in

I russi dovrebbero essere banditi da Wimbledon, i ribelli del Cremlino

Mosca ha risposto rapidamente mercoledì. Sarebbe “inaccettabile” per il Cremlino bandire i tennisti russi dal prossimo torneo di Wimbledon, a causa di Invasione russa dell’UcrainaIl quotidiano britannico I tempi indica che vanno ricordati nella prossima edizione i connazionali di Daniil Medvedev, attuale n. 2 del mondo e Andrey Rublev (n° 8) del Grande Slam di Londradal 27 giugno al 10 luglio.

Una misura del genere riguarderebbe anche i bielorussi, vista la vicinanza dei regimi di Minsk e Mosca, e prenderebbe quindi di mira Aryna Sabalenka, 4° giocatrice al mondo, e Viktoria Azarenka, ex n. 1, ora 18°.

Già escluso dalla Coppa Davis

Dall’inizio dell’offensiva russa il 24 febbraio, i giocatori russi e bielorussi possono continuare a partecipare alle competizioni ATP e WTA sotto bandiera neutra. Questo dispositivo sarebbe stato esteso ai tre tornei del Grande Slam ancora da disputarsi nel 2022, mentre la Federazione Internazionale (ITF) aveva bandito le squadre dei due paesi per partecipare alla Coppa Davis e la Billie Jean King Cup (ex Fed Cup).

Ma secondo I tempiDopo quasi due mesi di trattative, gli organizzatori di Wimbledon dovrebbero vietare la partecipazione di giocatori russi e bielorussi piuttosto che attenersi a una soluzione di compromesso proposta dal governo britannico. Questi negoziati miravano a convincere questi giocatori a firmare una dichiarazione in cui non avrebbero rilasciato commenti favorevoli al presidente russo Vladimir Putin. Gli organizzatori di Wimbledon ritengono che la firma di tali dichiarazioni potrebbe avere un impatto negativo sulle famiglie dei giocatori.

È probabile che questo ordine di blocco si applichi a tutti i tornei su erba del Regno Unito quest’estate. La Lawn Tennis Association (LTA), che supervisiona i principali tornei di riscaldamento di Wimbledon come: le regine ed Eastbourne, ha detto la scorsa settimana che avrebbe seguito l’esempio di Wimbledon. “Riteniamo che, dal punto di vista del gruppo target e dell’attuazione pratica, dovrebbe esserci allineamento [entre le All England Club et la LTA], per renderlo davvero chiaro e comprensibile”, ha affermato Scott Lloyd, amministratore delegato di LTA. “È della massima importanza. †

Servizio minimo per Medvedev

I giocatori russi e bielorussi hanno taciuto nella loro denuncia del conflitto, anche se il russo Andrey Rublev ha scritto “no war please” su una telecamera durante una partita a Dubai subito dopo l’invasione. “Voglio la pace nel mondo intero”, ha detto soddisfatto Daniil Medvedev, reduce da un intervento chirurgico e incerto per il prossimo Roland-Garros.

La bielorussa Victoria Azarenka, incoronata due volte agli Australian Open, è stata più schietta. “È straziante vedere quante persone innocenti sono state colpite e continuano a essere colpite da questa violenza”, ha affermato il giocatore 32enne nel mese di marzo. “Ho sempre visto e vissuto ucraini e bielorussi come persone amichevoli che si sostengono a vicenda. È difficile assistere al violento divorzio in corso”, ha affermato l’ex numero 1 del mondo.

Johnny Depp racconta tutto delle sue dipendenze, della sua infanzia e dell’inizio della sua relazione con Amber Heard

“Lo sapeva, è terribile”: la triste riservatezza di Denis Brogniart alla morte di Jean-Pierre Pernaut