in

Il manager di France XV Raphaël Ibañez “molto scioccato” dopo aver assistito alla morte del suo amico in kayak

Era il bellissimo progetto di due amici d’infanzia. Un’avventura tra vecchi amici per vivere insieme le belle giornate che tornano e godersi la loro complicità sull’acqua. Da un mese, il manager del XV di Francia Raphaël Ibañez e il suo amico d’infanzia Fabrice La Barrière progettarono di discendere il fiume Deva nel nord-ovest della Spagna fino a quando la gente del posto chiamava il Mar Cantabrico e i francesi il Golfo di Biscaglia. Il viaggio dei due si è concluso tragicamente lunedì mattina, vicino al villaggio di La Hermida, dove è morto Fabrice.

“E’ caduto dalla sua barca ed è rimasto bloccato nei vortici sotto una roccia e dei rami”, ha detto un parente dell’ex capitano della nazionale francese di rugby. Lui è annegato. Raphael si sedette accanto a lui. Ha fatto di tutto per salvarlo, ma invano. †

Secondo il giornale il commercio, l’allerta è stata lanciata intorno alle 10 e ha richiesto il dispiegamento di ingenti risorse per intervenire in quello che questo quotidiano locale ha definito un luogo “difficile da raggiungere”, e in una zona con forti correnti. Il corpo del francese di 48 anni, delle Landes come descrive l’ex puttana Sud Ovestè stato trovato vicino a due rocce, conosciute nella regione come “Las Lágrimas de Don Pelayo” (Le lacrime del signor Pelayo

Raphaël Ibañez è rimasto fermo

L’operazione di soccorso, che ha richiesto due elicotteri, i vigili del fuoco e la protezione civile, è durata diverse ore. Il corpo è stato rimosso solo intorno alle 16:30, dopo che i soccorsi avevano tagliato rami e un tronco e grazie all’uso di corde. Il Deva, che scorre in questa regione montuosa al confine con il principato delle Asturie, è stato particolarmente turbolento negli ultimi giorni, principalmente a causa dello scioglimento della neve questo fine settimana, assicura El Comercio.

L'area in cui è stato trovato il corpo era di difficile accesso.  DR/Guardia Civile
L’area in cui è stato trovato il corpo era di difficile accesso. DR/Guardia Civile

Acanta, un’associazione che riunisce professionisti del turismo della regione cantabrica, ha detto ai media locali che Raphaël Ibañez e il suo amico non avevano assunto una guida per accompagnare la loro gita. Afferma inoltre che l’area è aperta alle canoe solo dal giovedì alla domenica e che l’area dell’incidente “era per lo più inutilizzata”.

“Non è stato saggio da parte loro andare lì senza accompagnamento e senza l’attrezzatura adeguata. È un settore molto difficile, bisogna essere vissuti, spiega Parisian-Today in Francia, il vicepresidente di Acanta Oscar Sanchez. Il settore è aperto dal giovedì alla domenica per garantire che i primi soccorritori e le associazioni siano disponibili in caso di necessità. Molte persone vengono in questa zona nei fine settimana. †

“Molto scioccato”, il manager dei Blues non ha voluto parlare di questo dramma. È ancora in Spagna, con la moglie, a organizzare il rimpatrio della salma in Francia. La drammatica conclusione del suo viaggio con il suo amico Fabrice.

Negli Stati Uniti, il prezzo della benzina a marzo (+18%) spinge l’inflazione a +8,5%: inaudito dal 1981

LEGO Star Wars: Quando la Forza frantuma Elden Ring