportamento che illustra anche perché il parigino Titis non è riuscito spesso ad imporsi nel proprio club di allenamento. Soprattutto quando star come Neymar gli fanno sapere che non li mancheranno alla minima occasione.

L’Unione Europea è un passo avanti verso il caricabatterie USB-C universale

Elden Ring: l’ultimo aggiornamento affronta le famose mura segrete, niente più scorciatoie?