in

La Flèche Wallonne – Dylan Teuns (Bahrain-Victorious) vincitore davanti a Valverde, Alaphilippe ai piedi del podio

Il re è caduto. Dopo aver vinto le ultime tre edizioni della Flèche Wallonne a cui ha partecipato (2018, 2019, 2021), Julian Alaphilippe (Quick-Step Alpha Vinyl) è stato sconfitto mercoledì nell’ultima salita del Mur de Huy. È stato Dylan Teuns (Bahrain Victorious) a fare una piccola sorpresa battendo Alejandro Valverde (Movistar), detentore del record di vittorie nell’evento (5) e Aleksandr Vlasov (Bora-Hansgrohe), 3°. Il due volte iridato in carica è finito ai piedi del podio dopo essere rimasto troppo indietro negli ultimi 200 metri.

Freccia Vallone

La banderilla Cofidis non cambia nulla, la Freccia si gioca ancora al Mur de Huy

UN’ORA FA

Valverde vicino alla vittoria per l’ultima volta

Dal 2011, nessun belga in casa ha alzato le braccia in aria. Dylan Teuns ha quindi posto fine a un decennio di scarsità essendo il primo ad attaccare il Mur de Huy e le sue pendici di oltre il 20%. A quasi 200 metri dal traguardo, il pilota vittorioso del Bahrain è salito sui pedali per prendere qualche metro di vantaggio sul resto dei favoriti, insieme a Vlasov e Valverde. Proprio a questo punto, Julian Alaphilippe era un po’ troppo avanti per unirsi, così come Tadej Pogacar, che ha vinto per il francese.

Ma abbiamo dovuto aspettare all’appartamento per vedere il veterano spagnolo, il cui ultimo ingresso nel suo evento preferito, era a meno di 100 yard dalla linea. Teuns ha continuato il suo tentativo di vincere senza nemmeno scattare negli ultimi metri. Alaphilippe non poteva fare di meglio che osservare e tagliare il traguardo a 5 secondi dai primi tre classificati.

“È Pogacar che fa il buco”: il momento in cui Alaphilippe ha visto volare via il podio

Obiettivo Liegi-Bastogne-Liegi

In precedenza, alcuni piantagrane cercavano di falsificare lo stesso copione finale ogni anno. Soren Kragh Andersen e Mauri Vansevenant hanno approfittato della penultima difficoltà, la Côte de Cherave, per scappare e prendere quindici secondi di vantaggio sul gruppo. Ma i favoriti hanno nuovamente colto il vantaggio ingoiando i due uomini nelle prime percentuali del Mur de Huy.

D’ora in poi Julian Alaphilippe e gli altri big della giornata si gireranno domenica al 4° Monumento della stagione, Liegi-Bastogne-Liegi, dove il francese registrerà la sua prima vittoria di questa grande classica e il primo successo della stagione per la formazione Quick-Step Alpha Vinyl, che lotta per ottenere buoni risultati in questo periodo di classici.

Alaphilippe, detronizzato ma “sollevato”: “La pressione aumenta di anno in anno”

Freccia Vallone

“È Pogacar che fa il buco”: il momento in cui Alaphilippe ha visto volare via il podio

2 ORE FA

Freccia Vallone

Alaphilippe, detronizzato ma “sollevato”: “La pressione aumenta di anno in anno”

2 ORE FA

fantasma di Chris Bangle, ci sei?

Tom Pernaut: Questa foto di famiglia estremamente rara che condivide quasi due mesi dopo la morte di suo padre