in

Senza tremare, l’OM riconquista il secondo posto – Dbrief e COMMENTI dei giocatori (OM 2-0 MHSC) – Calcio

Al termine di un incontro controllato, l’Olympique de Marseille ha logicamente battuto il Montpellier (2-0) questa domenica, al termine della 31a giornata di Ligue 1. L’OM ha riconquistato il secondo posto in classifica.

Senza tremare, OM riprese il loro secondo

La gioia di Dieng dopo il gol (1-0, 9°)

L’Olympique de Marseille reagisce allo Stade Rennais. Il club marsigliese è stato superato sabato dai bretoni e ha riguadagnato tre punti di vantaggio sull’avversario al 2° posto in classifica grazie alla vittoria sul Montpellier (2-0), questa domenica, al termine della 31° giornata di lega 1.

OM fa la differenza in 19 minuti

Fin dai primi minuti, gli abitanti di Montpellier hanno esercitato una forte pressione e non hanno esitato ad attaccare il più rapidamente possibile. Ma sono i marsigliesi a passare in vantaggio su un gol di Dieng, ben servito da Harit (1-0, 9°). Dietro, l’MHSC è rimasto in base dall’inizio della partita, colpendo diverse situazioni calde nell’area di Marsiglia, senza successo. Gli uomini di Olivier Dall’Oglio non sono stati premiati per il buon inizio di gara contro gli olimpionici più vittoriosi.

Nel finale il Marsiglia sfonda su un altro rigore ottenuto dopo il fallo di Ferri su Dieng in area (2-0, 19°). Dopo di che, a parte un attacco di Mavididi respinto da Mandanda, il club dell’Hérault non ha più grandi occasioni mentre i marsigliesi restano pericolosi ad ogni attacco negli ultimi 30 metri dell’avversario. Anche Omlin è dovuto intervenire per Dieng e poi su cross feroce di Inder per impedire alla sua squadra di rientrare negli spogliatoi con un ritardo ancora maggiore sul tabellone.

Un secondo atto molto calmo

Nel secondo periodo i marsigliesi sono riusciti a prendere il loro vantaggio e non sono stati davvero messi in pericolo dagli ospiti. Il rischio per OM allora era quello di addormentarsi un po’ in questo incontro che non era lontano dall’accadere dato che Savanier era molto vicino a sfruttare un pessimo passaggio di Kamara nella sua area per chiudere il divario su un tiro che alla fine ha trovato la rete laterale . Un grande spavento senza conseguenze per gli uomini di Jorge Sampaoli. E l’unico fino al fischio finale a chiudere un tranquillo secondo atto del Marsiglia contro un innocuo Montpellier, ridotto a dieci dopo l’esclusione di Omlin a fine partita per fallo su Luis Henrique.

Il punteggio della partita: 5,5/10

Abbiamo assistito a un primo periodo vivace tra due squadre che non hanno mai concluso la partita, ma le occasioni reali sono state rare nonostante i due gol dell’OM. Il secondo tempo è stato molto meno emozionante tra un Marsiglia in gestione e i residenti del Montpellier che non avevano soluzioni per svegliare gli avversari.

Gli obiettivi :

– Lanciato nelle profondità da Rongier, Harit resiste al ritorno di Estve, avanza verso Omlin e sposta a sinistra verso Dieng. All’attaccante del Marsiglia non resta che spingere la palla a porta vuota (1-0, 9°).

– Dopo un rigore, nder Omlin batte il piede di un tiro dalla sinistra (2-0, 19°).

COMMENTI dai giocatori

Maxifoot ha assegnato un punteggio (su 10) di commenti a ciascun giocatore.

Uomo in campo: Amine Harit (7/10)

Il trequartista marsigliese ha confermato la sua buona forma attuale. Il nazionale marocchino ha fatto una grande differenza grazie alla sua tecnica e alla sua visione del gioco, immagine del suo passaggio decisivo per Dieng in apertura.

MARSIGLIA

Steve Mandanda (6): serata tranquilla per il portiere del Marsiglia. Favorite Lopez, che nel primo periodo ha fatto una sola vera parata su un tiro di Mavididi. Era vigile per rassicurare la sua difesa sui suoi rari interventi.

Valentin Rongier (7): una bella partita per l’ex Nantes. Come al solito, era serio nella posizione di terzino destro e non si è messo nei guai in fase difensiva. Si è distinto anche in attacco con un bel passaggio ad Harit sul primo gol dell’OM. Sostituisci il 79° con Pol Lirola (non no)

William Saliba (7): Il difensore centrale dell’OM ha giocato un’altra buona partita. Non ha lasciato altro che briciole per gli attaccanti del Montpellier per tutta la partita. La sua calma durante il recupero e la sua lettura del gioco per fermare le offensive avversarie sono state preziose per la sua squadra.

Boubacar Kamara (6): Basato al centro della difesa, il Minot ha lasciato parlare la sua intelligenza di gioco per rompere le linee di passaggio e respingere i palloni caldi nella sua area. Tuttavia, ha commesso un grosso errore su un passaggio sulla sua superficie mal adattata, di cui Savanier ha quasi approfittato per chiudere il divario.

Luan Peres (7): il difensore dell’OM ha giocato una partita molto seria. Tornato negli undici titolari, il brasiliano ha fatto buoni interventi per scongiurare il pericolo contro Mollet e poi Cabella. Sobrio ed efficiente.

Matto Guendouzi (6): un altro esempio netto per il centrocampista del Marsiglia. Il nazionale francese è stato prezioso per la sua squadra grazie alla sua capacità di ripetere gli sforzi. Era bravo a recuperare e usare la palla.

