in

Il nuovo “cinque di morte” dei guerrieri infligge ingenti danni

Harrison Barnes, poi Kevin Durant se ne saranno andati e Andre Iguodala è ora seduto in fondo al divano, ma Steve Kerr potrebbe aver scoperto un nuovo “cinque dei morti”. L’abbiamo avuto un primo assaggio alla fine della prima metà di Gara 1 contro i Nuggets quando Steve Kerr si è schierato insieme Stefano CurryKlay Thompson e Jordan Pooledi Draymond Green e Andrea Wiggins per circondarli. Giocano insieme per quattro minuti e vanno 18-4 per spostare il vantaggio da 43-40 a favore di Denver a 58-47 per Golden State all’intervallo.

“Sono un buon cinque con molto spazio. Ci sono due creatori con Steph e Jordan, e Draymond è nella posizione 5 dove è più efficace”. spiega Steve Kerr. a partire dal† “È un po’ quello che abbiamo sempre offerto qui, a seconda della rosa, con Draymond in 5 e la voglia di escludere la partita. È divertente da guardare”. †

In questo “cinque di morte”, molto concentrato sull’attacco, Jordan Poole ha giocato a trequartista, mentre il duo Curry-Thompson ha moltiplicato le gare nel gioco senza palla. Per Stephen Curry è un modo per ritrovare la sua posizione naturale, quella di secondo difensore. Fu in questa posizione che si fece un nome nella NCAA.

“Penso che sia un quartetto che avrà un incredibile successo nei prossimi anni”

“È super micidiale perché con questi ragazzi possiamo giocare molto senza palla” apprezza Jordan Poole. Stessa sensazione per Klay Thompson che suona al pianoforte a coda in questa configurazione.

“È spaventoso quando troviamo il nostro ritmo, ed è stata davvero la prima volta che abbiamo suonato insieme” lui ricorda. “Lo spazio d’attacco e il tiro, la creazione, è tutto lì. Penso che sia un gioco a cinque che avrà un incredibile successo negli anni a venire, ed è stato divertente farne parte stasera. †

Cosa ha pensato Stephen Curry, 6° uomo per una notte, del suo ritorno in campo?

Tecnicamente ci mancano le dimensioni, ma devi mettere energia, forza e impegno in difesa e poi puoi trasformarlo in vantaggio dall’altra parte del campo “Analizza il leader dei Warriors. † Quando guardi sulla carta tutto quello che puoi fare, c’è solo molto spazio sul campo. C’è molta abilità, molta creazione. Se riusciamo a difenderci, riprenderci e passare alla transizione, è davvero difficile difenderci† †

Stephen Curry evoca in particolare il gioco senza palla con Jordan Poole come regista.

Vediamo Jordan creare sul pick and roll con Klay e io che siamo lì per portare via il gioco. Draymond organizza il tutto e Wiggs taglia il cerchio. Tutto ciò spunta molte caselle nell’elenco di ciò che vogliamo fare nell’attacco.

La Peugeot 308 arriva di seconda mano: buoni affari in vista?

È così che la luna è finita con due facce così diverse