in

perché Stéphanie Frappart è stata scelta per arbitrare la finale

Il 7 maggio Stéphanie Frappart arbitrerà la finale della Coupe de France tra OGC Nice e FC Nantes. Nelle ultime ore ci sono state molte critiche a questa scelta. Alcuni esperti del dossier stanno cercando di svelare la situazione.

“Lei è una delle migliori, sì, ma è la migliore?” La domanda è stata posta da un assistente arbitrale della Ligue 1 a seguito della nomina di Stéphanie Frappart ad arbitrare la finale della Coupe de France il 7 maggio. La scelta è stata pesantemente criticata dagli osservatori per almeno alcune ore e i tifosi del Nizza hanno persino lanciato una petizione per cambiare l’ufficiale di gara.

L’arbitro 38enne, volto ormai familiare ai tifosi della Ligue 1, sta scalando le classifiche ormai da diversi anni. “Stéphanie gioca le partite della Ligue 1 ogni settimana, non capiamo la disputa. Ogni anno i club rispondono alla nomina dell’arbitro”, conferma un esperto del fascicolo dell’Associazione.

Ha tutti i criteri per arbitrare la finale

Questa scelta, infatti, viene proposta dalla DTA alla Commissione Federale Arbitri, che basa la propria scelta sulle graduatorie precedenti e guarda anche all’andamento dell’anno. “Guardiamo alle prestazioni e alla forma del momento. Chi arriva alle semifinali della Coupe de France non arriverà in finale, l’altra condizione è essere internazionali”, confida un buon amico della ‘3F “. criteri e lei non è fuori forma.” Altre fonti esperte confermano: “Questa è una partita importante, stiamo scegliendo un arbitro internazionale. Non sono sempre gli stessi arbitri”.

Secondo le nostre informazioni, Stéphanie Frappart si è classificata al 3° posto nella classifica degli arbitri professionisti in Francia lo scorso anno. “La sua nomina premia sia il suo lavoro serio che i suoi risultati. È ben meritato”, ha dichiarato Pascal Garibian, Direttore tecnico arbitrale, in un comunicato stampa della FFF, annunciando ieri la nomina. Stéphanie Frappart sarà la prima donna a fischiare a questo livello della competizione il 7 maggio. “Non è perché si chiama Stéphanie, se si chiamasse Jean-Paul sarebbe lo stesso. Merita, è arrivata alla finale di Supercoppa Europea e alla finale di Coppa dei Campioni. Mondo femminile”, spiega qualcuno che lo sa. di ha, fuori.

La “gelosia esiste” tra gli altri arbitri

All’interno dell’arbitrato francese, gli arbitri hanno ritenuto molto “bizzarro” assegnare la finale della Coupe de France a Stéphanie Frappart. Un parente della FFF dice che “la gelosia esiste”.

“Sono rimasto un po’ confuso quando ho visto questa notizia, alcuni meritano di più”, ha confidato a RMC Sport un assistente arbitrale della Ligue 1. Abbiamo passato alcuni giorni a parlare con i colleghi tramite sms ed è vero che ci si poteva aspettare nomi diversi da quello di Stéphanie”. A questa risposta i parenti della FFF hanno risposto che ogni anno “uno è felice e diversi delusi”. aggiunge: ” Ci sono ragazzi che sono bravi arbitri in Ligue 1 e basta. Se sei bravo e viene designata una donna, è facile dire che è designata perché è una donna. Conosciamo chi non è felice”.

Sampaoli chiama 4 reclute, Saliba e Kamara… La novità della settimana sulla finestra di mercato delle 3 OM!

Basket/Elan Béarnais: Un taglio ricco di emozioni