in

PSG. “Diventerà professionista. Ma a che livello? Quanto vale davvero Ethan Mbappé, il fratello di Kylian?

Stand affollati, ringhiere prese d’assalto. Ogni mossa diEthan Mbappé con il PSG u17 assomiglia a quella vittoriosa a Vitré (3-0), domenica 17 aprile. Spesso apprezzato da agenti, reclutatori o famiglie di giocatori, l’arrivo del fratello del campione del mondo e fenomeno Kylian Mbappé lascia le escursioni del PSG u17 a un pubblico meno specializzato e curioso per vedere se il calcio francese ha una nuova pepita.

A Vitré c’era più pubblico che per una partita a squadre di gagliardetti in National 2. Ogni palla toccata è un’opportunità per le sue “groupies” di cantare o gridare il suo nome. Una guardia del corpo lo protegge da tutte le sollecitazioni esterne e non gli lascia dove scendere dall’autobus per entrare in campo. “È anche l’effetto PSG, spiega Stéphane Royer, allenatore dell’U17 di Avranches (2-1, 26 marzo). Non so se ce ne rendiamo conto. Non ha ancora 16 anni. Qualcosa mi dà fastidio lì. Anche se penso che sia ancora ben inquadrato, devi essere forte. Ma se ad un certo punto dovesse scoppiare, non sarei sorpreso. †

“Potrebbe essere u15 entro una settimana”

Stéphane Moreau, il suo allenatore in questa stagione, sfuma ed è piacevolmente sorpreso dalla sua capacità mentale di resistere alla pressione che lo circonda. “È molto semplice e umile. Ha una tale maturità e padronanza dell’evento. Non è al passo con il suo atteggiamento di giocatore in allenamento. Ma lo gestisce molto bene. †

E a terra, cosa importa? non vediamo Ethan Mbappé un copia-incolla di suo fratello Kylian. Arrivato al PSG all’età di 11 anni nel 2017, questo centrocampista sotto contratto con ambizione fino al 2024 Questa stagione gioca solitamente in un ambiente a due nel ruolo di sentinella o tedoforo (19 partite, 4 gol). Sta ancora crescendo e ha solo 15 anni (ha debuttato nella categoria a 14 anni), ma deve una testa in meno ad alcuni compagni e avversari che per alcuni hanno quasi due anni in più.

Di conseguenza, colui che ha sperimentato per la prima volta la selezione a dicembre 2021 durante uno stage con la Francia u16 le persone di solito non vanno a duello, o con i freni. Soprattutto perché non ha le straordinarie qualità fisiche del fratello. «Non dobbiamo dimenticare che siamo alla fine dell’anno. Entro una settimana potrebbero essere gli u15, ricorda Stéphane Moreau. Ha ancora bisogno di tempo. Perché andare d’accordo con l’u19 sta vincendo. Lui verrà. Forse ha ancora bisogno di uno sviluppo in maturità e livello fisico, perché è cresciuto enormemente. Si espanderà anche. † Una volta completata la crescita, il volume di gioco dovrebbe assumere un’altra dimensione.

“Penso che diventerà professionista. Ma a che livello? »

Nel gioco, è un giocatore che non si preoccupa con più di tre o quattro tocchi sulla palla. Riceve, distribuisce, si orienta sempre verso la meta. È pulito e applicato. “A la Fernando Redondo”, alcuni si divertono con il gioco di confronto. Vediamo in lui una vera intelligenza del gioco, così come quando osa prendere iniziative offensive, ha una qualità di passaggio interessante.

“Può attraversare le linee con passaggi e dribbling, ricorda Stephane Royer. Si è alzato per giocare, si è sbilanciato. È riuscito a proiettarsi durante la pausa. † Ma è difficile formarsi un’opinione reale di fronte a una debole opposizione. Il PSG è un colosso in questo campionato U17. Il parigino Titis domina ampiamente la palla in ogni partita, resistendo ai blocchi bassi e giocando raramente sotto forte contropressione. Questo dà ai circoli parigini abbastanza tempo per diffondere il gioco.

“Padroneggia già tre parole essenziali su un progetto formativo: ascoltare, capire, fare. Da lì si continua. Implementa tutto ciò che possiamo offrirgli in questo approccio”, aggiunge Stéphane Moreau, ex allenatore dello Stade Lavallois.

Ascoltando, è molto a terra. Dai suoi allenatori, ma anche dai suoi compagni di squadra. La sua personalità non riflette (ancora) sul gioco della sua squadra, anche se questo significa cedere. Ciò è dovuto anche alla sua giovane età. È il giocatore più giovane della sua squadra. “Deve confrontarsi velocemente a questo livello per indurirsi”, aggiunge il suo allenatore. In ogni caso, per Stéphane Royer non ci sono dubbi: “Penso che diventerà professionista. Ma a che livello? È troppo presto per dirlo”.

PSG. “Diventerà professionista. Ma a che livello? Quanto vale davvero Ethan Mbappé, il fratello di Kylian?

Charlene de Monaco torna: scopri il prezzo del suo abito chic, flessuoso e fiorito per il suo look pasquale

“La produzione ti fa credere che…”: Alicia (sposata a prima vista) fa il punto!