in

La Francia ha battuto l’Ucraina in una partita speciale

Tutti gli ucraini hanno aspettato una rosa negli spogliatoi del Docks Océane questo sabato sera a Le Havre. Prima del calcio d’inizio, un mazzo di fiori è stato consegnato a Iryna Glibko, capitano dell’Ucraina, da Béatrice Barbusse, vicepresidente, e Philippe Bana, presidente della Federazione francese (FFHB). “Lo sport è superiore alla guerra” ricordava Bana, per una buona ragione. Il 23 aprile è stato più di un gioco a mano. Insieme all’UNICEF è stata lanciata una colletta di solidarietà. Ufficialmente, questo duello ha formato il percorso di qualificazione dei francesi (qualificati da tempo) a Euro 2022 (4-20 novembre in Slovenia, Macedonia e Montenegro). La Francia sa il 28 aprile, giorno del sorteggio, in quale paese giocherà e contro quali avversari.

Questo incontro non è quasi mai avvenuto. A causa del conflitto con la Russia, la squadra ucraina non ha più i mezzi finanziari per viaggiare. Tanto che la FFHB ha coperto tutti i costi, circa 30.000 euro, per fornire un po’ di conforto a una nazione immersa nell’orrore della guerra per due mesi.

L’Ucraina non ha ancora potuto disputare le due gare contro la Repubblica Ceca che erano in programma in questo girone 4 e che potrebbero essere giocate in terra ceca a giugno. Con un’altra opzione per appendere uno dei due semi di sesamo. La Francia, invece, ha completato il suo corso questo sabato segnato da una battuta d’arresto, proprio tra i cechi, mercoledì scorso (30-31), con una difesa molto porosa dove i pilastri, Béatrice Edwige e Allison Pineau, però, non evolvono , lasciato al resto questa settimana. Il 10 ottobre a Sumy, la Francia (28-25) ha vinto in Ucraina.

Prima del combattimento, le donne francesi e ucraine hanno posato per la foto con la bandiera blu e gialla, davanti a uno striscione “Stand with Ukraine” (a sostegno dell’Ucraina). Agli inni sono seguiti lunghi applausi. “Come tutti gli atleti vogliamo vincere, anche se sappiamo che sarà difficile contro la Francia” ha detto Vitaly Andronov, l’allenatore ucraino.

Trovato una difesa francese

I suoi giocatori sono entrati in campo con coraggio (1-3, 5°) ma hanno affrontato donne francesi che erano molto più forti in difesa di tre giorni prima, con Laura Glauser in porta impeccabile per il suo 100° roster (7 parate di cui 1 rigore nel primo atto) . Se la difesa tricolore è stata all’altezza della sua leggendaria reputazione, l’attacco si è incrinato un po’. Tanto che Olivier Krumbholz si è preso una pausa (3-5, 12°) e ha quasi cambiato tutta la squadra. Pagare con due gol di fila di Océane Sercien-Ugolin una volta entrato come terzino destro per Laura Flippes.

Questo slancio offensivo non durò a lungo a causa dei rifiuti e della febbre. Se la Francia era in vantaggio all’intervallo (9-6), lo deve alla sua tenace difesa contro, è vero, gli ucraini, dove Iryna Glibko è troppo sola in difesa per rappresentare una vera minaccia. Inoltre, le retrovie sono state guardate dai Bleues (1 gol su 6 tiri, di cui 0/1 dal dischetto) con un “severo” di Méline Nocandy per un po’. L’Ucraina non ha segnato per diciassette minuti (3-5, 12 a 9-6, 29)!

Molto più liberati in attacco, i francesi hanno messo davvero le mani sul gioco, sia nel gioco testa di serie che nello scalare palla. Floriane André è arrivata alla staffetta di Laura Glauser nella porta e ci è persino andata dalla sua realizzazione dalla sua gabbia (per il suo primo mantello), che le è valsa il bacio del suo primogenito. Dopo quindici minuti di gioco, al rientro dallo spogliatoio, la questione era risolta (19-12, 46°).

Con 18 gol nel secondo atto (contro i 9 del primo), i Bleues sono stati molto più all’interno dei loro standard in questa particolare partita giocata di buon umore. Al termine della partita, Laura Glauser ha provveduto a regalare palloncini agli ucraini affinché li mandassero al pubblico, che ha salutato generosamente le due squadre. Gli ucraini hanno eseguito un giro d’onore, bandiera blu e gialla in mano, per alcuni con le lacrime agli occhi.

Anne Sila parla di “un altro ostacolo”

Nabilla incinta: svelati tutti i dettagli della sua nascita