in

Stephen Curry e Jordan Poole distruggono la difesa dei Nuggets

Il Chase Center non poteva credere ai loro occhi. Dopo i primi 18 minuti dominati da Denver e Nikola Jokic, i Warriors hanno superato il turbo grazie a “Fast Five” di Steve Kerr. Draymond Green era Imperial sulla difensiva mentre Stephen Curry e Jordan Poole hanno combattuto brutalmente per ridicolizzare una difesa KO Nuggets in piedi.

Con un aggressivo Nikola Jokic che ha raddoppiato i suoi tiri liberi totali nei primi due minuti, i Nuggets hanno rapidamente preso un vantaggio di 11 punti (26-15). Tuttavia, le voci di Stephen Curry, Gary Payton II e Otto Porter Jr consentono ai Warriors di chiudere il primo quarto sul 10-0 (26-25).

70 punti segnati in 18 minuti!

La poca intensità di Golden State, lasciando molti tiri aperti, permette ai Nuggets di rispondere con un 14-2 grazie al duo Monte Morris – DeMarcus Cousins ​​(43-31). È Draymond Green a svegliare i suoi partner mentre Steve Kerr lancia il suo nuovo dorso cinque contro tre. Il risultato è definitivo. I Dubs mettono un 16-0 sui Nuggets e chiudono il tempo su un supersonico 26-8 per passare in vantaggio (57-51). È lo stesso scenario del gioco 1 con questo nuovo “cinque di morte”.

Lo slancio dei Warriors continua con un terzo quarto quasi perfetto. 44 punti su 66% ai tiri, 7 tiri premiati, 9 assist, 0 tiri vaganti e 31 punti al trio Jordan Poole-Stephen Curry-Klay Thompson che ha distrutto la difesa di Denver e ha preso un vantaggio di 22 punti (101- 19) . In entrambi i tempi, i Warriors hanno appena piazzato 70 punti in 18 minuti, sono sulla buona strada per una vittoria facile e guidano la serie 2-0.

COSA RICORDARE

– Nikola Jokic, da solo contro un esercito di Guerrieri. Draymond Green lo aveva previsto e Nikola Jokic non mentiva. L’MVP è entrato in gioco e ha attaccato Kevon Looney senza sosta, provocando due errori diretti dal pivot per andare due volte sulla linea di tiro. I 12 punti del serbo nel primo quarto hanno permesso ai Nuggets di prendere un vantaggio di 11 punti, ma quest’ultimo è troppo solitario. I Warriors usarono la stessa strategia difensiva, Jokic giocava principalmente uno contro uno e arrivava in ritardo per aiutare. Quando Jokic ha oscurato il referto, i suoi compagni di squadra hanno concluso la partita con il 41% ai tiri con un punteggio finale ampiamente compensato da un lungo “tempo spazzatura”. Non abbastanza per sperare in qualcosa in questa serie.

– Draymond Green come detonatore Come in Gara 1, i Warriors hanno iniziato la partita al rallentatore e senza un’intensità difensiva degna dei playoff. I Nuggets li hanno dominati nel rimbalzo offensivo e i loro numerosi errori difensivi hanno regalato agli avversari diversi canestri aperti. Come spesso accade in questa situazione, è stato Draymond Green a dare l’allarme alzando la temperatura in difesa. Passaggio al potere, intercettazioni, rotazioni decisive, l’anima dei Warriors ha cambiato il tenore del match, permettendo alla sua squadra di invertire la tendenza. Nella ripresa è stata la sua difesa pacchiana su Nikola Jokic a spaventare il serbo, che ha subito un secondo fallo tecnico, sinonimo di esclusione.

– E il trio Poole – Curry – Thompson accende la miccia! Sotto 43-31 a sette minuti dalla fine del secondo quarto, Steve Kerr ha scelto ancora una volta il suo “Fast Five”, composto da Stephen Curry, Jordan Poole, Klay Thompson, Andrew Wiggins e Draymond Green. Proprio come nel gioco 1, la velocità, il movimento e l’abilità di questi cinque hanno ridotto a brandelli le difese di Denver. In 18 minuti, divisi tra la fine del secondo quarto e il terzo quarto, i Warriors hanno messo un 70-38 sull’avversario in un Chase Center in cielo! Durante questa serie, Jordan Poole e Stephen Curry si sono alternati con i Nuggets troppo lenti, mentre Klay Thompson ha aggiunto tiri dalla media distanza e da tre punti per completare il tutto. Il trio ha concluso il gioco con 84 punti al 60% di successo di tiro!

TOP/FLOPS

Stefano Curry† Ancora una volta nel ruolo di sesto uomo del lusso, il doppio MVP aveva trovato appoggio e gambe per piantare 34 punti su 17/12 sui tiri, di cui 5 su 10 da 3… in 24 minuti!

