in

Hawks – Heat: Trae Young vince Gara 3 alla fine della suspense!

“Sappiamo che il gioco non finisce mai finché non si accende la luce rossa e l’orologio va a zero”. Questa frase di Ja Morant, pronunciata dopo la “rimonta” dei Grizzlies in Minnesota il giorno prima, ha avuto una risonanza molto speciale questa notte ad Atlanta, dove gli Hawks, sull’orlo dello 0-3 dopo aver contato a 16 punti nel terzo quarto, finalmente è riuscito a finire forte per prendere la vittoria e rimanere in vita nella serie contro gli Heat.

Le truppe di Nate McMillan hanno dovuto prima fare tutto il necessario per rimanere in vita dopo il turbine degli Heat guidati dal trio Herro-Butler-Adebayo (12-20). Atlanta ha poi avuto il merito di non essersi tuffato dall’inizio e di tornare gradualmente con Bogdan Bogdanovic e Kevin Huerter per tornare in parità e poi Delon Wright, autore di due canestri di fila, a prendere il controllo (37-31).

Atlanta, a sua volta, ha avuto il suo apice, segnato 10-0 da due canestri (molto) lontani della coppia Young-Bogdanovic (49-38), e toccava agli Heat limitare i danni prima dell’intervallo. Max Strus e Tyler Herro hanno poi lavorato per riportare i Floridiani a -7 all’intervallo (61-54). Fino a questa corsa che ha cambiato il corso dell’incontro.

In effetti, è stato attraverso un 21-0 a metà del terzo quarto che gli Heat hanno confermato il loro ritorno in attività, con una serie di buone sequenze difensive che hanno prodotto attacchi facili, tra cui la tripla in tandem Lowry-Strus, i canestri di PJ Tucker , la schiacciata di Max Strus in transizione e il lay-up di Tyler Herro (68-84).

A loro volta, gli Hawks hanno dovuto raccogliere i loro ultimi sforzi per prolungare la tensione tra la tripla di De’Andre Hunter, il 2+1 di Trae Young e il suo pallonetto per Delon Wright per riportare i locali sotto la traversa con 10 punti di differenza a 12 minuti dal la fine (77-85).

A poco a poco, i locali sono riusciti a recuperare dietro l’arco le gesta di Bogdan Bogdanovic e Trae Young, autore del pareggio da 3 punti sul 104-104, senza dimenticare i tre canestri di Onyeka Onkongwu, compreso il suo 2+1 a mettere il suo squadra avanti (107-104). Le triple di Jimmy Butler e PJ Tucker in angolo riportano Miami in vantaggio (109-110) all’inizio dell’ultimo minuto.

L’ultima parola alla fine è andata a Trae Young, che ha segnato il floater vincente nella transizione, mentre Jimmy Butler salterà i suoi ultimi due tentativi, scivolando via la vittoria alla fine della suspense (111–110).

COSA RICORDARE

– Il duello tra Young Tucker. PJ Tucker ha contribuito a limitare un Trae Young ancora in difficoltà per la maggior parte dei primi tre quarti. Ma in finale, il playmaker degli Hawks ha riacquistato il suo splendore trovando la distanza di 3 punti e andando a segnare un 2+1 nel naso e nella barba del campione NBA. PJ Tucker ha quasi avuto l’ultima risata segnando l’ultimo canestro della sua squadra dal suo cortile. Ma Trae Young alla fine gli ha risposto di vincere. Viva il seguito!

– Gli Hawks si preoccupano. Avendo perso 18 e poi 19 nelle prime due partite, gli Hawks sapevano di dover correggere la situazione a questo punto e hanno avuto successo nel loro gioco da questa parte. Anche se l’incontro è stato giocato per niente, gli uomini di Nate McMillan possono essere contenti di aver curato maggiormente la palla in arrivo con “solo” 11 palle perse. Una partita così serrata si gioca anche sui piccoli dettagli, e con la difesa giusta in tempo denaro, questa è stata una di quelle.

– La partita rinviata. L’inizio della riunione è stato ritardato di oltre mezz’ora a causa della presenza di un pacco sospetto. Tutti gli spettatori sono rimasti fuori mentre una squadra di sminamento effettuava i controlli. Risultato: tra i 20.000 spettatori non erano ancora ai loro posti.

