in

il Gran Premio di Miami annullato per un motivo ridicolo?

A poche settimane dal primo Gran Premio di Formula 1 a Miami, l’associazione dei residenti del quartiere di Miami Gardens sta minacciando l’evento più che mai.

Dal 1 marzo ilAssociazione di quartiere di Miami Gardens (luogo dove si svolgerà il GP di F1) prova come meglio puoi, aimpedire l’arrivo della Formula 1 nel parcheggio dell’Hard Rock Stadium, previsto per il 6 maggio.

In un articolo di Miami Heraldè stato affermato che il suono generato dall’evento Andrebbe ” causare gravi disagi e danni fisici” ai residenti che vivono vicino all’Hard Rock Stadium. il Il giudice Alan Fine pertanto ha chiesto all’associazione di farlo fornire una cartella con gli elementi dimostrando che il livello di decibel raggiunto può costituire un vero e proprio bias, per decidere se organizzare o meno l’urgenza di un’audizione sul proseguimento della gara.

Se le conseguenze del rumore per i residenti sono inevitabili, il giudice adito ha sollevato la questione se alternative come stare in casa o indossare i tappi per le orecchie durante l’evento. Una proposta alla quale Sam Dubbin, avvocato dell’associazione dei residentisi è detto offeso e ha risposto: “Non ho dubbi che abbiamo residenti che vivono abbastanza vicino allo stadio dove il livello di rumore minaccerebbe la perdita dell’udito”.

i promotori di Gran Premio di Miami tuttavia hanno fatto sforzi prendendo misure per limitare il rumore ambientale moto per le strade di Miami. Lungo le recinzioni sono stati posizionati teloni in PVC per limitare la diffusione di onde sonore “disturbanti”.

Melissa Palett-Vasquez, avvocato dell’Hard Rock Stadium sostenendo la difesa del Gran Premio, ha rassicurato le autorità specificandolo gli effetti legati al rumore di cui i residenti sono preoccupati semplicemente non esistono su altri eventi in cui si svolgono i Gran Premi di Formula 1. Quest’ultimo ha aggiunto che sarebbe anche ingiusto programmare un’udienza di emergenza durante il processo di scoperta del soggetto, analisi delle prove e consegna di solito di almeno tre mesi. Soprattutto perché la pista è pronta quasi al 95% e quasi tutti i biglietti sono stati venduti. ioarresto improvviso dell’organizzazione dell’evento può quindi portare ad a perdita economica di quasi $ 300 milioni

Il giudice Alan Fine ha programmato un’udienza in videoconferenza per mercoledì 20 aprile, in cui ritiene che le prove fornite siano “speculative”, quindi ” ogni possibile danno è prevenibile† Si è scoperto che l’organizzazione di a l’udienza di emergenza non è necessaria† Il primo Il Gran Premio di Formula 1 di Miami, si vede liberato da ogni pericolo

Quest’ultimo, tuttavia, non esclude la possibilità di ulteriori procedimenti giudiziari dopo il processo. Durante l’evento, verrà effettuato il monitoraggio del rumore intorno all’Hard Rock Stadium e verrà posizionata una zona di sorveglianza vicino alle aree residenziali. Il vero rischio potrebbe non essere quello di arrivare all’organizzazione del primo Gran Premio di Formula 1 a Miami visto il poco tempo prima del 6 maggio, ma riguarda piuttosto le edizioni successive. Se le autorità hanno firmato un contratto decennale con la F1, le future edizioni sono minacciate

Foto: F1Miami

Per leggere su auto-moto.com:

Mini torna alla 24 Ore del Nürburgring

Charles Leclerc ha rubato un orologio da 300.000 euro

Sebastien Loeb: Confermato il ritorno al Rally Portogallo!

Aviazione: perché Safran Helicopter Engines sta reclutando vendicativamente

Xbox Game Pass: affrettati! Ultimi giorni per goderti 3 mesi gratis su PC