in

Serie A – Napoli – AS Roma: Tammy Abraham, il pupillo di Mourinho che ha conquistato la Roma

Ufficialmente, Roma ha sette re. In ordine: Romolo, Numa Pompilio, Tullo Ostilio, Anco Marzio, Tarquinio il Vecchio, Servio Tullio, Tarquinio il Superbo. Ufficiosamente potremmo aggiungere un ottavo: Francesco Totti. Ma il leggendario numero 10 della Roma sarebbe allora considerato tale solo dalla parte “giallorossa” della Città Eterna. Quest’ultimo potrebbe anche riconoscere rapidamente un nono. Il suo nome ? Tammy Abramo.

Il britannico è sbarcato nella capitale lo scorso agosto e sembra aver iniziato bene la sua conquista. Con 24 gol in tutte le competizioni (15 in Serie A, 8 in Europa League Conference, 1 in Coppa Italia), l’AS Roma, costata circa 40 milioni di euro (più bonus) dall’arrivo, mostra un livello eccezionale. E coerente, a differenza della sua squadra.

Serie a

Il Napoli è ancora intrappolato in casa, l’Atalanta sta affondando

04/10/2022 Alle 15:32

Sia da solo che accompagnato in prima linea nell’attacco romano, Abramo fece impressione. Dagli osservatori ai giornalisti, dai compagni ai tifosi, tutti si sono innamorati di questo attaccante con i suoi gesti unici. Marcatore giovedì nei quarti di finale di Europa League Conference contro Bodo Glimt (4-0), il nazionale inglese ha preso due piccioni con una fava: ha messo sulla buona strada la sua gente aprendo le marcature ed eguagliando il record di Rodolfo Volk, anche lui capace di segnare 24 gol nella sua prima stagione a Roma. Era… il 1929.

Un “idolo” dei tifosi

Dopo la sua recente doppietta nel derby vittorioso contro la Lazio, Abraham ha ricevuto un torrente di elogi dalla stampa transalpina. †Vi ricordate Batistuta e Montella? Avevano segnato 21 gol nella loro prima stagione con la Roma…”, ha ricordato, ad esempio, il Corriere della Sera, che gli ha attribuito un punteggio di 8/10. †Divenne un idolo dei tifosi in sei mesi, testimonia Augusto Ciardi, giornalista della radio romana TeleRadioStereo† Gli ex giocatori mi dicono di essere colpiti dalla sua leadership, dalla sua tecnica, ma anche emotivamente

https://i.eurosport.com/2022/03/21/3342169.jpg

Oltre ai suoi successi, l’attaccante 24enne ha infatti conquistato i suoi nuovi tifosi grazie alla sua personalità e carattere. Non esita mai ad andare in battaglia, fare pressione su un difensore o inseguirne un altro. Anche Abraham non esita a rivolgersi al pubblico dell’Olimpico. Oppure cantare l’inno di Antonelli Venditi prima di esordire con “Roma, Roma, Roma…”. “E’ entrato nel cuore del club e il club è entrato nel suo cuore”dice un impiegato del club.

Ne parlavo sabato con Walter Sabatiniex allenatore del club, continua Augusto Ciardi. Mi disse che Abramo era considerato un “eroe” dai tifosi. Il tifoso della Roma sostiene un club che storicamente ha vinto poco. Deve relazionarsi con i giocatori, i personaggi. Totti 20 anni, De Rossi 15 anni… Mourinho è seduto in panchina dal suo arrivo. Abramo è in campo. I fan si riconoscono in lui

Tra i due si è sviluppato un legame speciale. Era lo “Special One” che aveva spinto per il suo arrivo durante la finestra di mercato della scorsa estate, anche se questo significava spendere una grossa fetta del budget di trasferimento. Aveva persino alzato il telefono diverse volte per chattare con chiunque giocasse al Chelsea in quel momento. E che si è subito fatto convincere dalle parole del suo futuro allenatore.

Il miglior allenatore del mondo

È il miglior allenatore del mondoconfidato ad Abraham di recente in un’intervista a TalkSport. Sa benissimo come gestirmi, sa sempre presentarmi come un giocatore speciale. L’ho conosciuto quando ero abbastanza giovane al Chelsea, mi sono allenato con la prima squadra e lui era sempre sulle mie spalle e mi spingeva ancora e ancora. Quando mi sentivo come se stessi facendo qualcosa di giusto, diceva sempre che potevo fare anche meglio.Mourinho non potrà mai vivere senza il suo attaccante, che in questa stagione ha giocato 44 partite in tutte le competizioni.

Twilight Zlatan: “Il fisico comincia a dirgli di fermarsi”

I portoghesi lo adoranoaggiunge Ciardi. Basti pensare che all’andata il giocatore ha saltato una sola partita di campionato contro l’Inter perché squalificato. Abraham gioca sempre. È un esempio per tutti i compagni in campo e per i tifosi fuori. Si è reso indispensabile grazie al suo modo di essere, ma anche alle sue dichiarazioni fuori dal campo, non perde occasione per dichiarare il suo amore per il club. Inizialmente sarebbe andato all’Arsenal e sarebbe rimasto a Londra, ma poi è cambiato tutto… Inizialmente non ha segnato con questa continuità. Oggi è un grande marcatore che può ancora progredire

Clausola di riscatto per il Chelsea

Un’osservazione condivisa dal suo allenatore. †So che ha il potenziale per fare ancora di piùha avvertito il “Mou” dopo il derby dello scorso marzo. Non erano solo i gol, ma il modo in cui premeva, lottava, seguiva, difendeva il pallone, cosa che non ha fatto una volta contro lo Speed ​​(in C4, ndr). Esigo molto da Tammy perché so cosa può dare. Non si tratta solo di gol, Tammy deve giocare ogni partita con quell’atteggiamento

Intelligente, il Chelsea non ha tracciato una linea sotto il suo ex attaccante. Il suo contratto prevedeva quindi una clausola di resa, valida entro due stagioni. O nell’estate del 2023. Se i Blues decideranno di cancellarlo, dovranno depositare 80 milioni di euro nelle casse della Roma.

Serie a

Una manifestazione e la Roma provvede al derby

20-03-2022 alle 18:58

Serie a

Osimhen insostenibile, il Napoli mette sotto pressione il Milan

19-03-2022 Alle 17:20

“È solo la realtà di questa squadra laggiù”

Licenziamento per stupro a favore di Luc Besson in Corte d’Appello