in

I Suns respingono i Pelicans con un Chris Paul davvero grande

Ultimi qualificati ai playoff, i Pelicans hanno affrontato una montagna con i Suns e il loro miglior record in campionato. Phoenix ha dominato la sua materia e, fatta eccezione per una battuta dei Pels alla fine del terzo quarto, Chris Paul (30 punti, 10 assist, 7 rimbalzi) e Devin Booker (25 punti, 8 assist) hanno messo l’essenza con una rete di vittorie ad aprire i playoff (110-99).

L’inizio della partita ha confermato questa partita di estremi con un 11-4 iniziale che è cresciuto fino a 17-8. Sul 23-05 ai tiri iniziali, contro il 16/11 a Phoenix, New Orleans ha preso un muro dall’inizio.

Se le cose sono andate meglio per i Pelicans nel secondo quarto, con un 7-0 che ha permesso loro di riprendersi un po’, i Suns hanno dominato perfettamente il loro soggetto da NOLA sul punteggio totale più basso registrato nel primo tempo. 53-34).

Notevole perché durante il “play-in”, i Pelicans hanno gradualmente fatto il loro nido, e il loro ritardo, a titolo di 16-2, risveglia CJ McCollum e un Larry Nance Jr. ancora molto prezioso dalla banca. Ma Phoenix si sveglierà finalmente con Chris Paul che orchestra un 16-4 per riconquistare un vantaggio di 18 punti 5 minuti prima della fine.

New Orleans potrebbe aver resistito, ma Phoenix ha logicamente vinto questa gara 1 in casa (110-99).

COSA RICORDARE

– Una dimostrazione nel primo tempo. Quando i Suns stanno già facendo il loro gioco con Deandre Ayton che raccoglie palline facili nella vernice, i Pelicans devono lavorare sodo per trovare i colpi. E se non è Ayton, è JaVale McGee che si dirige verso il vicolo, perfettamente servito da Devin Booker. Phoenix passa 9-0 per confermare la sua ascesa (28-12) alla fine del primo quarto (28-16). Con il controllo totale sulle operazioni, i Suns limiteranno semplicemente la NOLA al minor numero di punti segnati nel primo tempo, una dimostrazione (53-34).

I pellicani non si arrendono† I Pelicans provano a rilanciare con una grossa schiacciata di Brandon Igram ad inizio 3° quarto, ma Ayton continua a dominare dentro, con due nuovi muri su Jonas Valanciunas. A +10 o più dalla fine del primo quarto, Phoenix si rilassa un po’ e prende il 16-2 dai Pels (76-69). Cam Johnson interromperà la serie con un rimbalzo offensivo tempestivo e un’azione da tre punti, ma New Orleans è in un’imboscata (79-71).

Chris Paul prende il comando† CJ McCollum segna 7 punti di fila e conferma il trend ma Chris Paul interviene come boss. Che si tratti di segnare (10 punti in 3 minuti) e passare per JaVale McGee nella schiacciata, CP3 rimette i punti sull’i. Il playmaker ha infatti segnato 17 dei 19 punti della sua squadra (6/6 ai tiri) e ha aggiunto una brillante intercettazione di anticipazione e lettura. Fu lui a rimettere in carreggiata i Suns, con 19 dei suoi 30 punti nell’ultimo quarto.

TOP/FLOPS

Chris Paolo† Quando i Pelicans sono tornati a -6, ha preso il sopravvento. Risultato: 19 punti nell’ultimo quarto e i Suns che riprendono a +15! Chris Paul chiude con una statistica regale di 30 punti, 10 assist, 7 rimbalzi e 3 palle rubate, il tutto su 16/12 su tiri di cui 4/6 da 3 punti. Grande arte!

Deandre Ayton† Quando è stato eliminato un po’ dopo aver contattato Herb Jones, Deandre Ayton (21 punti, 9 rimbalzi, 4 stoppate) ha giocato un’ottima prima partita. Dominante sotto i pannelli, con diversi contropiedi contro il Valanciunas, ha giocato la sua parte anche in attacco (con un netto 10/15) includendo un tiro da 3 punti su passaggio.

