in

I Verdi non possono farlo

Il destino ha combattuto i Vertes questo sabato pomeriggio allo stadio Salif-Keita. Al termine del primo quarto, segnato da un leggero dominio del Guingamp, Esther Okoronkwo ha dovuto rinunciare al suo posto a causa di un infortunio. A mezz’ora dall’inizio della partita, è stato Guingamp ad aprire le marcature con un pesante attacco di Maiwen Renard (ASSE 0-1 EAG, 26) prima che i bretoni effettuassero il contropiede di Sarah Cambot, dieci minuti dopo, dopo una scarsa rimonta in area (ASSE 0-2 EAG, 36°)† E come se quel primo periodo non fosse abbastanza difficile da ammettere, Élise Bonnet ha dovuto lasciare il campo dopo un grande contatto.

Dominati ma non rassegnati, i Vertes iniziano il secondo tempo con un’ottima punizione di Laura Condon, che sbaglia di poco il gol prima di chiudere il divario. Laura Condon ha risposto perfettamente alla chiamata di Kelly Gago che ha messo a punto il portiere del Guingamp con un sottile pallonetto (ASSE 1-2 EAG, 64°)† Ma le speranze di ritorno non sono durate, poiché una volta ripreso il gioco, Guingamp, via Laurie Teinturier, ha penalizzato Saint-Étienne (ASSE 1-3 EAG, 66°)† Goffi nelle trasmissioni, i Verdi non sono più riusciti a esprimersi, né a trovare colpe, e si sono inchinati in un incontro cruciale per salvare la gara.

Finir la compétition du mieux possible.

Non siamo entrati nei duelli come avremmo dovuto e abbiamo giocato con il freno a mano usando la palla, scusa Jérôme Bonnet† Siamo riusciti a creare occasioni, ma abbiamo fatto delle scelte sbagliate e nell’ultimo gesto siamo finiti nei guai. I due cambi di infortunio hanno anche ridistribuito le carte. Non ho visto una squadra di Guingamp metterci nei guai, ma li ho visti approfittare dei nostri errori. Nel mezzo è chiaro che hanno fatto la legge. Nella ripresa abbiamo cercato di andare ancora più in alto, ma il gol del 3-1 ci ha fatto molto male. Siamo bravi ultimi perché dobbiamo guadagnarcelo. Mancano ancora quattro partite, sta a noi finire al meglio. Se siamo in una spirale negativa, se non funziona a nostro favore, il più piccolo errore viene pagato in contanti. Davanti a noi abbiamo squadre che sono molto killer, sfruttano il più piccolo errore e quando questo ci accade, stiamo superando in astuzia, non siamo in grado di prendere il comando. Alla fine della partita ho detto alle ragazze che dovevamo almeno rispettarci a vicenda. O finiamo in fuga o rispettiamo il club, le persone che lavorano per la squadra, i volontari, lo staff. La cosa più importante è finire la competizione nel miglior modo possibile”.

D1 Arkema – 19° giorno

ASSE 1-3 Guingamp

La pace: 0-2

Obiettivi : Gago (64°) per ASSE – Renard (26°), Cambot (36°) e Teinturier (66°) per En Avant Guingamp.

ASSE: Gignoux – Sakaki (poi Chaumette, 72°), Multari, Blanchard (c), Bonet (poi Antoine, 44°) – Uffren, Condon (poi Vidal, 72°), Carchio (poi Coquard, 72°) – Okoronkwo (poi Jesus, 17°) , Gago (poi chaumette, 84°), Caputo. allenatore : Girolamo Bonnet

FES (M) | La Spagna si vendica della Francia

Anteprima playoff 2022 | Boston (2) – Brooklyn (7)