in

Kyrie Irving può giocare con i Nets a casa

Grande bomba sul pianeta del basket, tre settimane prima dei playoff. Mentre Kyrie Irving è stato autorizzato a giocare solo nelle partite casalinghe con i Nets in questa stagione, la situazione cambierà per il playmaker All-Star in pochi giorni. In effetti, come Shams Charania da l’atletico Il sindaco della città, Eric Adams, ha annunciato mercoledì sera che il mandato di arresto che impediva agli atleti non vaccinati come Kyrie di esibirsi nello stato di New York sarà revocato entro il fine settimana.

Eccone uno, bel regalo di compleanno.

Nato il 23 marzo, Kyrie Irving probabilmente non si aspettava che questo tipo di regalo gli venisse presentato prima del suo 30esimo compleanno. Eppure, eppure, eccoci qui. Ricordiamo il contesto, per chi non ha tutta la storia. Già da diversi mesi il leader dei Nets aveva annunciato il suo rifiuto di vaccinare, cosa che avrebbe posto potenziali problemi per la stagione della sua franchigia. Una posizione che ha successivamente confermato queste preoccupazioni, poiché Steve Nash e il suo staff non hanno potuto contare su Kyrie nella prima parte dell’anno fiscale 2021-2022. E poiché i leader dei Nets erano chiari sulla necessità di essere al 100% in squadra o allo 0%, lo spogliatoio gli era chiuso e Irving è rimasto più un mistero che altro nel panorama del basket. Lo vedremo giocare in questa stagione? Cosa succede ai suoi compagni di squadra? Giocherà di nuovo a basket…? I decisori di Brooklyn avevano chiaramente bisogno di rinforzi e poi hanno deciso di allentare le loro politiche interne accettando che Kyrie potesse giocare di nuovo… a metà tempo, cioè partecipando solo alle partite in trasferta. E perché questo? Perché negli Stati Uniti, a seconda dello stato, la partecipazione ad attività professionali e sportive in spazi chiusi non era consentita allo stesso modo. E proprio sul lato di New York, il blocco era solido per il Barclays Center. Non sei vaccinato e sei un giocatore ospite? Possiamo discuterne. Non sei vaccinato e sei un giocatore che gioca in casa? Stai a casa. Qualunque cosa si pensi a questa logica, recentemente interrotta dalla presenza di Kyrie nel pubblico di Brooklyn ma non sul campo, la situazione è rimasta immutata.

E tutti i giocatori dei Nets, Kyrie inclusa, speravano che il mandato d’arresto attivo di New York sarebbe stato revocato. Che il leader, invece di guardare gli altri giocare, possa anche partecipare a questi incontri. Ipocrisia o meno per la situazione, sapendo che Irving si era messo alla base di questo, ma il vaso cominciava a riempirsi abbastanza. E quando diversi big della Lega si aspettavano che il mandato venisse revocato dai Playoff, allo sportello non c’era certezza. Ci vediamo stasera. Segnalato per la prima volta da Adrian Wojnarowski daESPN ipoteticamente è Shams Charania da l’atletico che è venuto a postare la sua grande novità.

È quindi da questa domenica, durante la partita casalinga dei Nets contro gli Hornets, che Kyrie Irving potrebbe esordire in casa in questa stagione.

Finora, il playmaker è apparso in 19 partite, tutte in trasferta, con le dita incrociate per infiammare Barclays con i suoi colpi killer all’inizio dei Playoff. Difficile chiedere tempi migliori, sia per il giocatore che per i Nets, a poche settimane dall’inizio della seconda parte di stagione. Infatti, una delle aspettative del resto della Lega era che la situazione sanitaria non cambiasse e che quindi Brooklyn potesse contare solo su un Kyrie Irving, e non in casa. Non c’è bisogno di pianificare la cometa, essere un allenatore e fare in modo che tuo zio Drew scopra una su due invece di sei su sei ti cambierà la vita. Sfortunatamente per la concorrenza, tutto deve cambiare e ci sono buone possibilità che i Nets utilizzino il pacchetto per ottenere il massimo dalle loro forze nei playoff. Chi vuole incontrare questa squadra al 1° turno, con Kyrie e KD in forma, in casa e fuori, con 7 vittorie consecutive? Stiamo chiaramente parlando di uno dei doni più marci che esistano, dopo diversi mesi di fatiche ai vertici della conferenza. Detto questo, non è stato ancora deciso nulla. I due leader dovranno essere in buona forma fino al 10 aprile, quando Brooklyn chiuderà il loro regolare caposaldo, per consentire la fantastica rimonta. Ma qualcosa è già stato registrato: parlare di Kyrie Irving come giocatore part-time è fatto al passato.

I fan dei Nets sono entusiasti di sentire questa notizia stasera. Sì, Kyrie Irving e Kevin Durant potranno giocare insieme tutte le prossime partite di Brooklyn, finire la stagione regolare con stile e attaccare i Playoff con un coltello tra i denti. Allacciate le cinture di sicurezza, danneggerà le difese nemiche…

Fonte: Shams Charania – L’Atletico

traffico quasi normale in metropolitana e RER, fortemente interrotto per autobus e tram

questa nuova funzionalità che piacerà agli appassionati di cinema