in

Liga – Guidato 2-0 dal Siviglia, il Real Madrid vince 3-2 con un gol decisivo di Benzema!

Ottimo, il Real fa un grande passo verso il titolo. Portati rapidamente allo shock della 32a giornata, i residenti di Madrid hanno aspettato i tempi supplementari per affrontare gli andalusi finora imbattuti nella competizione in casa a Sanchez-Pizjuan (2-3) domenica. I Rojiblancos sono però partiti in maniera ideale, messi in orbita dalla doppietta di Ivan Rakitic (21°) ed Erik Lamela (25°), ma la resilienza della Casa Blanca ha messo a dura prova al rientro dallo spogliatoio. Grazie alle prestazioni di Rodrygo (50°), Nacho (82°) e Karim Benzema (90°+2), le Merengues prendono 15 punti di vantaggio sugli avversari della sera, terzi, e si avvicinano irresistibilmente all’incoronazione.

Manca solo una creatura e tutto si spopola. La massima sembrava nel primo periodo di sposare miracolosamente Real, privo di Casemiro e amorfo, nonostante la presenza di Karim Benzema o Luka Modric sul prato di Sanchez-Pizjuan. Di fronte a un consolidato e aggressivo blocco sivigliano nel senso buono della parola, le Merengues, orfane del loro grognard, hanno subito le ondate dei “Blanquirrojos”, prima di piegarsi al ginocchio su punizione di Ivan Rakitic (21°). A metà, però, il croato sfrutta uno spazio lasciato da Eder Militao nel muro del Madrid per ingannare uno stordito Thibaut Courtois. Quattro minuti dopo, il leader della Liga è ancora una volta appesantito dalla sua difesa, colpevole di essersi lasciato sfuggire Tecatito. L’eliminazione in ritardo di Courtois non ha aiutato ed Erik Lamela è stato veloce a far scivolare la palla nella porta vuota (25°).

lega

La vera magia ha colpito ancora: ‘Ci stiamo abituando’

23 MINUTI FA

Camavinga ha arricciato il correttivo

La svolta dell’incontro arriva intorno al 40′, quando Eduardo Camavinga, già diffidato, taglia sulle sue tracce Anthony Martial. Le tribune furiose di Sanchez-Pizjuan attendevano un secondo giallo sinonimo di sfratto, soprattutto dopo l’uscita per l’infortunio dell’attaccante tricolore. Ma l’arbitro ha deciso diversamente, con dispiacere del popolo di Siviglia. In linea con un finale più netto del primo tempo, il Real Madrid ha iniziato il secondo tempo con il botto. Due minuti dopo il fallito faccia a faccia di Benzema, Rodrygo ha posto le basi della fantastica rimonta clinica dopo una bella combinazione tra Vinicius e Dani Carvajal (50°).

Prepotenti ed energici nel primo periodo, i sivigliani improvvisamente abbandonarono il piede. Nonostante il costante pericolo rappresentato dai residenti di Madrid, gli andalusi si rifiutarono di continuare a giocare, ritirandosi nel loro territorio. Un abuso di debolezza che il predatore madrileno, attratto dall’odore del sangue, non ha mancato di punire. Dopo un improbabile imbroglio nato da un presunto controllo del braccio di Vinicius responsabile di un gol negato al brasiliano, gli ospiti vengono pareggiati da Nacho, autore di un gol da vero attaccante, pieno di compostezza e precisione (82°). Servito pochi istanti dopo nella stessa posizione, Benzema ha visto il suo tiro flirtare con il palo sinistro.

Benzema sempre più vicino alle stelle

Buone notizie per la Casa Bianca, le varie avventure hanno portato a infiniti tempi supplementari (sette minuti annunciati, dieci alla fine). Il momento giusto per il re di Madrid. Dopo un overflow di Rodrygo, autore di un netto ingresso, Benzema ha fermato il tempo, si è assicurato il controllo e ha spostato la palla, prima di mettere il cuoio fuori dalla portata di Yassine Bounou, in modo irregolare questa domenica (90° +2).

Il 25esimo gol in Liga di una stagione fenomenale e statisticamente più ricca. I francesi spalancano le porte all’incoronazione nazionale al Real (1°, 75 punti), ora a 15 lunghezze di vantaggio sul Barça e sull’avversario della serata (3°, 60 punti). Le Merengues hanno dimostrato ancora una volta una grande forza mentale. Il paragone non è lusinghiero per il Siviglia, che si liquefa al minimo sussulto. Oltre al titolo, KB9 ha ulteriormente migliorato il curriculum del Pallone d’Oro. È sicuramente la sua stagione.

lega

La vera magia ha colpito ancora: ‘Ci stiamo abituando’

23 MINUTI FA

lega

Martial viene contrastato da Camavinga, prende il cartellino giallo e si lascia infortunato

3 ORE FA

Una particella troppo pesante sconvolge la fisica

Pasquetta: quali negozi sono aperti in questo giorno festivo a Tolosa?