in

prima del Campionato Europeo, la squadra femminile francese convalida il suo biglietto per la Coppa del Mondo 2023

I giocatori francesi festeggiano la qualificazione ai Mondiali 2023, sul prato della MMArena a Le Mans, il 12 aprile 2022.

Un ottovolante per trovare le vette del mondo. Con la vittoria sulla Slovenia (1-0) a Le Mans (Sarthe), martedì 12 aprile, ottavo successo in altrettante partite della fase di qualificazione ai Mondiali 2023, la squadra francese di calcio femminile è assicurata il traguardo prima del suo gruppo. I Bleues andranno quindi ai Mondiali, che si giocheranno in Australia e Nuova Zelanda.

Ciò consentirà ai francesi di offrirsi un comodo ritorno a scuola a settembre, con due incontri finali di gruppo senza alcun impegno contro Estonia e Grecia. Ma soprattutto, nel breve termine, potranno dedicarsi pienamente alla preparazione dell’Europeo in Inghilterra, che inizierà il 10 luglio con una partita contro l’Italia nella fase a gironi.

Gli Habs avevano solo bisogno di un pareggio per qualificarsi. Ma Corinne Deacon non voleva accontentarsi del servizio minimo. “Il pareggio non ci basta. Veniamo per la vittoria. Abbiamo una piccola rivincita personale rispetto all’andata contro una squadra che ci ha messo nei guai.ha detto in una conferenza stampa il giorno prima della partita.

Le francesi avevano però vinto il 21 settembre 2021 nella cittadina di Murska Sobota, senza brillare in partita (2-3), con un gol decisivo in extremis di Amel Majri.

Leggi anche: Qualificazioni ai Mondiali 2023: gli Imperious Blue contro l’Estonia

Scelte tattiche a pagamento

Corinne Deacon ha apportato sei modifiche rispetto all’ultimo incontro contro il Galles (vittoria per 1-2 l’8 aprile). Il tridente di centrocampo è stato ridisegnato insieme a gran parte del trio offensivo. Solitamente assistita dal suo compagno di squadra del Paris-Saint-Germain (PSG) Kadidiatou Diani, Marie-Antoinette Katoto ha visto Delphine Cascarino e Sandy Baltimore sostenerla sulle fasce in attacco, che solitamente sono pronte a completare il trittico sui pali anteriori.

Collocata nella sua posizione preferita sulla destra, Delphine Cascarino ha mostrato inizialmente segni di nervosismo. Ma ha sbloccato la partita segnando l’unico gol della partita (47e) a seguito di una campagna lanciata da Sandy Baltimora. Un riscatto per i 10.103 spettatori presenti a Le Mans, perché gli sloveni hanno creato qualche seccatura.

“Dobbiamo aumentare il nostro livello di gioco in ogni partita. Sapevamo che la Slovenia non era facile da giocare e ci ha controllato bene nel primo tempo”.ha commentato Delphine Cascarino dopo l’incontro.

Con una difesa disciplinata di cinque giocatori e superbe capacità di contropiede, l’intelligente piano di gioco degli ospiti è quasi costato a Les Bleues il primo gol. Fortunatamente, Pauline Peyraud-Magnin è riuscita a rimanere vigile sul tiro lobato del capitano Mateja Zver (9e), prima che l’assistente arbitro alzi la bandierina per segnalare il fuorigioco su colpo di testa vincente di Sara Agrez dall’angolo successivo.

Leggi anche: Calcio: I Bleues alle porte del mondo dopo il successo in Galles

Due amichevoli in arrivo

Se Eve Perisset e Delphine Cascarino hanno detto che dopo la vittoria non c’era il Campionato Europeo, il grande incontro continentale occuperà un posto sempre più importante nella mente dei giocatori nei prossimi giorni.

Ora che i francesi sono stati sollevati dal peso della qualificazione per la prossima Coppa del Mondo, possono tranquillamente avvicinarsi alla loro settima fase finale europea. “Abbiamo l’ambizione di prendere la coppa il 31 luglio”ha assicurato Corinne Deacon dopo l’incontro.

Per l’elettore “La difficoltà sarà essere efficienti senza infortunarsi, sarà un periodo psicologicamente difficile per i giocatori. Sta a me e al mio staff porsi le domande giuste in vista di questo Euro.† Se non è stata comunicata alcuna data nell’elenco finale dei selezionati, sono previsti due incontri amichevoli prima dell’inizio delle ostilità.

Se le avversarie del girone (Italia, Belgio, Islanda) sembrano abbordabili per il 3e paese nella classifica FIFA, gli ultimi successi ottenuti nel dolore invitano alla cautela. “Questo tipo di opposizione ci prepara per le scadenze future. Sappiamo che nell’Europeo tutto è possibile, non ci sono squadre piccole e favoriti, sta a noi gestirlo.tempera Delphine Cascarino.

Nessuna sorpresa prevista

Tuttavia, alcune luci sono verdi. La prestazione impeccabile del Tournoi de France di febbraio contro nazioni leader (Brasile, Paesi Bassi) e la capacità di vincere le avversità contro selezioni con nomi meno appariscenti dimostrano che la Francia ora ha diverse corde sul suo arco.

“Vediamo cose che accadono. Quando alcuni giocatori lottano, altri prendono il sopravvento. Si sta creando un vero collettivo e avremo tempo per prepararci all’euro. Abbiamo delle garanzie, anche se ci sono sempre cose su cui lavorare nel gioco. sviluppa l’allenatore, ora incaricato di assemblare la squadra più competitiva possibile.

Le assicura che ci sono poche sorprese da aspettarsi, anche se in passato ha talvolta sorpreso gli osservatori con determinate scelte. Così è stato durante il Mondiale 2019, quando è stata presa da Marie-Antoinette Katoto – allora capocannoniere del campionato con il PSG – o quando ha richiamato Kheira Hamraoui all’inizio di febbraio dopo tre anni di assenza: tre mesi. ha portato all’arresto della sua compagna di squadra del PSG Aminata Diallo, dividendo lo spogliatoio di Parigi e suscitando scalpore nella squadra del Tournoi de France.

Leggi anche: Calcio: Les Bleues in cerca di pace e un biglietto per i Mondiali 2023

L’ultima parola per Corinne Deacon: “Questa lista non sarà lontana dalle scelte fatte negli ultimi tempi. No [joueuse] nessun punto perso durante questo incontro. †

Ribasso in vista in Europa, inflazione e preoccupazioni della Fed persistono – 13/04/2022 alle 07:42

Recensione Remington Power-X Series X6 HC6000: un tosaerba a zero