in

Galtier e Kombouaré vengono a difendere Frappart, bersaglio delle petizioni per la finale

Christophe Galtier e Antoine Kombouaré hanno reagito venerdì alla nomina di Stéphanie Frappart ad arbitro nella finale della Coupe de France del 7 maggio tra OGC Nice e FC Nantes. Mentre i sostenitori dell’Aiglons hanno lanciato diverse petizioni per protestare contro questa scelta, i due tecnici hanno entrambi reso omaggio all’arbitro.

Christophe Galtier e Antoine Kombouaré mostrano il loro sostegno a Stéphanie Frappart. La scelta di quest’ultimo di arbitrare la finale della Coupe de France tra OGC Nice e FC Nantes (sabato 7 maggio) è stata fortemente criticata da molti osservatori, al punto che i tifosi dell’Aiglons, che ritengono Frappart non competente o addirittura di parte, si sono addirittura lanciati parecchi petizioni† Sui social sta circolando anche un montaggio dell’arbitro vestito con maglia e sciarpa canaris.

Presente a una conferenza stampa due giorni prima di affrontare Troyes Concorso 1 (domenica alle 15) Galtier pone fine a ogni polemica. “La considero uno dei migliori arbitri del campionato. Se è stata nominata arbitro è perché la gente si fida di lei per fare questo genere di partite e ne sono convinto. Non ci vedo niente in lei .” non gli piace OGC Nice. Non credo sia una scelta politica nominare una donna. È una scelta puramente professionale. Petizioni? È il gioco dei tifosi e dei social network. Non ci è permesso lanciare petizioni”, ha concluso il tecnico Riviera.

Kombouaré: “Sento che i giocatori sono più rispettosi”

Il suo omologo a Nantes ha tenuto un discorso simile. “Frappart? Non ho altro da dire”, ha detto Kombouaré, presente anche per i giornalisti al ricevimento di Bordeaux (domenica alle 15). È l’ultima delle mie preoccupazioni. Accettiamo le decisioni delle autorità. È molto positivo è lei. Ci ha fischiato tre volte, due sconfitte e una vittoria. È molto bello che sia una donna. Sento che i giocatori sono più rispettosi, si lamentano meno”.

Giovedì Stéphanie Frappart (38) è stata nominata dalla Commissione Federale degli Arbitri, con il supporto del Comitato Esecutivo della FFF, per arbitrare la finale della Coupe de France, diventando così la prima donna a fischiare a questo livello di competizione. L’interessato si è detto “felice e orgoglioso” di questa decisione e “ha voluto ringraziare la FFF” per la fiducia riposta in essa.

Il prezzo degli abbonamenti entry-level è in aumento

La NASA ha sviluppato una lega 1000 volte più resistente dei materiali precedenti