in

Mercato – Abramovich espelle dal Chelsea, il PSG puzza di buon affare

Il Chelsea affronterà un periodo turbolento nei prossimi mesi e il PSG prevede di capitalizzare su questo rubando un elemento chiave nella persona di Jorginho.

La situazione al Chelsea sta provocando un concentrato di attenzione, e non solo per la situazione geopolitica all’origine della vendita forzata del club. Roman Abramovich non ha quasi alcun controllo sulla formazione in cui ha investito più di un miliardo di euro, ed è soprattutto un lontano testimone della stretta mortale che il governo ha ripristinato per la vendita dei Blues. Gli investitori sono numerosi e le offerte si avvicinano ai 3 miliardi di euro. Ma nel frattempo, questa situazione instabile fa piacere a giocatori, allenatori e tifosi che stanno soffrendo gli eventi.

Il Chelsea è bloccato, è una fuga precipitosa

Al momento il Chelsea non può nemmeno vendere i biglietti per le partite, il che è un grande “non c’è modo” per il reclutamento o addirittura per le estensioni del contratto. Di conseguenza, tre giocatori che stavano negoziando una possibile proroga hanno già deciso di firmare altrove, con Christiansen, Rudiger e Azpilicueta. E l’evoluzione della forza lavoro non andrà bene visto che un altro capitano della squadra sta già cercando altrove il finestra di trasferimento† Si tratta di Jorginho, ovviamente vincitore della scorsa Champions League, ma anche campione d’Europa con l’Italia e candidato al Pallone d’Oro. L’italiano di origine brasiliana ha solo un anno di contratto e il suo agente non ha fatto molto mistero sul suo futuro.

PSG contro club italiani

Joao Santos, ad esempio, ha confidato a Radio Bianconera il futuro del centrocampista, che si vedrebbe tornare in Italia, ma non ha chiuso la porta al PSG, che cerca un giocatore esperto per rinchiudere finalmente il proprio centrocampo. † Ha un contratto con il Chelsea fino a giugno 2023. Al momento non si può fare nulla in quanto al Chelsea non è consentito vendere, rinnovare o acquistare. Ma allo stato attuale delle cose, potrebbe giocare per un tenore italiano come Milan, Inter, Roma, Juve o Napoli. Molti club sono interessati a lui. Ho parlato anche con il PSG. Anche Barca Ha detto Joao Santos, che sta facendo un buon lavoro nel mettere sotto pressione un giocatore di 30 anni considerato molto prezioso per il Chelsea. Almeno il suo lavoro dietro le quinte è stato notato dal PSG che sa di poter fare un buona offerta rispetto ai concorrenti prevalentemente italiani per Jorginho.

Air Austral, il regalo di nozze di Macron a Sarkozy?

Ecco fatto, la migliore caratteristica di Instagram è tornata dopo 6 anni di assenza