in

Trasferimento Mbappe – Mbappe fa richiesta a Messi, il PSG dice sì!

In grande difficoltà a mantenere Kylian Mbappé, il PSG è necessariamente desideroso di provare qualsiasi cosa per convincere il suo aggressore a continuare l’avventura.

Diventerà molto complicato quando il Real Madrid è convinto che il sogno del nazionale francese sarà più forte di ogni altra cosa, motivo per cui la dirigenza del Paris non ha assolutamente alcuna possibilità. Dalla parte del Paris SG, il leitmotiv è noto: finché c’è speranza, dovremo provare di tutto per far dubitare di Mbappe. Si va dalle garanzie sportive, con una forza lavoro che deve essere costruita in parte attorno a giocatori che possono aumentare ulteriormente il livello del PSG. Garantisce anche lo status, con assicurazioni a Mbappe che sarà l’headliner di questo Paris incentrato su chi è in gran parte il miglior giocatore di questa stagione. Ma anche assicurazioni finanziarie. Il PSG può allineare i milioni e grazie alle proposte avanzate nelle ultime settimane, Mbappe sa quanto sia ansioso l’emiro del Qatar di vederlo rimanere a Parigi. Ma ci sono anche altre leve, e una in particolare che ha fatto scalpore questa settimana.

Gli sponsor che a Mbappé non piacciono

In effetti, questo martedì, Kylian Mbappé ha rifiutato di partecipare alle operazioni degli sponsor della squadra francese. L’avvocato dell’internazionale francese era in trattative da tempo con la federazione per mettere in guardia su questa carta internazionale risalente al 2010, che non piace a tutti. In particolare per quanto riguarda il diritto all’immagine, in quanto Mbappé come fuoriclasse della squadra francese è stato chiesto da tutti i partner di essere utilizzato in campagne pubblicitarie. E ci sono alcune società di scommesse sportive, o società che possono causare problemi ai bambini (bibite, fast food), che non sono adatte alle battaglie personali guidate da Kylian Mbappé. L’ex monegasco paga fin dal suo esordio professionale le associazioni di tutela dei bambini o di sostegno per tutti i suoi diritti d’immagine. In ogni caso, quando è arrivato al PSG, non è stato in grado di negoziare a suo favore su questa famosa immagine, a differenza, diciamo, di un Lionel Messi che ne è il pieno responsabile. Questo permette all’argentino, che non insegue contratti, di rifiutare liberamente, compresi alcuni sponsor del PSG, se mai non gli va bene.

Il PSG pronto a dargli tutto

Questo è ciò che Kylian Mbappe cerca nella squadra francese, ma anche Nasser Al-Khelaïfi vuole dargli. Questo giovedì, Le Parisien conferma così che il PSG non si oppone alla richiesta del suo numero 7 di gestire appieno i suoi diritti di immagine. Una novità che permette di pesare un po’ di più negli sforzi che il PSG fa per sedurre il suo attaccante. Pertanto, ciò fornirebbe un enorme importo aggiuntivo direttamente ai guadagni di Kylian Mbappé, che prevede di continuare a pagare questi importi ad associazioni di sua scelta. Quindi lascia che faccia la libera scelta di non presentarsi con sponsor che non si adattano alla sua linea di condotta.

l’interesse sul prestito obbligazionario francese a 10 anni è superiore all’1%

Kate e il principe William scatenano polemiche in Giamaica