in

Liga – Aspettando il Barça, Real Madrid vicino allo scudetto dopo il successo all’Osasuna (1-3), Benzema muto

Il Real Madrid è sempre più vicino al titolo. Questo mercoledì sera, il Merengue ha vinto sul prato dell’Osasuna (1-3), durante la 33a giornata della Liga. All’Estadio El Sadar di Pamplona, ​​nonostante Ante Budimir avesse pareggiato molto velocemente (13°), dopo l’apertura di David Alaba (12°), Marco Asensio (45°) e Lucas Vazquez (90°+6) hanno finalmente consegnato loro la vittoria. Nella classifica del campionato spagnolo, gli uomini, la capolista Carlo Ancelotti, portano temporaneamente 17 punti di vantaggio sul secondo posto dell’Atlético de Madrid e 18 sull’FC Barcelona, ​​che sono ancora due partite dietro. Osasuna è ora nono.

Non deve essergli capitato spesso. Karim Benzema ha sbagliato due rigori in questo incontro (52°, 59°). I suoi due tiri di destro sono stati fermati da Sergio Herrera, che ogni volta schivava alla sua destra. Karim Benzema è il primo giocatore a sbagliare due rigori in una partita della Liga da quando Raúl Tamudo contro il Betis nell’aprile 2006. Il francese è anche il giocatore del Real Madrid a sbagliare di più in una partita della Liga almeno dal 2005-06 ( 4/ 11).

lega

Bale, Vinicius, Modric… Davvero in allenamento

IERI ALLE 17:13

Benzema sotto controllo

Sergio Herrera, dal canto suo, è il primo portiere a parare due rigori nella stessa partita della Liga da Sergio Asenjo contro il Getafe nel febbraio 2018, ed è anche il primo a farlo in una partita contro il Real Madrid dal 2003. 04. Nonostante questo speciale doppio fallimento, Karim Benzema non ha potuto fare a meno di brillare sotto la porta. Se anche il suo capocannoniere è rimasto in silenzio, come contro il Getafe 2-0), il Real Madrid poteva contare su altri uomini forti dieci giorni fa.

Il primo di loro, David Alaba, ha addirittura avviato i dibattiti alla perfezione, in due tempi, avendo prima scontrato Sergio Herrera (12°, 0-1). Poco prima dell’intervallo il portiere dell’Osasuna, nominato migliore in campo, ha respinto un primo tentativo di Dani Ceballos, per poi rimbalzare sui piedi di Marco Asensio, che ha stroncato (45° , 1-2).

Marco Asensio ha segnato 11 gol in 37 presenze con il Real Madrid in tutte le competizioni in questa stagione, uno in più rispetto alle due precedenti stagioni messe insieme (dieci in 58 partite). Quanto a Herrera, ha lasciato sperare la sua gente fino alla fine di questa partita. Fino a quando Lucas Vazquez non si aggiusta negli ultimi secondi, per chiudere questo incontro (90° + 6). Poco prima Sergio Herrera avrebbe potuto intervenire per Rodrygo (7°), Alaba (39°), Ceballos (43°) o anche Asensio (87°).

Quattro punti dal titolo

In attacco, Osasuna ha fatto affidamento sul suo capocannoniere nella massima serie in questa stagione. Ante Budimir ha anche aggiunto una settima prestazione alla sua raccolta, quando non ha fatto ritardare troppo il suo popolo, dopo il vantaggio di Alaba (13°, 1-1). Il centravanti ha segnato nelle sue ultime cinque presenze nella Liga (cinque gol in totale), diventando solo il secondo giocatore dell’Osasuna a segnare in cinque migliori partite consecutive del 21° secolo, dopo Richard Morales nel 2004.

Soprattutto, il croato ha quasi lasciato che la sua squadra prendesse il controllo in questa partita, ma la sua doppietta è stata negata per fuorigioco (32°). Nonostante tutto, è stato lui a causare più problemi a Thibaut Courtois (2°, 48°). Non basta, nonostante tutto, per far incatenare ai locali il terzo successo consecutivo in élite. Per quanto riguarda il Merengue, il 35esimo scudetto non è mai stato così vicino. Mancano solo quattro punti ai compagni di Karim Benzema.

lega

La vera magia ha colpito ancora: ‘Ci stiamo abituando’

17-04-2022 Alle 23:04

lega

Una nuova “Remontada”, decisiva Benzema: notte pazza per il Real!

17-04-2022 Alle 21:04

l’ATP ritiene “ingiusta” l’esclusione di giocatori russi e bielorussi da Wimbledon, la WTA si dice “delusa”, Svitolina chiede la proroga dei ban

Ligue 1 – Il PSG si avvicina ai campioni di Francia dopo la vittoria ad Angers (0-3)