in

MotoGP 2023, Alex Rins risponde alla minaccia di Fabio Quartararo: “alla Suzuki dicono di voler continuare con me”

Con questo ritorno della MotoGP in Europa, la stagione prenderà una svolta e il mercato sarà forte, situazione finale osservata da Alex Rins. A questo proposito è stato Fabio Quartararo a dettargli il passo e l’idea di farsi sedurre dal progetto Suzuki, la cui GSX-RR, come la Yamaha, aveva un quattro cilindri in linea, ha trovato la sua strada. Un avvertimento che vale anche per Joan Mir, ma quest’ultima è Campione del Mondo 2020. Interrogato sull’argomento a Portimao, Alex Rins ha risposto…

Fabio Quartararo a casa Suzuki nel 2023 e oltre è un’idea che sta prendendo piede e comincia a superare la prospettiva di un futuro in livrea Repsol Honda per il francese. Questa tendenza è determinata da: Daniele Petrucci che così si è espresso su GPonesecondo me poteva andare in Suzuki, ha elogiato spesso questa moto, gli ha fatto diversi complimentiLì si preoccupano molto del lato umano delle cose. Rins è qualcuno a cui guardare con impazienza per il Campionato del Mondo, è difficile licenziarlo. Lui o Mir, stanno andando abbastanza bene. Se fossi su una Suzuki avrei mal di testa E Petrax aggiunge: Non credo che Fabio andrà alla Honda perché dall’altra parte del box c’è Marc Marquez che è su questa moto da diversi anni. Almeno penso che la Yamaha voglia mantenerlo E propone questo scenario come conclusione: forse potrebbe esserci uno scambio di piloti tra Suzuki e Yamaha

Suzuki ha espresso il desiderio di continuare con Rins in MotoGP per il 2023

Alex Rins: Sono più calmo e posso guidare meglio

Alex Rins resta vigile sull’argomento si avvicina con la serenità dei buoni risultati riportati durante le prime quattro gare, che gli permetteranno di arrivare secondo nella classifica classifica generale provvisoria† A Portimao ha osservato: “ non abbiamo nemmeno iniziato a parlare negli anni a venire il pilota ha detto del rapporto in corso con il suo datore di lavoro. Ma dice di essere molto calmo e il motivo viene rapidamente spiegato. † Quello che mi tranquillizza è il fatto che Livio Suppo e i giapponesi mi hanno già detto che vogliono continuare con me

Quindi sono più calmo e posso guidare meglio, è diverso dal non avere niente per i prossimi anni. Ma il mio manager ne parlerà nelle prossime gare dei prossimi anni ha detto prima di concludere: Sono davvero felice di far parte di questa storia “. Un messaggio di cui tenere conto, sia per Fabio Quartararo solo per Giovanna Mirò

suzuki 500 motogp

una murena in un inquietante giardino dell’Eden

Francia 2023 – Claude Atcher e René Bouscaltel: “Recitare per il rugby con la R maiuscola”