in

Il motivo per cui Letexier ha fischiato un rigore contro Rongier

Questa domenica, durante l’incontro tra OM e PSG, Valentin Rongier ha ricevuto un rigore contro di lui per una mano in area di rigore. Il team cerca di spiegare il motivo di questa decisione del signor François Letexier.

Il fischio di rigore controMarsiglia olimpica questa domenica ha fatto scorrere molto inchiostro. Il quotidiano L’Equipe ha cercato di spiegare perché François Letexier ha preso questa decisione nel Parc des Princes durante il Clasico.

La squadra ricorda la regola delle penalità

Il quotidiano sportivo ricorda le nuove regole introdotte dall’IFAB per la stagione 2021-2022. Viene fischiato fallo se un giocatore:

tocca deliberatamente la palla con il braccio o la mano, ad esempio spostando il braccio o la mano verso la palla;

tocca il pallone con il braccio o con la mano: per aver allargato artificialmente l’area coperta dal proprio corpo. Si considera che un giocatore abbia aumentato artificialmente l’area coperta dal suo corpo quando la posizione del suo braccio o della sua mano non è dovuta al movimento del suo corpo in quella particolare situazione o non è giustificata da tale movimento. Avendo il braccio o la mano in tale posizione, il giocatore rischia di toccare la palla con queste parti del corpo e di essere sanzionato”.

La coscia cambia la traiettoria del pallone – Longoria

Nonostante tutto, il presidente dell’Olympique de Marseille Pablo Longoria ha fortemente messo in discussione questa decisione al microfono di Prime Video poco dopo l’incontro.

“Sono sorpreso da molte decisioni. Abbiamo visto il controllo delle due squadre, era il possesso. Sono sorpreso che possiamo parlare di rigore, ma dobbiamo parlare di calcio. Non è normale fischiare una penalità se colpisce la coscia anteriore. Il comitato deve essere chiaro, questa è la regola. È una decisione difficile da accettare. Sono un purista, la presa di posizione è involontaria, se colpisce la coscia si usa il VAR per quello, per vedere che non è un rigore. È impossibile averlo. C’è ancora tempo per mandare l’immagine giusta all’arbitro, bisogna rispettare il calcio. La coscia cambia la traiettoria del pallone… Fuorigioco di Saliba, ok, è calcolato, non è la stessa cosa. (…) È stata una partita di controllo tra le due squadre a centrocampo. È un gioco con poche possibilità, si gioca sui dettagli, peccato che si gioca con la tecnologia. Posso essere critico nei confronti della mia squadra (sulla mancanza di opportunità) ma perdere così…” Pablo Longoria – fonte: Prime Video (17/04/2021)

Sciopero del personale Volotea: passeggeri bloccati all’aeroporto di Tolosa

Lidl è un successo con questo accessorio indispensabile per l’estate a meno di € 15, non mancare!