– Kyle Lowry si infortuna. Il playmaker degli Heat viene colpito ai muscoli posteriori della coscia. Stesso infortunio di Devin Booker. Non si conosce ancora la durata della sua indisponibilità.

TOP/FLOPS

Il duo Young-Bogdanovic† Il primo è stato in grado di trovare soluzioni per incidere nuovamente nel segnare e, infine, registrare il canestro vincente. Il secondo a tratti ha tenuto a bada la sua squadra, soprattutto quando ha dovuto remare tra la fine del terzo quarto e l’inizio del quarto per rimettersi in gioco.

Il duo Wright-Okongwu† I due X-factor della serata, con un 6/6 per Delon Wright e staffette che erano come aria fresca per gli Hawks, e un 4/4 per Onyeka Okongwu che gioca un ruolo difficile in assenza di Clint Capela ma ne esce fuori come un leader in trasferta, con un forte impatto per lui nella travolgente finale di Atlanta. I due migliori +/- degli Hawks stasera.

Gabe Vincent e gli sparatutto di Heat. Le due squadre hanno tirato molto, senza successo, da lontano, ma gli Heat hanno probabilmente abusato dell’opzione dell’ala, con un 14/45 da lontano, che è una pecca anche in una partita di playoff. E lo 0/5 di Gabe Vincent illustra abbastanza bene questa strategia forzata.

IL SEGUENTE

La partita 4 si svolgerà domenica (01:00) ad Atlanta.

falchi 111 colpi rimbalza
Giocatori Minimo colpi 3 punti LF o d t pd lato int bp CT Punti Valutazione
D. Gallinari 25 4/7 1/1 2/2 0 3 3 2 0 0 2 0 -23 11 11
J.Collins 24 2/6 1/1 1/1 0 5 5 2 3 0 0 0 -18 6 9
D. Hunter 32 7/13 2/6 1/2 0 0 0 0 4 0 4 0 -12 17 6
T. Young 40 6/14 2/6 10/12 0 4 4 8 4 1 3 0 +5 24 24
K. Huerter 33 13/5 1/8 2/2 0 5 5 4 4 1 0 0 -5 13 15
O.Okongwu 24 4/4 0/0 1/1 2 4 6 0 4 1 1 2 +19 9 17
B. Bogdanovic 32 7/17 4/9 0/0 1 7 8 6 1 2 1 1 +16 18 24
D.Wright 30 6/6 1/1 0/1 2 3 5 1 0 0 0 0 +23 13 18
Totale 41/80 32/12 17/21 5 31 36 23 20 5 11 3 111
Calore 110 colpi rimbalza
Giocatori Minimo colpi 3 punti LF o d t pd lato int bp CT Punti Valutazione
PJ Tucker 33 4/6 1/3 2/2 3 4 7 4 4 0 0 0 +13 11 20
J. Maggiordomo 41 8/20 1/5 3/3 4 6 10 8 0 2 2 1 -1 20 27
B.Adebayo 35 5/9 0/0 3/3 2 9 11 5 2 3 3 0 +11 13 25
K.Lowry 23 2/7 2/6 0/0 0 4 4 5 3 0 0 0 +18 6 10
Signor Strus 29 7/13 5/10 1/3 0 1 1 1 2 0 1 0 +14 20 13
C. Martino 1 0/0 0/0 0/0 0 0 0 0 0 0 0 0 -4 0 0
D.Dedmon 13 3/6 0/1 1/2 2 0 2 0 2 0 0 1 -12 7 6
G.Vincent 18 1/6 0/5 1/1 0 1 1 3 3 1 3 0 -15 3 0
T. Herro 34 22-10 4/11 0/0 0 7 7 4 3 0 3 1 -21 24 21
D.Robinson 14 1/4 1/4 3/3 0 2 2 0 4 0 2 0 -8 6 3
Totale 41/93 14/45 14/17 11 34 45 30 23 6 14 3 110

È stata presa una decisione radicale

Football Ligue 1 – Reims – OM: A che ora e su quale canale guardare la partita?