Pape Gueye (6,5): Il centrocampista senegalese, creato dopo il ritiro all’ultimo minuto di Caleta-Car, ha confermato la sua ascesa al potere in questo Marsiglia. Tornato dall’AFCON con più sicurezza, ha mostrato una vera calma a centrocampo e non ha esitato a prendere iniziative in-game per rompere le linee correndo o passando. Sostituisci il 79° con Sead Kolasinac (non no)

Gerson (6): il brasiliano è stato in buona forma nelle ultime settimane. Offre una buona combinazione con Dieng che si prende il rigore per 2-0. Avrebbe potuto uccidere la tensione nel secondo periodo, ma ha sbagliato un tiro dalla destra, il piede sbagliato, completamente.

Cengiz nder (6): Attivo sulla sua corsia di destra, l’esterno turco non ha esitato a provocare il pallone sul piede o tentare la fortuna con i tiri dalla sinistra. Non trema per segnare il suo rigore. Sostituisci il 60° con Dimitri Payet (non no)

Cheikh Dieng (7): il nazionale senegalese non trema ad aprire le marcature su un servizio perfetto di Harit, poi si procura il rigore del 2-0 su fallo di Ferri. A volte è un po’ troppo sciatto, l’immagine del suo topo in occasione del 3-0 a causa di una cattiva gestione della palla. Sostituisci il 60° con Luis Henrique (non no)

Amine Harit (7): Leggi il commento sopra.

MONTPELLIER

Jonas Omlin (3): serata difficile per il portiere del Montpellier. Non può fare nulla sul primo gol di OM e poi si inchina per il rigore successivo. Non finisce l’incontro perché gli viene mostrato un cartellino rosso al 90′ per un fallo su Luis Henrique.

Arnaud Souquet (4): Il terzino destro del Montpellier è stato spostato difensivamente da Dieng e non ha fatto molto in attacco, poiché mancava di precisione nelle sue trasmissioni. Sostituisci il 79° con Junior Sambia (non no)

Maxime Esteve (4,5): il difensore centrale del Montpellier fa scappare Harit in apertura per l’OM. Ha poi compensato con un intervento chirurgico importante.

Mamadou Sakho (4): con una nomina del genere, un difensore esperto deve portare la pace alla sua squadra. Questo non è stato il caso. Irradiava la febbre contro gli attaccanti del Marsiglia, mancava l’immagine del suo intervento su un tallone di nder o perdeva questo pallone sotto la pressione di Gerson.

Nicolas Cozza (4): la sinistra perde molti palloni e non riesce sui suoi cross. Un gioco molto mediocre.

Leo Leroy (5): il giovane centrocampista del Montpellier ha reagito presente nei duelli e ha graffiato palloni ai piedi del Marsiglia. Un gioco solido.

Jordan Ferri (4): L’ex Lyonnais ha complicato il compito alla sua squadra subendo lo 0-2 per fallo su Dieng. Dopo non è mai riuscito a tornare in gioco, essendo stato dominato dagli altri centrocampisti. Sostituisci il 79° con Bni Makouana (non no)

Florent Mollet (3): Come le altre sue idee offensive, l’ex Messin non ha brillato particolarmente in questa partita. Ha fatto un bel po’ di differenze in anticipo. Sostituisci il 63° con Valre Germain (non no)che non ha mostrato molto prima del suo ritorno al Marsiglia.

Tji Savanier (4): Il regista di MHSC non ha passato una bella serata. Non ha ottenuto molto, l’immagine del suo topo sul pessimo passaggio di Kamara in area di rigore, e non si è evoluto al livello previsto per un incontro del genere. Una delusione.

Sepe Elye Wahi (3): Il giovane attaccante dell’MHSC si è visto raramente in questo incontro. Contro Rongier e Saliba non ha fatto differenza da parte sua. Sostituisci il 63° con Rmy Cabella (non no)che non ha fatto impressione al suo ritorno in L1.

Stephy Mavididi (4): Le sue corse e le sue scuderie hanno servito bene la sua squadra all’inizio della partita, ma è gradualmente scomparso dai radar con il passare dei minuti. Nel secondo periodo non è molto preoccupato per la difesa del Marsiglia.

+ Trova i risultati e la classifica della Ligue 1 su Maxifoot

E per te, chi sono stati i migliori e i peggiori giocatori della partita? Commenta qui sotto nella casella “commenti”!

MARSIGLIA-MONTPELLIER 2-0 (intermediario: 2-0) – FRANCIA – Ligue 1 / 31a giornata
Stadio: Orange Velodrome, Marsiglia – Arbitro: Jeremy Stinat, Francia

obiettivi : C. Dieng (9°) C. nder (19°, pen.) per MARSIGLIA
Avvertenze J. Ferri (18°) L. Leroy (66°) J.Omlin (90°)per MONTPELLIER

MARSIGLIAS.MandalaW. SalibaB.KamaraV. Rongier (S. Kolasinac, 79°)Luan PeresSignor GuendouziP. Gueye (Pol Lirola, 79°)GersonC. nder (D. Payet, 60°)A. HaritC. Dieng (Luis Henrique, 60°)

MONTPELLIERJ.OmlinSignor EsteveSignor SachoA. Souquet (V. Germain, 79°)N.CozzaL.LeroyJ. Ferri (S. Sambia, 79°)T.SavanierF. Mollet (R. Cabella, 63°)S. WahiV. Mavididi (B. Makouana, 90+2°)

La gioia dei marsigliesi in apertura del punteggio di Dieng (1-0, 9°)

nder congratulazioni da Gueye dopo il suo rigore (2-0, 19°)

Cabella è tornato in L1

Quinté PMU – Pronostico del PRIX DE LA ROCHELLE 11 aprile 2022

Fortnite, Max Payne, Unreal Engine 5… le novità economiche della settimana