Devin Booker† Più spento a fine partita, Devin Booker ha comunque chiuso con 25 punti, 8 assist e 4 rimbalzi, ovvero l’influenza della potenza All Star di Phoenix. Infatti, è stato nel primo (10) e nel terzo quarto (11) che D-Book ha lasciato il segno e ha lasciato il posto a CP3 nel traguardo.

Jonas Valanciunas† Jonas Valanciunas non è riuscito a segnare il minimo canestro sotto il cerchio contro Ayton nel primo tempo, ma ha comunque raccolto rimbalzi. Si è svegliato a fine partita e ha segnato 18 punti oltre al suo nuovo record personale (nei playoff) con 25 rimbalzi. Ma questo 21/7 sui tiri è un compito…

Brandon Ingram† Insostenibile nei “play-in”, Brandon Ingram non ha vissuto la stessa prestazione per questa prima partita dei playoff. I suoi sforzi dalla media distanza sono stati difesi ferocemente e l’esile ala è stata sottoposta alla pressione difensiva dei Suns, che si trattasse dell’altezza di Mikal Bridges o del fisico di Jae Crowder. Ha avuto una notte difficile con 18 punti su 17 colpi e 5 proiettili vaganti…

IL SEGUENTE

Gioco 2: nella notte dal martedì al mercoledì alle 4 in punto.

abbronzandosi 110 colpi rimbalza
Giocatori Minimo colpi 3 punti LF o d t pd lato int bp CT Punti Valutazione
J. Crowder 28 0/4 0/4 1/2 0 1 1 1 3 0 0 1 +11 1 -1
Signor Bruggen 38 4/9 0/3 3/4 0 5 5 3 4 0 0 2 +4 11 15
D.Ayton 34 15/10 1/1 0/0 2 7 9 2 4 0 1 4 +7 21 30
C.Paolo 35 16/12 4/6 2/2 0 7 7 10 2 3 2 1 +20 30 45
D. Booker 41 19/8 4/8 5/6 0 4 4 8 2 1 1 0 +7 25 25
T.Craig 11 0/1 0/1 0/0 0 0 0 1 2 2 1 0 +3 0 1
C. Johnson 23 5/6 1/2 2/3 1 0 1 0 3 0 2 0 +3 13 10
J. McGee 14 2/2 0/0 3/4 2 5 7 0 2 0 1 1 +4 7 13
C. Payne 17 1/6 0/3 0/0 0 1 1 0 1 0 1 0 -4 2 -3
Totale 42/78 28/10 16/21 5 30 35 25 23 6 9 9 110
pellicani 99 colpi rimbalza
Giocatori Minimo colpi 3 punti LF o d t pd lato int bp CT Punti Valutazione
B.Ingram 39 17/6 1/2 5/5 1 4 5 4 3 1 5 0 -6 18 12
H. Jones 31 2/8 1/2 0/0 3 0 3 0 4 1 1 0 -7 5 2
J. Valanciunas 31 21-07 0/1 4/6 13 12 25 3 2 0 1 0 -11 18 29
J Hayes 11 1/2 0/0 2/5 0 1 1 0 1 0 0 0 -11 4 1
C. McCollum 43 25/9 3/8 4/6 3 5 8 6 2 1 3 1 -10 25 20
L. Nance Jr. 20 5/8 1/2 3/4 3 3 6 3 2 1 1 0 -3 14 19
N. Marshall 15 3/4 0/0 0/0 1 0 1 1 0 0 1 0 -1 6 6
D.Graham 10 0/2 0/2 0/0 0 1 1 1 2 0 1 0 -3 0 -1
J.Alvarado 14 1/4 1/2 0/0 0 1 1 0 1 0 0 1 -9 3 2
T. Murphy III 26 2/4 2/4 0/0 1 3 4 2 1 0 0 0 +6 6 10
Totale 36/95 23-09 18/26 25 30 55 20 18 4 13 2 99

Stadio silenzioso, fuorigioco e SOS Gigio… Il Classico, questo grande circo

Jake Lloyd: carcere, schizofrenia… la discesa agli inferi del giovane attore di Star Wars, La minaccia fantasma