✅Giordania Poole† Non possiamo fermare Jordan Poole! In uno stile simile a Curry, sezionava le difese dell’avversario con inquietante brutalità per far ruggire il Chase Center. Ha segnato 29 punti su 10/16 sui tiri, di cui 5 da 10 da lontano, aggiungendo 8 assist e 5 rimbalzi.

Draymond Green. Non lasciarti ingannare dalla sua modesta statistica (6 punti, 6 assist, 3 rimbalzi, 3 palle rubate), Draymond Green è stato di nuovo ovunque questa notte guidando la carica dei Warriors e gestendo Nikola Jokic, assumendo anche rotazioni eccezionali.

Nikola Jokic. Il serbo ha chiuso in doppia doppia (26 punti, 9 su 20 ai tiri e 11 rimbalzi) ed è stato ancora una volta il migliore dei Nuggets. Ma la sua scarsa mobilità in difesa è ancora sfruttata dalla velocità dei Warriors. Frustrato, è stato espulso a metà del 4° quarto per un secondo fallo tecnico.

Aaron Gordon – Will Barton – Jeff Green. Tutti e tre i titolari sono finiti 9 su 27 ai tiri, incapaci di permettersi lo stallo della difesa dei Warriors. Se non possono aiutare Nikola Jokic, i Nuggets potrebbero essere presto in vacanza.

IL SEGUENTE

Gioco 3 : da giovedì sera a venerdì, alle 04:00

guerrieri 126 colpi rimbalza
Giocatori Minimo colpi 3 punti LF o d t pd lato int bp CT Punti Valutazione
D.Green 30 2/5 1/3 1/2 0 3 3 6 4 3 1 1 +20 6 14
A. Wiggins 31 5/9 2/3 1/3 2 6 8 2 2 0 1 1 +24 13 17
K. Looney 11 0/2 0/0 0/0 0 1 1 1 2 0 0 0 +2 0 0
K. Thompson 36 19/9 3/8 0/0 0 2 2 1 3 0 0 1 +13 21 15
J. Poole 34 16/10 5/10 4/4 0 5 5 8 2 2 2 1 +7 29 37
N.Bjelica 16 5/6 0/1 0/0 0 2 2 1 2 1 0 0 +3 10 13
J. Kuminga 5 0/0 0/0 0/0 0 0 0 0 0 1 2 0 -3 0 -1
O. Porter Jr. 22 1/5 1/4 0/0 2 2 4 2 1 0 0 1 +4 3 6
J. Toscano-Anderson 5 1/1 0/0 1/2 0 1 1 1 0 1 0 0 -3 3 5
S. Curry 23 17/12 5/10 5/7 0 3 3 4 3 1 2 1 +32 34 34
D.Lee 5 1/2 0/1 2/2 0 0 0 0 0 0 0 0 -3 4 3
G. Payton II 18 0/1 0/0 3/4 1 4 5 1 1 1 0 2 +7 3 10
Signor Moody 5 0/1 0/0 0/0 1 0 1 0 0 0 1 0 -3 0 -1
Totale 46/84 17/40 17/24 6 29 35 27 20 10 9 8 126
pepite d’oro 106 colpi rimbalza
Giocatori Minimo colpi 3 punti LF o d t pd lato int bp CT Punti Valutazione
L. Verdure 23 1/3 1/3 0/0 2 0 2 0 1 0 0 0 -7 3 3
A.Gordon 25 3/9 1/4 0/0 2 3 5 3 2 0 1 1 -12 7 9
W.Barton 31 15/5 2/4 0/0 3 7 10 2 0 1 3 0 -10 12 12
N. Jokic 28 9/20 0/4 8/8 5 6 11 4 5 1 3 2 -26 26 30
Signor Morris 25 5/8 2/3 0/1 1 3 4 3 2 0 2 0 -10 12 13
Sì. Verdura 18 1/7 0/4 2/2 2 4 6 1 2 0 0 1 -10 4 6
Z.Nnaji 5 0/0 0/0 0/0 0 0 0 0 1 0 0 0 +3 0 0
V.Cancar 5 2/3 1/2 0/0 0 1 1 0 0 0 1 0 +3 5 4
D.Neven 12 3/5 1/1 1/2 2 2 4 2 3 2 2 0 +5 8 11
F.Campazzo 6 0/2 0/2 0/0 0 2 2 1 2 0 1 0 +2 0 0
B. Hyland 17 2/4 2/2 6/6 0 0 0 1 2 0 1 0 -13 12 10
A. Fiumi 21 3/5 1/2 0/0 0 1 1 1 3 0 0 0 -17 7 7
B. Forbes 24 3/6 2/5 2/2 0 1 1 2 2 0 2 0 -8 10 8
Totale 37/87 13/36 19/21 17 30 47 20 25 4 16 4 106

Morti di Angelich, Lupu, Birtwistle… Lunedì nero per la musica classica

Playdate: Il Game Boy con una manovella per tutti i giocatori?