in

I Minnesota Timberwolves hanno battuto i LA Clippers per avanzare ai playoff NBA

I Minnesota Timberwolves arrivano ai playoff NBA per la prima volta in quattro anni (e la seconda in sole 19 stagioni). Settimi nella Western Conference, i “Wolves” si sono qualificati in casa martedì contro i Los Angeles Clippers (109-104), tramite play-in. Sabato giocheranno contro i Memphis Grizzlies nel primo turno dei playoff.

L’incontro è stato a lungo equilibrato. I californiani hanno condotto per la maggior parte dei primi 40 minuti, ma poco prima dell’intervallo il Minnesota era in vantaggio (53-51). Alla fine del terzo quarto, Los Angeles era di nuovo in testa, ma con solo sei punti (84-78).

Il Minnesota passa i Clippers 16-2

Poi LA ha messo a segno un vero primo attacco, allargando un gap di 10 punti (93-83, 39°). Ma i Timberwolves hanno reagito con distruzione, portando un 16-2 all’avversario entro cinque minuti e riportando il punteggio (99-95, 44°). Se Los Angeles ha poi continuato a minacciare fino alla sirena, il Minnesota ha tenuto sotto controllo il gioco, convalidando così la qualificazione.

Alla fine della partita, Patrick Beverley, il playmaker dei Timberwolves, ha iniziato a correre e urlare, come se avesse appena vinto un anello di campionato. Autore di sette punti, 11 rimbalzi e tre assist, eccelleva anche nella sua capacità di cercare confusione nella squadra avversaria. E ha trovato un giocatore dall’altra parte, con Marcus Morris, l’ala dei Clippers, che ha reso il gioco emozionante. Poco prima del calcio d’inizio, Beverley è stata multata di $ 25.000 per essersi comportata male con un arbitro domenica scorsa.

Città scomparse con i Timberwolves

Anthony Edwards e D’Angelo Russell, autori rispettivamente di 30 e 29 punti, sono stati i principali artefici della qualificazione dei Minnesota Timberwolves. Karl-Anthony Towns, invece, deluso. È stato rilasciato per sei falli, a otto minuti dalla sirena, dopo aver concluso il suo match (11 punti, 3/11 al tiro di cui 0/7 nel primo periodo).

Nelle file dei Los Angeles Clippers, Paul George ha segnato 34 punti (10/24 al tiro di cui 6/12 da tre punti). Nicolas Batum, l’unico francese in gara nelle partite di play-in di martedì, ha giocato 28 minuti, per sette punti segnati, quattro rimbalzi, due assist, un muro e un intercetto. La franchigia californiana può ancora qualificarsi per i playoff. Affronterà la vincitrice della partita New Orleans – San Antonio, in programma mercoledì, venerdì.

Lo stato sta valutando una nuova riforma dell’EDF

Il paese delle meraviglie di Tiny Tina: Attenzione! non usare quest’arma leggendaria, potresti pentirti