in

Kosmos, la società di Gérard Piqué, ha ricevuto 24 milioni di euro per trasferire la Supercoppa dalla Spagna all’Arabia Saudita

La Federcalcio spagnola (RFEF) ha negoziato una commissione di 24 milioni di euro per conto di Kosmos, la società di eventi sportivi presieduta dal difensore dell’FC Barcelona Gerard Pique, per trasferire la Supercoppa dalla Spagna all’Arabia Saudita, secondo quanto riportato dai media spagnoli. El confidenziale Lunedi.

Il “ruolo decisivo” di Pique nei negoziati

Concorso 1

“Qui non giochiamo alla Playstation”: Pochettino, l’anti-Sampaoli?

7 ORE FA

Il sito di notizie online, che ha avuto accesso a documenti e messaggi audio privati ​​tra Pique e il presidente della RFEF Luis Rubiales, riporta che la Federcalcio spagnola riceverà 40 milioni di euro a stagione per ciascuna delle sei edizioni ospitate in Arabia Saudita dal 2020 (ovvero 240 milioni di euro). euro in totale), mentre Kosmos riceve 4 milioni di euro a stagione, quindi un totale di 24 milioni di euro.

Pique ha svolto un ruolo chiave nei negoziati per la Supercopa de España che si terrà in Arabia Saudita, ricevendo un trattamento preferenziale da Rubiales durante tutto il processo, per ragioni da definire. Un portavoce di Pique ha negato di aver ricevuto un trattamento specialeEl Confidential ha scritto lunedì.Contattato da AFP, Kosmos finora non ha risposto.

Informazioni già (in parte) note nel 2019

La prima edizione della Supercoppa Spagnola sul territorio di questa Monarchia del Golf si è svolta a gennaio 2020 tra FC Barcelona, ​​​​​​Real Madrid, Atlético Madrid e Valencia CF, ed è stata vinta dal Real Madrid (0-0, 4 -1 ai rigori contro l’Atlético in finale).

Gerard Pique (Barcellona)

Credito: Getty Images

Poche settimane prima di questa prima edizione, Rubiales aveva già confermato in conferenza stampa che Kosmos era intervenuto nelle trattative con l’Arabia Saudita, e aveva sottolineato che la federazione non aveva effettuato pagamenti diretti alla società fondata da Pique, violando così il suo codice di etica che è stata approvata all’unanimità dalla federazione nel dicembre 2019.

La Federazione ha risposto

Giovedì la RFEF ha denunciato in un comunicato di essere stata vittima di un “attacco informatico nell’ambito di un’azione criminale” e ha indicato che “documenti, conversazioni e audio privato del presidente e del segretario generale“fu rubato.

Nei commenti riportati lunedì dal quotidiano sportivo Marcail quotidiano più venduto in Spagna, la federazione ha stimato che “questa informazione non porta nulla di nuovo rispetto a quanto reso pubblico nel 2019Tutti i dati dell’operazione sono stati presentati, spiegati e votati dall’assemblea. Fa parte della campagna di intimidazione e discredito a cui siamo abituatispiega un leader della federazione, citato da Marca

Concorso 1

“Non c’era atmosfera”: lo strano silenzio del Parco

14 ORE FA

Concorso 1

Stavolta torna Neymar: ‘Non va seppellito’

15 ORE FA

Il Milan ufficializza la trattativa in esclusiva per una cessione da un miliardo di euro!

Giro delle Alpi – Geoffrey Bouchard vince la 1a tappa, Romain Bardet 3a