in

una petizione chiede la partenza dalla Svizzera di Alina Kabaeva, presunta compagna di Putin

Donna influente in Russia, si dice sia anche madre di tre figli di Vladimir Putin e proprietaria di uno chalet ultra sicuro nelle Alpi svizzere.

“Lord ‘Eva Braun’ con il suo ‘Führer!'” Una petizione inviata a Sito web di Change.org chiede alla Svizzera di forzare la partenza di Alina Kabaeva, presentata, senza che ciò sia mai formalizzata, come la compagna di Vladimir Putin. Finora la richiesta è già stata firmata da poco più di 66.600 persone delle 75.000 richieste dai firmatari dei “cittadini di tre Paesi: Russia, Bielorussia e Ucraina, che attualmente soffrono” per la guerra lanciata da Mosca.

In questo documento, tradotto in tre lingue, tedesco, inglese e quindi francese, i firmatari invitano “le autorità svizzere” ad agire contro questa donna di 38 anni che “si nasconde dalle conseguenze delle sanzioni imposte alla Federazione Russa nel vostro Paese.” Secondo il quotidiano la spedizione, attualmente vivrebbe in uno chalet ultra protetto nelle Alpi svizzere, vicino alla città di Lugano. Tuttavia, è impossibile dire dove si trovi Alina Kabaeva al momento.

“Chiediamo di considerare con molta attenzione che le è stata concessa la cittadinanza del vostro Paese”, aggiunge la petizione, in cui si afferma che “per la prima volta nella storia moderna” la Svizzera ha “violato la sua neutralità”, “cosa che non è stata una volta contro la Germania nazista nel XX secolo”.

Oro olimpico, doping e politica

Il viaggio di questo trentenne, di Tashkent, in Uzbekistan, è folgorante. È stata una ginnasta di alto livello fino alla metà degli anni 2000, nota per la sua estrema flessibilità e per aver condotto un impressionante track record. Campionessa olimpica all’All-Around di Atene nel 2004, è stata anche nove volte campionessa mondiale e 16 volte campionessa europea in varie discipline.

A questo proposito, una seconda petizionepiù confidenziale, chiede il ritiro delle sue medaglie olimpiche.

Nel 2001, Alina Kabaeva è stata bandita per due anni per doping. Tempo libero che utilizzerà per dedicarsi alla politica, sempre con successo da quando è diventata membro del Consiglio Supremo del partito Russia Unita, il partito politico di Vladimir Putin, nel 2005.

Dal 2008, quella considerata una delle donne più influenti in Russia presiede anche il consiglio pubblico del National Media Group, il tutto per uno stipendio annuo di 10 milioni di dollari, dettagli Punto

Mix di generi

Una proliferazione di opinioni che viene anche criticata nella petizione. “Controlla questa persona sotto sanzioni, e soprattutto come persona che gestisce la proprietà dei media di propaganda”, si legge. Dall’inizio del conflitto, i media russi sono stati soggetti a una severa censura, soprattutto dopo la promulgazione di una legge che proibiva loro di usare la parola “guerra” prima dell’invasione dell’Ucraina.

La sua carriera politica è anche ampiamente riportata dai firmatari. Sebbene fosse stata membro del parlamento del partito di Vladimir Putin dal 2007, è stata “una delle promotrici del disegno di legge, che in Russia era chiamato ‘Rogue’s Act’ o ‘Dia Yakovlev Act'”. bambini russi.

“Questa vergognosa iniziativa ha privato migliaia di orfani russi dell’opportunità di essere adottati all’estero. Di conseguenza, molte domande già aperte per l’adozione di bambini gravemente malati sono state annullate e i candidati a cure mediche qualificate sono semplicemente morti”, ha affermato .dice la petizione spiega.

relazione segreta

La relazione tra Alina Kabaeva e Vladimir Putin è uno dei segreti meglio custoditi della Russia. Dal 2007 compare al braccio dell’uomo forte del Cremlino e lo accompagna durante alcuni eventi ufficiali.

Nel 2008 il quotidiano Corrispondente Moskovsky “ufficialmente” la loro relazione sentimentale e indica che a breve dovrebbe essere organizzato un matrimonio religioso. Da allora, Vladimir Putin ha continuato a negare queste informazioni e i media hanno chiuso alla fine del 2008.

Nonostante l’argomento sia tabù in Russia, Putin e Kabaeva hanno già avuto tre figli. Secondo PuntoIn particolare, Alina Kabaeva avrebbe dato alla luce due gemelli nel 2019, il cui padre sarebbe l’uomo forte del Cremlino.

Gruppo OCP: dividendo record di 8,1 miliardi di dirham da pagare all’azionista statale

Marion Maréchal incinta… e vergogna quando Valérie Pécresse la affronta nel suo ospedale per la maternità