in

Note OM contro PSG: Pau Lopez in errore, Dimitri Payet parato da calci piazzati

Paolo Lopez: 4

La sua uscita pericolosa ha permesso a Neymar di aprire le marcature. Non era sempre rassicurante nel gioco della trappola, ma senza gravità. Una parata su punizione del brasiliano lo riporta in campo. Il seguito aveva ragione. Su rigore di Kylian Mbappé sfiora la palla.

  • In breve… Un errore evidente. O uno di troppo.

Concorso 1

Il cheat sheet: ma cosa sperava Sampaoli?

2 ORE FA

Guarda tutti i gol della partita PSG-OM gratuitamente nella Ligue 1 libera

Valentino Rongier: 4

Ha iniziato bene. Bravo nel pressing e grazie alla sua capacità di ribaltare il gioco, o addirittura di scambiare con i suoi centrocampisti. Ma ha rapidamente svanito nella sua influenza positiva e Nuno Mendes, Neymar e Mbappe hanno festeggiato nel profondo, al suo fianco. Non ha avuto successo sul rigore assegnato, la palla ha colpito il suo gomito.

  • In breve… Troppo friabile nella schiena. Mancanza paralizzante per un pistone.

È sostituito da Pol Lirol (77°), autore di alcune salite interessanti.

William Saliba: 5

Trasuda calma anche nel cuore di un match abbastanza mediocre, segnato da alcune imprecisioni tecniche che non gli sembrano. La sua corretta prestazione avrebbe potuto essere esaltata dal gol che gli è stato negato a fine partita per fuorigioco.

  • In breve… È capace di meglio.

Tre nuovi arrivati, due titolari e una scommessa sicura: una nuova ondata sta soffiando sui Blues

Auto Duje Caleta: 6

Ha avuto il merito di essere dove doveva essere, durante un caos al sei metri di Parigi, per rimettere in piedi le due squadre. Poi è diventato più forte, in questa competizione al vertice. Oltre alla sua qualità di passaggio, due magistrali contrasti sul razzo Mbappé sono al suo attivo.

  • In breve… Il miglior giocatore di OM questa domenica.

È sostituito da Cedric Bakambu (90° + 3), che non ha parlato.

Luan Peres: 5.5

Ha camminato discretamente attraverso l’incontro. Non è una brutta notizia per un difensore centrale. Alcuni interventi sono stati ben sentiti in superficie.

  • In breve… Non appariscente ma efficace.

Il sorriso di Duje Caleta-Car, marcatore questa domenica

Credito: Getty Images

Gerson: 4.5

Uno o due pugni taglienti, ma basta. La sua complicità con Payet non era evidente come avrebbe potuto fare in questa stagione. Ha litigato due volte con il suo connazionale Marquinhos e ha bloccato parecchio la sua pista.

  • In breve… Troppo neutrale rispetto a quanto si aspetta da lui la Procura.

Cengiz fondo: 4,5

Non puoi biasimarlo per non amare difendere. Ünder era costoso, per ostacolare la ripresa parigina. Ma da lui non è uscita nessuna scintilla, nelle fasi offensive del Marsiglia.

  • In breve… Ha mancato l’impatto con la palla al piede.

È sostituito da Ammina Harit al resto.

Ammina Harit: 5

Gli è stato assegnato un calcio di punizione dal primo minuto trascorso in campo. Harit ha anche avuto una buona corsa difensiva contro Achraf Hakimi. Nel complesso, ha portato un pugno, ma il soufflé è caduto rapidamente. Detentore del potere, non ha notato particolarmente i fantasmi.

  • In breve… Impatto dall’inizio, non trascendente dopo.

Marquinhos ha regnato ancora una volta sovrano contro l’OM

Credito: Getty Images

Matteo Guendouzi: 5.5

Ha causato un numero incalcolabile di errori e alienato il Parc des Princes. È persino “riuscito” a diventare il bersaglio numero 1, con il suo compagno di squadra Dimitri Payet che teneva il palmo della mano all’inizio della partita. Lo sciopero del Marsiglia (partita non persa in questa stagione) è stato abbastanza bravo, senza eccellere nell’eccesso di funzionalità.

  • In breve… Attività e rabbia.

Boubacar Kamara: 5

Kamara era bravo nel recupero e nell’orientamento al gioco, non poteva essere decisivo. Nel freddo sistema dei Focesi, era solo poche volte la latitudine. Una perdita di palla nel secondo periodo offusca questo esempio piuttosto mediocre.

  • In breve… Al culmine di questa competizione di livello intermedio.

Jorge Sampaoli (OM) durante la sfida di domenica contro il PSG in Ligue 1.

Credito: Getty Images

Papa Gueye: 4.5

Ha impiegato un sacco di lavoro e miglia, ma in un modo piuttosto disordinato. La fiducia che ha mostrato dal suo ritorno dalla CAN è svanita durante questa partita contro il PSG.

  • In breve… Una tacca in meno rispetto alle ultime versioni.

È sostituito da Bamba Dieng (81° minuto), che illustrava la voglia di Jorge Sampaoli di scoprire finalmente se stesso.

Dimitri Payet: 5

Profondamente fischiato dal Parco, Payet non ha creato alcun movimento con il suo costume da “falso n°9”. Deludente in questo ruolo, era almeno bravo sui calci piazzati. Sulla rete di Caleta-Car, il suo corner al ritorno ha sfruttato al massimo la febbre di Gianluigi Donnarumma. Un po’ come Saliba (ha servito su punizione all’85’), è arrivato a pochi centimetri da una bella partita. Quando l’OM è uscito da un potenziale pareggio 2-2 alla sconfitta per 2-1
  • In breve… Salvato dalle regole del gioco.
Non perdere la partita PSG-OM con la Ligue 1 gratuita! Tutti i goal e i riepiloghi delle partite sono disponibili gratuitamente nell’offerta Free Ligue 1

Mattéo Guendouzi (OM), a destra, in battaglia con Neymar (PSG) – 17/4/2022

Credito: Getty Images

Concorso 1

Note PSG: Donnarumma rimugina, Neymar accende la luce

2 ORE FA

Concorso 1

Gli undici tipi di giocatori attivi allenati al PSG

14/04/2022 Alle 22:31

Pasquetta: quali negozi sono aperti in questo giorno festivo a Tolosa?

Spazio: la più grande cometa osservata si sta dirigendo verso il nostro sistema solare