in

MotoGP Portogallo FP3 LIVE: Oliveira eroe in casa, Quartararo trasformato!

Finora le previsioni del tempo per il Gran Premio del Portogallo all’Autodromo Internacional do Algarve vicino a Portimao si sono rivelate accurate, e questo è un po’ una seccatura in quanto prevedeva prove sul bagnato e una gara sull’asciutto: un mal di testa per i tecnici e abbastanza da mettere in crisi tutti predizioni…

Questa mattina sono cambiati a malapena favorevolmente, anticipando comunque un sabato piovoso e forse anche una domenica dello stesso tipo, quindi dovremo affrontarli e sfruttare le FP3 per sfondare nella top 10.

Venerdì mattina, su una pista molto bagnata quando la pioggia era cessataMarc Marquez, Joan Mir, Marco Bezzecchi, Giovanni ZarcoMiguel Oliveira, Maverick Vinales, Jorge Martin, Francesco Bagnaia, Jack Miller e Alex Marquez si era prequalificato per un passaggio diretto nella Q2, con una barra fissata a 1’51,648.

Nel pomeriggio, su pista sempre più bagnataPol Espargarò si è rivelato il più veloce della sessione davanti al compagno di squadra e alla fine Marc Marquez, Pol Espargaro, Joan Mir, Marco Bezzecchi, Giovanni ZarcoMiguel Oliveira, Maverick Vinales, Jorge Martin, Francesco Bagnaia e Jack Miller prequalificato per il passaggio diretto in Q2, con una barra ridotta questa volta a 1’51,437.

Gli ultimi 5 minuti delle FP2 in video:

pizzo francese, Giovanni Zarco è caduto al termine delle FP2 ma è ancora in gioco in queste circostanze delicate per le quali la situazione è molto delicata Fabio Quartararoattualmente qualificato 20°, soffrendo della mancanza di aderenza della sua Yamaha sulla scarsa aderenza sul bagnato di Portimao.

In attesa di ulteriori informazioni mentre i 25 piloti si preparano per questa terza sessione di prove libere di 45 minuti, sotto un cielo ancora molto grigio e una pista ancora completamente bagnata con temperature di 12° in aria e 11° a terra, approfittiamo di queste pochi momenti live grazie al sito ufficiale MotoGP.com

Un ospite distinto…

MotoGP™ Portimo

4-2021 11-2021 2022
1PQ 1’42.127 Maverick Vinales (Guarda qui 1’40.192 Fabio Quartararo (Guarda qui 1’50.666 Marc Marquez (Guarda qui
PQ2 1’39.866 Francesco Bagnaia (Guarda qui 1’39.390 Fabio Quartararo (Guarda qui 1’50.707 Pol Espargaro (Guarda qui
3PQ 1’39,044 Fabio Quartararo (Guarda qui 1’39.202 Francesco Bagnaia (Guarda qui 1’50.552 Miguel Oliveira (Guarda qui
4PQ 1’39.788 Fabio Quartararo (Guarda qui 1’39.665 Francesco Bagnaia (Guarda qui
Q1 1’39.253 Marc Marquez (Guarda qui 1’39.130 Johann Zarco (Guarda qui
Q2 1’38.862 Fabio Quartararo (Guarda qui 1’38.725 Francesco Bagnaia (Guarda qui
Riscaldare 1’39.721 Jack Miller (Guarda qui 1’39.711 Francesco Bagnaia (Guarda qui
corsa Quartararo, Bagnaia, Mir (Guarda qui Bagnaia, Mir, Miller (Guarda qui
Citare 1’38.862 Fabio Quartararo (Guarda qui 1’38.725 Francesco Bagnaia 2021 (Guarda qui

Quando le luci rosse si spengono… nessuno si precipita a scendere in pista ed è finalmente finita Andrea Dovizioso chi va per primo. Al contrario, Pol Espargaro, Joan Mir, Maverick Vinales e Aleix Espargaro prenditi del tempo per andartene…

Chiedi alle gomme, tutti hanno scelto la gomma morbida da pioggia al posteriore e la media all’anteriore, tranne Francesco Bagnaia e Jack Miller che utilizzano ancora il front tender.

Alla fine del primo round di volo lo è Fabio Quartararo che detta il ritmo in 1’53.570 in avanti Miguel Oliveira, Takaaki Naquet Gabi e Johann Zarco.

Al prossimo passaggio, Jack Miller abbassa il riferimento davanti a 1’51,334 Fabio Quartararo, Jorge Martin e Marc Marquez† Ricordiamo che sarà necessario fare meglio di 1’51.437 per avere una possibilità di finire tra i primi 10. Questo è esattamente ciò che El Diablo che ha segnato 1’51.222 dal terzo giro volante mentre Miguel Oliveira prende il comando della sessione in 1’50,894.

Dopo 10 minuti, Marc Marquez cadere alla curva #8, non seria nonostante il lato alto e ripido.

In seguito, suo fratello è entrato alla curva n. 4 a causa dell’errore, senza la minima gravità.

In testa, i tempi sul giro sono migliorati di Miguel Oliveira in 1’50.796 poi 1’50.583 e Fabio Quartararo 1’51.022 poi 1’50.832: il francese ha chiaramente trovato qualcosa ed è attualmente al quarto posto nella classifica combinata!

Alla fine del primo quarto la gerarchia combinata ora è composto da Miguel Oliveira, Fabio Quartararo, Marc Marquez, Pol Espargaro, Joan Mir, Brad Binder, Marco Bezzecchi, Johann Zarco, Jack Miller e Maverick Vinales.

Miguel Oliveira migliora a 1’50,552 mentre Giovanna Mirò è al secondo posto: i primi tre si tengono ora in 5/100 di secondo!

A metà sessione la pioggia è tornata timidamente… ma questo non ci ha fermato Brad Legante, quindi quarto, per produrre il suo sforzo. Ma dopo aver illuminato di rosso i primi due settori, il sudafricano ha sbagliato, senza gravità.

Alessio Espargarò fa meglio integrando la top 10 ed espellendo il compagno di squadra!

La pioggia è ancora più forte e potremmo fermarci lì, a 18 minuti dalla fine della sessione…

Remy Gardner cadi nella curva n. 7 senza gravità mentre Darryn Raccoglitore fai lo stesso con #3.

A 10 minuti dalla bandiera a scacchi piove ancora molto e nessun settore è migliorato.

Per Marc Marquezla scossa è stata ancora forte e il pilota Honda siede nel suo box, senza mostrare l’intenzione di ricominciare, tranne forse proprio alla fine per le prove libere di partenza sul bagnato.

Al contrario, Francesco Bagnaia e giorgio martinchi non fa parte delle prequalificate, se ne va per gli ultimi minuti Marco Bezzecchi è caduto a turno #1.

Ultimo ma non meno importante, Miguel Oliveira, Joan Mir, Fabio Quartararo, Brad Binder, Marc Márquez, Pol Espargaro, Marco Bezzecchi, Johann Zarco, Aleix Espargaro e Jack Miller sono quindi prequalificati per la Q2.

Risultati delle FP3 del Gran Premio del Portogallo MotoGP all’Autodrome International de l’Algarve di Portimão:

Risultati FP1/FP2/FP3 del Gran Premio del Portogallo MotoGP all’Autodromo Internazionale dell’Algarve a Portimão:

Classifica: MotoGP.com

Il principe Edoardo annulla la sua visita a Grenada durante il suo tour nelle Indie occidentali

La Biennale di Venezia mette le donne al centro