in

The Tones of Lyon – Girondins (6-1): l’incubo di Poussin, l’affondamento del centro

Lo abbiamo subito visto in difficoltà alle ripartenze, fino al suo enorme fallo tecnico quando ha mancato la respinta per segnare il secondo gol del Lione (26e† Il suo rilassamento sull’apertura è insufficiente per questo (20e) e sbaglia la sua uscita aerea in terza base (34e† Non può far nulla per impedire il quarto gol, lobato al quinto e preso vicino al palo al sesto (90e+2), come sarebbe dovuto succedere se Henrique non avesse sbagliato il suo tiro (54e† Il Gruppo…

Lo abbiamo subito visto in difficoltà alle ripartenze, fino al suo enorme fallo tecnico quando ha mancato la respinta per segnare il secondo gol del Lione (26e† Il suo rilassamento sull’apertura è insufficiente per questo (20e) e sbaglia la sua uscita aerea in terza base (34e† Non può far nulla per impedire il quarto gol, lobato al quinto e preso vicino al palo al sesto (90e+2), come sarebbe dovuto succedere se Henrique non avesse sbagliato il suo tiro (54e† Il Groupama Stadium lo ha portato rumorosamente in sala, nonostante alcuni interventi più riusciti nel secondo periodo.


Anel Ahmedhodzic: 3/10

Un ritorno disperato (32e), un altro forte intervento su Dembélé (39e), nonché un periodo iniziale in cui era generalmente al livello e deluso dalla produzione dei suoi soci. Troppo lontano invece da Faivre sul quarto gol (46e) ed è stato superato da Toko Ekambi (68e† Di conseguenza, il saldo all’arrivo è francamente inclinato in negativo, nonostante una notevole qualità della ripresa.

Abdel Medioub: 3/10

Abbastanza bravo nella partita d’inizio, soprattutto in aria, è stato battuto da Dembélé in apertura (20e† Non c’è molto da segnalare quindi, ma viene sdoganato troppo facilmente dall’attaccante del Lione per il quarto posto (46e† Non abbastanza sereno o acuto in qualsiasi cosa facesse. È sostituito da fransergio (85e

Manga di Ricardo: 4/10

David Guion lo apprezza in questa posizione centrale per la sua capacità di rilanciare e ha infatti trovato Mensah alcune volte. Questo è tutto. Nessun intervento significativo se non un tiro bloccato quando Poussin era lontano dal suo obiettivo (78 .)e), ma nessun errore grave da segnalare, il che è quasi un risultato al centro di questo naufragio difensivo.

Tom Lacoux: 3/10

Combatte il meglio che può in questa corretta posizione del pistone, che chiaramente non gli appartiene. Il suo apporto offensivo, normalmente non notevole, è inesistente in questo tipo di partite. Ha anche avuto molti problemi a controllare le onde nella sua corsia. Fino alla fine, questa posizione sarà stata un enorme divario nella forza lavoro del Bordeaux in questa stagione. È sostituito da Enock Kwateng (73°).

Junior Onana: 2/10

Come può un centrocampista raggiungere l’intervallo se ha perso 12 palloni? Un tale spreco non ha prezzo per vincere la battaglia a centrocampo, dove i Girondins non esistevano nel primo periodo. Peccato, perché ne aveva la voglia. Possesso appena migliore dopo quello, ma ancora non abbastanza, fino a questo passaggio completo che ha portato al sesto gol del Lione (90e+2).

Josuha Guilavogui: 2/10

Dall’impatto ad inizio partita (due falli in meno di dieci minuti) e colpo di testa di poco a lato (14e† Ha poi sofferto gli eventi, non potendo ostacolare Paqueta a centrocampo, né impedire al brasiliano di segnare il terzo gol (34e† Stessa osservazione di passività del quarto gol dove vede Dembélé slanciarsi in avanti dal cerchio centrale (46e), e per la quinta dove Mendes si stacca senza forzare (68e† Droppa Toko Ekambi su corner (67e† Errori schiaccianti che i suoi dieci palloncini non riescono a compensare sono stati corretti.

Gideon Mensah: 3/10

In un blocco così basso così riluttante a proiettarsi, ne vediamo poco in modo offensivo se è il suo punto di forza. Più in evidenza nel secondo tempo quando il Bordeaux è uscito dal guscio – un po’ – quando la partita era finita e il Lione aveva smesso di avere altrettanto impatto. Troppo leggero nei duelli (vinto tre su otto).

Yacine Adli: 2/10

Una buona angolazione (14e)… e questo era prima del suo primo ciclo mestruale. Troppe palle perse (8), passaggi facili sbagliati. Non ha mai saputo mettere piede sulla palla quando ha trovato un posto da titolare in trequartista, inoltre ha completamente dimenticato la sostituzione lasciando che Gusto avanzasse con calma per trovare Dembélé (20e† Ancora senza alcun impatto dopo l’intervallo e fuori a favore Javairo Dilrosun (64e

M’Baye Niang: 4/10

È stato uno dei pochi che si è intrufolato nella lotta esagerando per colpire di testa e provocare i difensori avversari. È stato utilizzato sempre meno durante la partita e alla fine è scomparso dai dibattiti. Sostituito da Remi Oudin (64°), che poi ha battuto (79e

Hwang Ui-Jo: 2/10

Endrick, la star brasiliana 15enne, accende il Mondial de Montaigu, torneo di riferimento per i giovani

Tra telelavoro e “ufficio flessibile” Deloitte lascia un nuovo edificio nella City di Londra